Il Comitato del No non si arrende

Il “Comitato per il no”, nato per contrastare l’ipotesi di un nuovo polo commerciale tra via Balzella e via Bernale, che verrebbe realizzato dopo l’approvazione di una variante urbanistica, torna ad appellarsi al Comune per avere un incontro dove poter ribadire i propri dubbi al progetto. Negli ultimi giorni c’è stato un approccio da parte di Forza Italia che ha proposto un incontro, ma i promotori del comitato vorrebbero che l’appuntamento fosse a nome della giunta. La richiesta di un incontro con l’Amministrazione è contenuta in una lettera arrivata il 25 luglio in piazza Saffi e fa seguito a una petizione on line su change.org al fine di raccogliere firme contro la nuova area commerciale e ad un sit-in in piazza Saffi. La discussione in consiglio comunale ripartirà a settembre: il progetto prevede una superficie alimentare di 2.500 metri quadrati dove dovrebbe insediarsi il marchio Esselunga, più altre superficie di misure almeno di 750 metri quadrati per non danneggiare i piccoli negozi. Nelle sue domande all’Amministrazione il Comitato ribadisce i suoi dubbi sull’impatto e l’utilità di un nuovo grande polo commerciale: dai camion che porterebbero a un aumento dell’inquinamento acustico, all’aumento del traffico di auto che di fatto renderebbe vana la realizzazione della tangenziale per snellirlo nella zona di Coriano. Tanti punti ancora da chiarire che dopo l’estate torneranno sul banco degli imputati.

Commenta con Facebook

Dialoga con l'autore di questo post