C’è chi dice no! (alla nuova area commerciale)

FORLI’. Fa sentire la sua voce il Comitato del no, appena nato per ribadire con forza il no alla nuova area commerciale che nascerebbe a Coriano, tra via Bertini e via Bernale, una volta approvata la variante urbanistica che dovrebbe essere votata il 27 luglio.  Elisabetta Silvato, Daniele Cortesi e Josè Molina Espinoza, in rappresentanza dei promotori della petizione su change.org che ha ormai toccato le duemila adesioni, e dei quartieri di San Giorgio e di Coriano-Ospedaletto-Pianta, dopo aver chiesto un confronto con l’Amministrazione e non aver avuto ancora risposta, chiariscono le loro richieste, vale a dire: una voce univoca da parte della maggioranza e un vero dialogo tra tutte le parti interessate. Tra le richieste avanzate anche un incontro pubblico dove poter manifestare ed ottenere risposte ai dubbi dei cittadini sulla nuova realizzazione. Ad esempio se sono previste barriere per l’inquinamento, se è stato fatto uno studio sugli impatti ambientali, quali sono i risultati? Manca una settimana alla discussione in consiglio del progetto che porterebbe alla realizzazione di una superficie di vendita alimentare di 2.500 metri quadrati nel quale dovrebbe inserirsi il marchio Esselunga, oltre ad altri punti vendita di dimensioni fino a 750 metri quadrati, in modo da non fare concorrenza a piccoli e medi negozi. Nel progetto la società Omnia, che dovrebbe portare avanti il progetto, si impegnerebbe all’adeguamento del sistema fognario ed idrico, la sistemazione della viabilità locale, la forestazione in un’area da 19.300 metri quadrati, destinata a diventare un nuovo parco pubblico e l’acquisizione per pubblica utilità e la forestazione di un’area verde di 27.600 mq nei pressi del fiume Rabbi-Montone.

Commenta con Facebook

Dialoga con l'autore di questo post