Sicurezza, allarme dei sindacati

Chiesta la sottoscrizione di un documento comune per chiedere l'aumento degli organici

Cgil Cisl e Uil di Cesena, hanno recentemente inviato all’Amministrazione Comunale di Cesena e al Consiglio Comunale, un documento sulla legalità e sicurezza cittadina. La diffusa preoccupazione per il diffondersi degli odiosi furti e di grave aggressioni, non è scollegata dalla preoccupazione per fenomeni malavitosi che si insinuano nel mondo degli affari economici.

Carabinieri in servizio 

Se una collettività si distrae, si apre una profonda crepa sul fronte di tutta la sicurezza cittadina. Per queste ragioni, a giudizio delle scriventi, c’è un filo che collega i furti, con il fenomeno del caporalato, in quanto segnali di un potenziale degrado nella tenuta dei valori portanti di una comunità.

L’illegalità, è un fattore che crea distorsioni gravi a inquinare i diritti fondamentali delle persone nel lavoro e nella vita quotidiana, altera la concorrenza, impoverisce il territorio, mina la coesione sociale, e crea quindi un “terreno” dove è anche più facile che si insinui la microcriminalità.  

Tutti i soggetti richiamati in premessa, il mondo  associativo e tutta la società civile, sono certamente interessati allo sviluppo di un territorio, dove la legalità sia un fattore attrattivo per investimenti di soggetti sani e trasparenti, che individuino il bacino cesenate e romagnolo, come luogo virtuoso, con un potenziale di crescita di infrastrutture, competenze e conoscenza, favorevole alla realizzazione di lavoro di qualità e di benessere.

Su queste basi, l’auspicio di Cgil Cisl e Uil di Cesena è di sottoscrivere un documento comune, attraverso il quale il territorio e tutti i suoi protagonisti, rivendichino con unità di intenti, un rafforzamento delle dotazioni organiche, mezzi e strumenti di polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza e ispettori del lavoro dedicati al territorio cesenate, nella consapevolezza che ci sono conclamate carenze.
L’idea dei sindacati è quindi quella di costruire un fronte comune, che sul tema complessivo della legalità, scelga di giocare la stessa partita, condividendo un auspicio che è prima di tutto chiesto a gran voce dai cittadini. E ritengono che si tratta di un momento favorevole perché sono in previsione assunzioni sia nel comparto sicurezza che nel settore ispettivo (ITL, INPS, Medicina del lavoro) e in mancanza di un posizionamento chiaro di tutta la città e del territorio, sulle carenze di organici, esiste il rischio di ottenere un modestissimo risultato a danno dei cittadini e di tutta la comunità.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...