Tramonto DiVino parte da Cervia

Nel bel mezzo della Notte Rosa

CERVIA. Esordio effervescente per Tramonto DiVino a Cervia nel piazzale antistante la centralissima Torre San Michele con una speciale anteprima del tour organizzata nel bel mezzo della Notte Rosa. A brindare al Capodanno dell’Estate, giovedì 29 luglio a partire dalle ore 19.30, ci saranno le migliori bollicine metodo classico di 40 cantine regionali, in matrimonio perfetto con una girandola di prodotti certificati Dop e Igp dell’Emilia-Romagna. E in più, quale omaggio alla Notte Rosa, un aperitivo di apertura con i vini rosé da tutto il mondo premiati quest’anno con le medaglie d’oro e d’argento dal Concorso mondiale di Bruxelles, uno dei più prestigiosi appuntamenti internazionali sul vino. E ancora allestimenti in rosa, una vetrina di prodotti food e distillati romagnoli a base di Sale Dolce di Cervia, storytelling su vini e cibi del territorio, e accompagnamento musicale.

Tutto questo nella tappa di apertura del road show di Tramonto DiVino, il tour che da sedici anni racconta le eccellenze wine&food dell’Emilia-Romagna, in un percorso di divulgazione e degustazioni guidate, insieme ai sommelier di Ais Emilia e Romagna e ai principali consorzi regionali.

La serata (organizzata in sicurezza con prenotazione obbligatoria al portale www.shop.emiliaromagnavini.it, ingressi contingentati e servizio ai tavoli) si apre con una girandola di assaggi di vari prodotti certificati: Parmigiano Reggiano Dop, Mortadella Bologna Igp, Salumi piacentini Dop, Piadina romagnola Igp, Aceto balsamico tradizionale di Modena Dop e Igp, degustazione di formaggi km 0 e Squacquerone di Romagna Dop. A servire e impiattare il meglio delle eccellenze del food emiliano romagnolo ci saranno gli allievi dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli diretti e coadiuvati dal maitre Stefano Buda e dallo chef Walter Convertito.

E ancora, protagonisti della serata saranno il Prosciutto di Parma Dop proposto in purezza per esaltarne profumi, sapore e consistenza, e due preparazioni calde, un Risotto alle cozze di Romagna, zucchine e limone fermentato, a base di Riso del delta del Po Igp, cucinato dal resident chef del ristorante Sale dolce di Cervia e un ‘Mini Hamburger Romagnolo’ realizzato con carne di razza romagnola di Vitellone Bianco dell’Appennino centrale IGP, in ‘salsa Bandito 211’, avvolto in un sandwich  di Piadina Romagnola Igp .

Ogni preparazione sarà abbinata a un calice di bollicine Metodo Classico selezionato tra le 40 etichette regionali che hanno preso parte alla sesta edizione del Premio Metodo classico regionale. Nel corso della serata, infatti, ci sarà la premiazione dei migliori spumanti Metodo Classico Emilia-Romagna, evento nell’evento per la prima volta ospitato a Cervia.

Nato sei anni fa per volontà di Ais, Regione e PrimaPagina, il Premio è un riconoscimento in tre sezioni (spumate brut, rosè e ancestrale) attribuito fra le oltre 40 cantine regionali produttrici di metodo classico. A selezionare le migliori etichette è un pannel di degustazione alla cieca condotto da commissioni miste di degustatori di Ais Emilia e Ais Romagna.

Dopo Cervia, il tour festeggia il compleanno di Pellegrino Artusi a Forlimpopoli (4 agosto) e approda a Cesenatico (6 agosto). Il settembre è emiliano, a Ferrara (1 settembre), Reggio Emilia (8 settembre) e Piacenza (18 settembre). Il gran finale è a Bologna (21 novembre) in occasione del Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier ospitato quest’anno in Emilia Romagna.

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post