La Miss procidana doc e anche di più

Debora Libera Vicidomini, Miss Mamma Italiana Solare 2021

CESENA. Il 12 settembre scorso nella finale di Bellaria  ha indossato la fascia di Miss Mamma Italiana Solare. Debora Libera Vicidomini è mamma di Annalu di 7 anni e Raffael di 9.

Come, dove e perché è iniziato il suo percorso a Miss Mamma?

“Non avevo mai partecipato a un concorso di bellezza. Quando ho saputo che c’era quello legato alla mamma non ho avuto dubbi anche perché per diventarlo ho affrontato un percorso lungo e difficile”.

In che senso?

“Non riuscivo a restare incinta. Ci ho messo sette anni ed il primo figlio è arrivato grazie ad una inseminazione intrauterina”.

Debora Libera Vicidomini (foto Gloria Teti)

E’ stato così anche per la seconda?

“No, a sorpresa, è arrivata naturalmente”.

Una grande gioia diventare mamma.

“Certo che sì. I figli sono stati la gioia e la mia rinascita, ma quando sono cresciuti ho pensato un po’ anche a me”.

Cioè?

“Mi piacciono la moda e il canto e Miss Mamma è stato una sorta di sbocco naturale”.

E i suoi figli?

“Sono sempre al mio fianco. Li porto sempre con me. Come mio marito, quando è a casa”.

Perché?

“Fa il marinaio. E’ direttore di macchina, ma è imbarcato per moltissimi mesi all’anno”.

Oltre a Miss Mamma fa qualcosa d’altro?

“Collaboro con un’associazione che è in contatto con uno stilista procidano, organizziamo eventi. Lunedì 21 dicembre, ad esempio, ci sarà una sfilata”.

Come è la vita a Procida?

“Bella. E’ un’isola che non isola. Adesso è capitale della cultura. Ma è un po’ selvaggia rispetto a Capri e Ischia. Ci teniamo alle tradizioni. Ma la cosa importante è che si vive bene e soprattutto in tranquillità. Si può lasciare l’auto aperta e i figli si possono crescere bene tenendoli sotto controllo”.

Non ha mai pensato di andarsene?

“Assolutamente no. Anzi, io sono voluta tornare. E’ stata una scelta di vita”.

Cioè?

“Quando ero piccola i miei genitori si trasferirono a Napoli dove ho anche una casa. Ma appena ho potuto sono tornata a Procida”.

Faccia uno spot per la sua isola?

“Ti incanta e rapisce come successe a me da piccola. E’ un po’ magica. Trovi sempre un posto che non hai visto”.

Cosa ha provato quando ha sfilato?

“Mi piace sfilare, ma sono emotiva. Ero emozionatissima. Ma è una sensazione bella che consiglio a tutte le donne”.

Come prova di abilità cosa ha portato?

“Il canto. Nella prefinale ho portato Ma che freddo fa e in finale Il mare d’inverno. Con quest’ultimo brano partecipai a un concorso amatoriale e lo vinsi”.

Cosa ha provato quando le hanno assegnato la fascia?

“Emozione e felicità. La prima cosa che ho fatto è cercare lo sguardo dei miei figli e di mio marito che erano in platea. Ho condiviso con loro la mia gioia”.

Sogni nel cassetto?

“Il mio sogno più grande è sempre stata la famiglia. Poi mi piace sfilare, presentare e cantare. Se ci riesco bene, ma sempre restando coi piedi per terra e mettendo sempre la famiglia al primo posto”.

Cosa è la bellezza?

“Può essere un vantaggio e uno svantaggio”.

In che senso?

“Di primo acchito ti puo’ aiutare, ma poi ti devi meritare il vantaggio che hai ottenuto dimostrando che c’è altro. Di belle donne ce ne sono tante, però senza contenuti non si va da nessuna parte”.

Pregi e difetti del suo carattere?

“Sono leale, sincera e solare, ma un po’ permalosa. Però col tempo sono riuscita a modellare questo aspetto. Ora rifletto di più”. Mi piacciono i complimenti. Soprattutto quelli fatti dalle donne”.

Perché?

“E’ più difficile riceverli dallo stesso sesso”.

Le foto sono di Gloria Teti

La rubrica va in vacanza. Tornerà domenica 16 gennaio. Buone feste.

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post