16-21 aprile: Al Ceub l’8a International Astrocyte School

E’ cominciata questa mattina e si protrarrà fino al 21 aprile presso il Centro Universitario di Bertinoro l’8a edizione di IAS (International Astrocyte School), evento curato dall’agenzia Azuleon che fin dalla sua prima edizione si svolge sul colle della cittadella dell’Ospitalità.

Alla Scuola, coordinata dall’executive board, composto da Alfonso Araque (University of Minnesota), Giorgio Carmignoto (CNR Istituto di Neuroscienze), Richard Robitaille (Università di Montreal) e Paulo Mighales (Università di Padova), partecipano circa 40 scienziati provenienti da ogni parte del mondo, per approfondire le proprie conoscenze in merito agli astrociti, cellule che si trovano nel sistema nervoso, con particolare riferimento al loro ruolo nell’ambito delle funzioni e delle disfunzioni celebrali.

Il tema specifico dell’edizione 2018 riguarda “Glia in salute e malattia”: le cellule della glia (cellule gialle o neuraglia) costituiscono, insieme ai neuroni, il sistema nervoso. L’approccio formativo della scuola è basato sul confronto fra esperienze scientifiche fra scienziati giovani e senior, con analisi e valutazioni critiche dei dati disponibili e sulle contraddizioni ad essi connessi.

I relatori della Scuola sono Alfonso Araque (Minneapolis, USA), David Attwell (Londra, Regno Unito), Giorgio Carmignoto (Padova, Italia), Inbal Goshen (Gerusalemme, Israele), Elly Hol (Utrecht, Paesi Bassi), Frank Kirchhoff (Homburg, Germania), Arlette Kolta (Montréal, QC, Canada), Giovanni Marsicano (Bordeaux, Francia), Francesco Papaleo (Genova, Italia), Richard Robitaille (Montréal, QC, Canada), Christine Rose (Düsseldorf, Germania), Harald Sontheimer (Roanoke, USA).

Commenta con Facebook
Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da oltre 20 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della neonata rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente. Sposato con tre figli, nel tempo libero si occupa di volontariato all'interno del Lions Club e, quanto il tempo glielo permette, dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini e "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). 

Lascia un Commento...