Il Pri punge Alberti

Riaccesa la polemica sulle scuole private

La campagna elettorale si giocherà anche al centro. Le schermaglie sono iniziate da tempo. A gettare benzina sul fuoco poi ci ha pensato Arturo Alberti intervenendo il giorno della presentazione di Andrea Rossi. Oggi il Pri punge Alberti. La nota.

Abbiamo letto con particolare attenzione le dichiarazioni del Dott. Arturo Alberti riguardanti le motivazioni della sua scelta di centro-destra ed in particolare il suo favore per il candidato a sindaco Rossi, incoronato qualche giorno fa da Morrone segretario della Lega.

Abbiamo avuto l’impressione che le motivazioni siano un po’ troppo vaghe e non rispondenti in particolare alle sensibilità di gran parte del mondo cattolico italiano e/o cesenate. Possiamo capire che CL sia molto vicina alle posizioni del Ministro Fontana che non ci sembra una persona molto aperta alla accoglienza ed alla carità cristiana.

Non possiamo per ovvie ragioni, non essendo esperti del tema, stabilire se Rossi sia laico oppure laicista.

Sappiamo solo che la parità delle scuole è garantita dalla Costituzione. L’art. 33 stabilisce: Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione SENZA ONERI PER LO STATO”.

Forse è questo comma che dà fastidio ad Alberti?

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...