Gli impegni per la scuola

Intervento di Davide Fabbri (Cesena in Comune)

 La scuola al centro della nostra azione politica. È l’estrema sintesi del pensiero di Davide Fabbri (Cesena in Comune). La nota.

Il costante dialogo aperto con le scuole del territorio verterà sulla realizzazione di specifici progetti culturali ed educativi, anche inerenti i temi dell’ecologia e del territorio, della musica, delle arti visive e del teatro, prestando attenzione alla formazione degli insegnanti e allo sviluppo di un clima di collaborazione con le famiglie, nell’ottica di una formazione globale dei ragazzi, e non soltanto di tipo didattico.

Questi i nostri impegni concreti:– programmare il rifacimento o ristrutturazione delle scuole più vecchie, l’ampliamento di quelle insufficienti e l’ammodernamento delle altre, predisponendo un calendario di interventi trasparente e condiviso;– collaborare con le scuole per conoscere le loro necessità, evitare gli sprechi e incoraggiare la raccolta differenziata, sensibilizzando personale e studenti;– favorire una collaborazione con i genitori in maniera aperta e costruttiva per progetti specifici (mentre non è corretto che la scuola chieda ai genitori che acquistino materiali didattici, tra cui la carta, come non di rado è accaduto);– realizzare un servizio di refezione scolastica di qualità, sensibilizzando ragazzi e genitori circa l’importanza dei cibi biologici e della sana alimentazione;– introdurre elementi di comfort ambientale riguardanti l’arredo, i colori, l’illuminazione, in modo che l’ambiente scolastico sia luogo positivo, luminoso e creativo, e che anche il pasto a scuola sia un momento di benessere.

Davide Fabbri

Trasporto scolastico. I sistemi di trasporto e trasferimento collettivi dovranno essere rinnovati:– incentivando il sistema Piedi-bus, premiando i bambini che vi aderiscono e le loro famiglie, o le loro classi; promuovendo il trasferimento collettivo in bicicletta dopo aver messo in sicurezza i tragitti ciclabili, così da abituare le persone fin da giovani al trasferimento “verde” su brevi distanze. Verrà inoltre bandito per tutte le scuole un concorso “chilometri-bici” con il quale verranno premiate quelle classi che avranno fatto il maggior numero di chilometri per recarsi a scuola in bici; predisponendo all’interno delle scuole aree dedicate, circoscritte e conformi, dove parcheggiare le biciclette sia dei genitori sia degli alunni più grandi, senza che queste costituiscano un pericolo per i bambini che giocano fuori dalle classi durante l’intervallo.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...