I biglietti della Lotteria della Solidarietà per sostenere Piada 52

Il Chiosco Piada 52 (coop. sociale Paolo Babibi)

La Lotteria della Solidarietà, promossa dall’Associazione Amici di don Dario, dal Consorzio Solidarietà Sociale e da Assiprov, grazie ad un’idea molto originale, è diventata un interessante meccanismo di promozione commerciale, nella direzione anti-Covid 19.

Tutto ciò sta accadendo da domenica 15 novembre, quando l’Emilia Romagna è diventata zona arancione a seguito dell’ultimo DPCM del Governo, presso il chiosco Piada 52, che si trova a Forlì in via Dragoni.

Il locale, gestito dalla cooperativa sociale Paolo Babini, comunemente luogo di relazioni, aperitivi e piccola ristorazione, si è visto costretto a limitare la propria attività all’asporto e si è inventato un interessante incentivo per tale attività

“Ad ogni persona – spiega Marco Conti, presidente della cooperativa Paolo Babini – che usufruisce di tale servizio, omaggiamo un biglietto della Lotteria. Se poi il cliente raggiunge il nostro chiosco a piedi o in bicicletta ne riceve ben due: questo perché, nel nostro piccolo, vogliamo valorizzare la mobilità sostenibile che offre a tutti, in questo periodo di incertezza, anche di prendersi una sana boccata d’aria”.

“Sono molto soddisfatto di questa iniziativa – commenta Alberto Bravi, presidente dell’associazione Amici di don Dario – perché denota alti livelli di creatività anche in un momento così complesso e conferma la valenza della nostra Lotteria, non solo come strumento di raccolta fondi per il Non Profit, ma anche come leva commerciale per le attività economiche fortemente penalizzate dall’emergenza Coronavirus”.

Commenta con Facebook

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini) e "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di LUca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) 

Dialoga con l'autore di questo post