Miss, ballerina e majorette, ma il sogno è la laurea

Barbara Pellizzari, damigella d’onore a Miss Mamma Italiana Gold 2019

CESENA. Nel 2019 è stata damigella d’onore a Miss Mamma Italiana Gold. Barbara Pellizzari è mamma di due figli: Nicole 20 anni e Lorenzo 13.

Quando è iniziato il suo percorso nel concorso?

“Nel 2018. Quasi per caso”.

In che senso?

“Sapevo che c’era perché vi aveva partecipato, vincendo, la madre di un compagno di classe di mia figlia”.

Barbara Pellizzari (foto Gloria Teti)

Quindi?

“Non avevo mai pensato di partecipare. Fu mia figlia a invitarmi a farlo, ma ero imbarazzata. Non ne volevo sapere, ma lei insisté ed allora accettai”.

Perché non ne voleva sapere?

“Pensavo di non essere all’altezza”.

Anche se è una donna è piacente.

“Un conto è esserlo, un altro partecipare ad un concorso di bellezza, almeno la pensavo così”.

Cosa le ha fatto cambiare idea?

“La presenza della prova di abilità”.

In cosa si è esibita?

“La prima volta il ballo, nella finale nazionale un’esibizione da majorette assieme a mia figlia”.

Perché discipline così diverse?

“Ho avuto esperienze in tutte e due”.

Il ballo a che livello?

“Con mio marito ballavo il liscio a livello competitivo. Poi lui si è stancato ed allora mi sono buttata sui caraibici formando un gruppo assieme ad altre ragazze”.

Come majorette cosa ha fatto?

“E’ stata un’esperienza lunga. E’ partita quando avevo dodici anni. L’ultima volta mi sono esibita nel 2018 in Sudafrica al campionato mondiale”.

Campionato mondiale? Allora le majorette sono molto di più dell’esibizione alla sagra del paese.

“Certo che sì. C’è un mondo dietro. Il comparto si è sviluppato anche per l’influenza dei paesi dell’Est. E’ stata un’esperienza meravigliosa”.

Perché parla al passato?

“Dopo il mondiale ho detto basta. Continuo a partecipare alla vita del gruppo e se capita faccio la presentatrice”.

Dopo l’inizio a dodici anni non si era mai fermata?

“Mi fermai dopo il matrimonio. Poi, assieme ad una collega, creai un gruppo senza banda al seguito.Partecipammo anche a Italia’s Got Talent”.

Veniamo a lei. Rimorsi, rimpianti?

“Rimorsi non ne ho. Rimpiango invece di non aver proseguito gli studi. Ma c’è tempo”.

In che senso?

“Che prima o poi mi iscriverò all’università”.

Facoltà?

“Lingue. Mi piacciono molto. In Sudafrica mi sono divertita a dialogare con gli autisti ed è stata una bella esperienza”.

Quando si iscriverà?

“Non c’è una data. E’ certo che lo farò. Per il momento sono impegnata in un’altra esperienza”.

Cioè?

“Il teatro. Mi sono iscritta in una compagnia teatrale”.

Una cosa è certa: lei fatica a stare ferma. Suo marito come reagisce?

“Si augurava che mi fermassi, ma alla fine si è arreso”.

Le foto sono di Gloria Teti

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post