Martha High & The Italian Royal Family

RAVENNA. Scelta da James Brown per oltre trent’anni, con alle spalle collaborazioni con altri mostri sacri come Little Richards, Jerry Lee Lewis, Aretha Franklin, B.B. King o Stevie Wonder, ci sono poche cantanti al mondo che possono essere definite con tranquillità “dee del Soul”. 

Martha High è sicuramente una di queste, perché è stata una protagonista indiscussa della black music internazionale e continua ancora oggi a incantare i pubblici di tutto il mondo con la sua carica groove. Con lei venerdì 5 agosto a Lido di Classe si apre la sezione che Spiagge Soul per la prima volta dedica ai Lidi Sud della Riviera, fino a domenica, con l’unica eccezione alla gratuità che caratterizza il festival fin dalla sua nascita: per il concerto all’Arena del Sole infatti c’è un biglietto d’ingresso, acquistabile in loco oppure in prevendita (15 euro). Questi due giorni offrono però anche la possibilità di due colazioni soul, entrambe al Bagno Rosa 22 alle 9.30: giovedì 4 con Carlos Forero e la sua Cumbia Poder, e venerdì 5 con i Banana Boat.

Martha High è indiscutibilmente un testimone chiave della soul music internazionale. Ha iniziato la sua carriera accompagnando il leggendario Bo Diddley, per poi ritrovarsi a fare da personal background vocalist a James Brown per 35 anni. Ha calcato palchi di tutto il mondo, esibendosi nella storica notte di Boston per placare gli scontri in seguito all’assassinio di Martin Luther King o a Kinshasa per il sensazionale “Zaire 74” prima dell’incontro Ali-Foremann passato alla storia come “Rumble In The Jungle”. Martha High si è esibita per capi di stato e imperatori, una carriera che copre oltre quattro decadi e che non accenna a fermarsi. Il suo ultimo album uscito per Blind Faith Records è stato recensito da testate prestigiose come Daily Mirror, Financial Times, Mojo, Uncut ed è in playlist in radio come BBC6 e Fip France.

Commenta con Facebook

Dialoga con l'autore di questo post