Astrologia e magia nel Rinascimento: teorie, pratiche, condanne

il Centro di Alti Studi Euaristos organizza , presso la sua sede , Casa Zambelli a Forlì, in Viale Salinatore 5, un seminario sui temiAstrologia e magia nel Rinascimento. Teorie, pratiche, condanne” , previsto per le giornate di martedì 21 e mercoledì 22 maggio ,a proposito delle recenti raccolte di saggi storici “Il linguaggio dei cieli” e “I vincoli della natura” , entrambi a cura di Germana Ernst e Guido Giglioni, ed entrambi editi da Carocci (Roma ,2012).

La finalità del Centro di Alti Studi Euaristos , nato nel Febbraio del 2011 dal comitato di ventuno studiosi e docenti universitari di varie nazionalità, è quella di incoraggiare la ricerca dopo la conclusione degli Studi Universitari e del Dottorato, ricerca che in ogni disciplina attualmente in Italia non ha risorse, né prospettive e viene in molti casi abbandonata, aiutando concretamente i giovani post-Doc, ossia coloro che hanno terminato il Dottorato di Ricerca Universitario ed, in alcuni casi eccezionali, altri studiosi .

Obiettivo principale dell’Associazione è la gestione di un centro di ricerca interdisciplinare, in particolare rivolto a giovani studiosi “post –Doc” , ai quali verrà fornito sia l’alloggio, sia il sostegno economico e scientifico. Il Centro intende ospitare giovani studiosi italiani e stranieri che, dopo aver completato gli Studi Universitari, vogliano continuare la ricerca e l’ elaborazione delle loro tesi in vista di produrre libri per continuare la carriera accademica e prevede inoltre di offrire la sede per corsi intensivi.

In questi anni è vasto e frequente in Italia il fenomeno della fuga dei cervelli, il che rappresenta un dramma individuale, ma anche una perdita di risorse per il nostro Paese, che non potrà avvalersi della preparazione fornita ai “post-Doc” nelle sue scuole e università. – spiega la Vice-Presidente , Professoressa Paola Zambelli dell’Università di Firenze – Il Centro di Alti Studi Euaristos , mirando a contrastare questo fenomeno, auspica di ottenere finanziamenti per conferire borse di ricerca ed organizzare seminari e convegni aperti ai membri dell’associazione, ai borsisti e a tutte le persone interessate”.

Anche borsisti stranieri , che abbiano già ottenuto nelle loro patrie borse di studio per svolgere ricerche nel nostro territorio – continua la Professoressa Zambelli- potranno essere ospitati nella nostra sede, che diventerà così un centro di ricerca e di contatti internazionali ”.

Grazie al finanziamento della Fondazione della Cassa di Risparmio di Forlì, grazie anche alla disponibilità di una villa costruita negli Anni Cinquanta dallo Studio “Franco Albini-Franca Helg ” a Forlì, il Centro di Alti Studi Euaristos bandisce quattro borse di ricerca interdisciplinare “post-Doc” per il periodo 15 settembre -15 dicembre 2013. Il bando si chiuderà il prossimo il 15 giugno 2013 ed è consultabile nel sito http://www.altistudieuaristos.it/. Gli studiosi interessati possono richiedere informazioni scrivendo all’indirizzo mail altistudi@gmail.com .

Questo il programma del Seminario “Astrologia e magia nel Rinascimento. Teorie, pratiche, condanne

Casa Zambelli, viale Salinatore n.5,Forlì

martedì 21 maggio ore 15-19

Indagare l’occulto, trasformare il mondo”

Michela Pereira, Università di Siena

Giovanni Pico e l’astrologia

Ornella Faracovi, Fondazione Enriques, Livorno

De’ formatori de pronostichi” nel Quattrocento e nel Cinquecento

Elide Casali, Università di Bologna (sede di Forlì).

Lo Zodiaco della Vita”

Franco Bacchelli, Università di Bologna

mercoledì 22 maggio ore 9.30 – 13.00

Inquisitori e streghe”

Vincenzo Lavenia, Università di Macerata

La magia naturale nella Sylva Sylvarum di Bacon: “a high kind of natural magic

Guido Giglioni, Istituto Warburg, Università di Londra

La luce degli astri e le tenebre delle streghe in Cardano”

Germana Ernst, Università di Roma Tre

Michela Pereira, Università di Siena, docente di Storia della Filosofia Medievale e della tradizione alchemica, ricercatrice internazionale.

Ornella Faracovi, Fondazione Enriques , studiosa di storia della filosofia dal Medioevo alla Prima Età Moderna, autrice di studi sull’ astrologia nella cultura occidentale e sistemi di predizione da Tolomeo al Rinascimento.

Elide Casali, professore associato di Letteratura italiana presso l’Università di Bologna (sede di Forlì). autrice di numerose pubblicazioni su antropologia storica, storia del folclore, tradizioni astrologiche e magiche popolaridal XIV al XVIII secolo

Franco Bacchelli, docente di Storia della Filosofia dell’Università di Bologna, studioso di L.Battista Alberti, Ficino, Giovanni Pico, Pierleone da Spoleto e di Marcello Palingenio Stellato, il forlivese autore del poema cosmologico “Zodiaco della vita”.

Vincenzo Lavenia, docente di Storia Moderna all’Università di Macerata , co-autore con Adriano Prosperi del ‘Dizionario dell’Inquisizione, ha dedicato numerosi studi alla prima età moderna che spaziano dai processi di eresia o di stregoneria alle istituzioni militari e organizzazioni religiose degli eserciti.

Guido Giglioni, professore all’ Istituto Warburg dell’Università di Londra, studioso di magia naturale fino a Francis Bacon e Jacques van Helmont.

Germana Ernst, Università di RomaTre, docente di Storia della Filosofia del Rinascimento, studiosa di storia dell’astrologia e della profezia, è una grande specialista di Tommaso Campanella, ed è una dei due fondatori e direttori della rivista “Bruniana e campanellianae delle collezioni ad essa connesse.

L’osservazione degli astri, e la riflessione sulle loro possibili connessioni con gli eventi umani, individuali o collettivi, giocano un ruolo importante nella cultura del Rinascimento. All’introduzione di molti testi della tradizione classica e tardo-antica consegue un rilevantissimo ampliarsi degli orizzonti e dei dibattiti relativi a tali dottrine in molteplici ambiti del pensiero e dei rapporti sociali. L’ostilità di pensatori come Giovanni Pico della Mirandola e le condanne da parte della Chiesa non arginano il loro propagarsi ai livelli alti della cultura e negli strati popolari, o le suggestioni che un ricco patrimonio di simboli e di immagini esercitano su importanti cicli iconografici”. Cit. “Il linguaggio dei cieli” a cura di Germana Ernst e Guido Giglioni (Carocci, Roma 2012)

La magia e stregoneria rinascimentali non possono ridursi a un fenomeno puramente intellettuale limitato all’opera di filosofi, medici, teologi e giuristi. Esse presuppongono livelli di realtà e sapere che variano a seconda dei personaggi implicati nella vicenda – dal professore universitario alla guaritrice del villaggio, dal prete di campagna all’illustre demonologo. Che abbiano a che fare con fenomeni meteorologici, processi di riproduzione animale e umana, salute fisica e mentale, prolungamento della vita, nutrizione e crescita, in tutti questi casi maghi e stregoni dimostrano di saper far leva sull’incessante circolazione di vita e conoscenza all’interno del cosmo. In quanto parte integrale del sistema di credenze dell’epoca, magia e stregoneria nel Rinascimento ebbero un ruolo fondamentale nel definire la cultura della prima modernità” cit. “I Vincoli della natura” a cura di Germana Ernst e Guido Giglioni (Carocci, Roma 2012).

Il Seminario è aperto a tutti gli interessati.

GIOVANNI-PICO

Commenta con Facebook

Romagnapost.it

Le notizie più interessanti, curiose e divertenti prese da Internet e pubblicate su Romagnapost.it. A cura dello staff di Tribucoop. 

  1 comment for “Astrologia e magia nel Rinascimento: teorie, pratiche, condanne

Dialoga con l'autore di questo post