Non ci fermeremo

Il documento di Possibile sul percorso di unificazione della sinistra cesenate

Passi in avanti verso un percorso il più unitario possibile delle forze cesenati di sinistra. Ma ci sono ancora degli inciampi che però, secondo Possibile, non fermeranno l’operazione. Questo il documento.

Piazza del Popolo – Cesena (credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)

Mai un passo indietro e ieri abbiamo incominciato a camminare.
Lo abbiamo fatto insieme agli amici di Sinistra Italiana e al Gruppo Consiliare di MDP-ART.1 con un primo incontro, interlocutorio ma molto interessante, con il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Carlo Battistini proprio sul Bilancio Comunale 2018.

 


Lo abbiamo fatto coerentemente e convintamente per provare a mettere in campo una serie di proposte che vadano nella direzione di una maggiore progressività fiscale, di una maggior tutela delle fasce più deboli e delle politiche sociali, di maggior attenzione alla cultura e al territorio, del sostegno al lavoro e alla lotta al lavoro nero e al Caporalato.

Cesena – (Photo credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)


Abbiamo letto con stupore l’intervento di chi in MDP-ART.1 non ha ancora (volente o nolente) condiviso questo percorso. Lo avevamo detto e siamo stati facili profeti, “il prima passo é sempre il più difficile”.
Un comunicato di cui ci chiediamo il senso e l’utilità. Un comunicato in cui si è cercato di svilire l’iniziativa e chi quell’iniziativa l’ha portata avanti e questa (per noi) è una strategia davvero incomprensibile.

 


Oltretutto chi ha scritto quel comunicato era evidentemente poco informato. Sono sfuggite parecchie cose, come la composizioni delle delegazioni presenti in conferenza stampa, i contatti e i confronti che hanno preparato quella conferenza stampa.
Come sono sfuggiti gli incontri e i confronti che negli ultimi mesi hanno visto partecipare Possibile, Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista e Partito Comunista Italiano (formazioni storiche e più nuove del panorama della Sinistra cesenate) che hanno portato alla stesura e condivisione di comunicati importanti come su Primo Maggio e 25 aprile, non ultimo l’intervento a sostegno dei lavoratori della Trevi Italia.
Sono sfuggite davvero tante cose, perché evidentemente chi c’è c’è, ma chi non c’è non c’è!

 

https://www.flickr.com/photos/ziowoody/

Cesena – Palazzo del Capitano (photo credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)


E deve essere sfuggita la manifestazione unitaria della Sinistra ieri in piazza del Pantheon a Roma contro la fiducia al “Rosatellum bis” e a riguardo appoggiamo e proveremo ad essere presenti all’iniziativa organizzata per questa sera alle 18 in Piazza Ordelaffi, davanti alla Prefettura di Forlì.
E deve essere sfuggito che sono davvero tante le cose che ci uniscono e che si possono fare.


Convinti che i personalismi e i vecchi rancori abbiano ormai fatto il loro tempo e non ci sia più tempo da perdere.
Per questo noi non facciamo un passo indietro, anzi, continueremo su questa strada, convinti che Cesena e i cesenati meritano di più e perché si può fare!

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli.

 

Lascia un Commento...