Rilancio dell’agricoltura e inclusione sociale – Intervista a Ortocircuito

Sesto appuntamento della rubrica "Coopstartup - Loro ce l'hanno fatta".

Continua il viaggio di Eureka dentro il bando Coopstartup con lo sguardo dei precedenti vincitori del bando. Oggi intervistiamo Giovanni della cooperativa agricola sociale Ortocircuito.

 

Chi siete?

Siamo una cooperativa agricola sociale.

Da dove venite?

Dalla provincia di Savona.

Di cosa vi occupate?

Ci occupiamo di agricoltura.

Come si chiama la vostra cooperativa?

Ortocircuito, tutto attaccato!

 

Com’è nata la vostra idea cooperativa?

Allora, è difficile riassumerlo! È nata da un gruppo di persone che avevano voglia di riprendere in mano il lavoro agricolo e l’idea di cooperativa è nata poi pian piano, valutando quale fosse il modo più interessante per svilupparla insieme.

Quanti soci ci sono all’interno della vostra cooperativa?

Attualmente siamo cinque.

Quali sono i valori che guidano la vostra cooperativa?

Allora, sicuramente l’idea di un rilancio dell’agricoltura nel nostro territorio e dell’inclusione sociale. Il fatto di avere scelto la formula cooperativa è coerente con questi valori.

Raccontateci come vedete la vostra cooperativa da qui a dieci anni.

Questa è difficile. Vediamo sicuramente una cooperativa in espansione a livello di territori coperti, a livello di produzione nella rete sociale del territorio e all’avanguardia rispetto a tecniche di produzioni e prodotti.

Passiamo a Coopstartup. Come siete venuti a conoscenza del bando?

In maniera un po’ casuale. Tanti di noi erano già soci di Coop Liguria, e alcuni di noi leggendo il materiale informativo a disposizione abbiamo incontrato informazioni sul bando.

In che anno avete vinto il bando?

A cavallo fra il 2015 e il 2016.

Quanto è stato fondamentale il progetto Coopstartup per lo sviluppo della vostra idea?

È stato fondamentale perché ci ha permesso di rimettere in discussione alcune idee, valori e progetti. Ci ha dato la possibilità di stupirci e quindi è stato stimolante.

Un consiglio per coloro che vogliono partecipare a questo bando.

Un consiglio è quello di prestare molta attenzione alla preparazione del progetto e alla formulazione dell’idea imprenditoriale, soprattutto dal punto di vista economico. Bisogna entrare nell’ottica di idee che questo è un bando molto importante che richiede tante energie da parte di tutti.

 

E tu, hai un’idea cooperativa? Clicca qui: http://romagna.coopstartup.it/piattaforma/.

Commenta con Facebook
Eureka

Eureka

Massimo Romano, Angelo D’Angelo, Andrea Casalis, Luca Corraini e Giulia Monaco vengono rispettivamente da Palermo, Vasto (CH), Padova, Bologna e Eboli (SA). Sono cinque studenti iscritti al corso di laurea magistrale in Mass Media e Politica dell’Alma Mater, Università di Bologna, Campus di Forlì. Tutti e cinque appassionati di cinema, fotografia e serie televisive, nel 2015 si trasferiscono a Forlì per approfondire gli interessanti mondi della comunicazione politica, del marketing elettorale e del social media management. Questo il motivo per cui, nel 2017, colgono immediatamente l’opportunità di mettersi in gioco per realizzare una startup dentro al progetto Coopstartup Romagna e raccontare il mondo cooperativo.

 

Tags:

Lascia un Commento...