Grazie a Giorgio Calderoni

Ho scritto queste righe prima del ballottaggio.

Sono convinto che Calderoni – il quale avrà il mio voto – non ce la farà. Non ce la può fare perché 5 mila e 200 voti, a Forlì e in 15 giorni, non li recupera neanche il Mago Zurlì. A Calderoni però va detto grazie. Grazie perché alla sua non più verde età ci ha messo la faccia e l’impegno. Un giudice,  Consigliere di Stato e che ricopre un ruolo di prestigio può correre per la poltrona di Sindaco solo se vuole bene a Forlì e pensa di poter dare il suo contributo per migliorare le cose. Il PD ha mostrato tutti i suoi limiti, non solo organizzativi ma di prospettiva e spero che questa sconfitta lo aiuti a ritrovare idee, programmi e capacità analitica, senza supponenza o indulgenza verso gli errori commessi. Ne ha bisogno ma soprattutto ne ha bisogno un centrosinistra che sembra più interessato a risolvere i propri conflitti interni che non i problemi della nostra cara Città.

Commenta con Facebook

Lascia un Commento...