Parte la bottega del futuro

Iniziative Confesercenti/Google. Il più grande progetto di digitalizzazione del commercio. Il Cesenate uno dei territori più avanti. Ci sono oltre mille adesioni

Portare i negozi sulle strade della Rete, aprendo il modello di distribuzione commerciale del commercio di vicinato alle innovazioni introdotte dagli strumenti digitali. È questa la sfida di “La bottega nel futuro”, il progetto messo in campo da Google e Confesercenti per la digitalizzazione e la modernizzazione delle attività commerciali italiane.

Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi a Roma ed è in fase di avvio anche nel cesenate. Non solo e-commerce, quindi. Anche i tradizionali negozi di vicinato “fisici” possono e devono beneficiare del web: con la corretta formazione e utilizzando efficacemente gli strumenti digitali, la rete dei piccoli negozi può recuperare grazie ad internet importanti quote di vendite.

L’accordo con Google Italia costituisce la prima fase del processo. Da dicembre 2018, oltre 20mila imprenditori iscriveranno la propria impresa al servizio Google My Business: per dimensioni, si tratta del più grande progetto di digitalizzazione del commercio mai avviato in Italia. Di questi, oltre un migliaio sono del cesenate. L’obiettivo è far dialogare meglio le due Reti, il web e la rete dei negozi: l’iscrizione a Google My Business, infatti, contribuirà alla visibilità online dei negozi tradizionali, segnalandone la posizione sulle mappe digitali come Google Maps e facendoli interfacciare anche con gli assistenti intelligenti come il Google Assistant.

A seguire il progetto nel cesenate è Giulia Rossi, operativa presso la sede Confesercenti di Cesena in Viale 4 Novembre 145, che afferma “sul fronte della digitalizzazione, le piccole imprese sono ancora indietro. Molti sono i margini di miglioramento, soprattutto con riferimento all’e-commerce ed alle attività di digital marketing, fondamentali per accrescere la “notorietà” delle piccole realtà produttive e quindi le vendite realizzate sia online che offline”.

“Come Confesercenti Cesenate– aggiunge Giulia Rossi – abbiamo aderito al progetto regionale Digital Hub Innovation: avvieremo dei percorsi formativi e informativi con esperti del settore per essere vicini ai commercianti nostri associati che hanno bisogno di sviluppare questi strumenti e per sostenere coloro che li usano già. Offriremo inoltre la possibilità di avere delle consulenze specifiche personalizzate”.

Cesare Soldati

“Per le piccole imprese la digitalizzazione rappresenta una grossa opportunità anche per allargare il bacino di domanda e cogliere occasioni di sviluppo ulteriore sui diversi mercati”, spiega Cesare Soldati, Presidente della Confesercenti Cesenate. “Le nuove tecnologie, infatti, hanno il grande pregio di abbattere distanze e barriere commerciali, allargando gli orizzonti anche a mercati altrimenti difficili da raggiungere. E possono permettere al modello delle botteghe di funzionare al meglio. Dopotutto, il modello dell’e-commerce non è troppo lontano da quello dei bottegai anni ’60, quando si faceva la spesa al telefono: il bottegaio riceveva e trascriveva l’ordine e la merce veniva consegnata a domicilio secondo l’ora indicata dal cliente”.

Cesare Soldati

“Vogliamo essere a fianco degli imprenditori per far crescere le botteghe del futuro, quelle che usano il web per farsi trovare, rafforzare la loro identità e crescere”, sottolinea il presidente della Confesercenti Cesenate. “Il progetto “La bottega nel futuro” – conclude Cesare Soldati –si rivolge ai negozi di vicinato, che in questo 2018 sono tornati a registrare un rallentamento: a meno di un Natale particolarmente dinamico, per le piccole superfici l’anno si chiuderà con una flessione del 2% delle vendite.La frenata del 2018, inoltre, arriva dopo un lungo periodo non brillante, che ha sfiancato gli operatori. Basta pensare che a livello nazionale la quota di mercato dei piccoli esercizi è scesa al 26,3% ed il settore in quattro anni ha perso circa 65mila posti di lavoro, occupati da piccoli imprenditori. Con l’innovazione digitale puntiamo ad invertire la rotta”.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...