Cesena Jazz Festival 2022: da giugno a settembre le star del jazz alla rocca

Con artisti nazionali e internazionali

CESENA. Dopo il successo delle prime edizioni, l’associazione culturale Jazzlife APS, che da oltre dieci anni è attiva sul panorama nazionale nell’organizzazione di eventi e rassegne musicali (Otranto Jazz Festival, Comacchio Jazz, Note di Jazz dall’Alba al Tramonto a Codigoro, Mariani in Jazz), presenta la terza edizione del Cesena Jazz Festival, evento di valorizzazione del territorio Cesenate e di attrazione turistica regionale con proposte musicali e culturali e che ha come obiettivo la valorizzazione di nuovi talenti musicali e l’educazione del pubblico all’ascolto della musica jazz come musica per tutti.

L’edizione 2022 prevede alcuni elementi di novità rispetto all’edizione precedente con la partecipazione delle star del jazz internazionale, spettacoli con contaminazione tra musica e recitazione e il ritorno della formazione in presenza, grande assente degli ultimi anni.

Per l’edizione 2022 del Cesena Jazz Festival, si è scelto di distribuire il programma nei mesi estivi di giugno, luglio e agosto al fine di creare un maggior flusso turistico e di pubblico verso la città dalle località balneari vicine e generare un indotto di pubblico che possa avere una positiva ricaduta sul territorio.

Il festival prevede la partecipazione di artisti nazionali e internazionali che saranno ospiti della Cesena Jazz Orchestra, ensemble di 12 elementi costituita in occasione della prima edizione del Cesena Jazz Festival, composta da musicisti del territorio cesenate e romagnolo.  Il trombettista Fabrizio Bosso il 30 giugno, si unirà all’orchestra diretta dal maestro Roberto Spadoni in un tributo a Charles Mingus in occasione del centenario dalla nascita, una delle personalità più importanti e carismatiche del XX secolo e della storia del jazz. 

Il 2 agosto, l’ospite d’onore sarà il grande Paolo Fresu in un programma con brani di Marco Tamburini, Roberto Spadoni e Luca di Luzio per rendere omaggio al trombettista cesenate scomparso nel 2015.

ll 6 agosto il festival ospita una tappa del tour italiano di lancio del progetto discografico di Luca di Luzio “Never Give Up” con una line up d’eccezione con Alain Caron al basso elettrico, Rodney Holmes alla batteria e George Whitty alle tastiere.

L’8 agosto lo storico duo statunitense Tuck & Patti incanterà il pubblico, un’alchimia di voce e chitarra ormai entrata nella storia della musica, mentre il 24 agosto l’attore Stefano Fresi sarà ospite in un progetto multidisciplinare dedicato a Henry Mancini e le musiche da film realizzato da Cristiana Polegri e Roberto Spadoni che rileggono alcune delle sue celebri composizioni, arrangiate per un colorito jazz ensemble di dieci elementi.

Dopo alcuni anni, infine, ritorna la formazione in presenza, con il Cesena Jazz Workshop, dal 25 al 28 agosto, destinata ai giovani studenti e musicisti che desiderino fare un’esperienza di composizione, arrangiamento o di musica di insieme orchestrale professionalizzante, che si conclude con una produzione originale inserita nel programma ufficiale del festival che lo conclude il 28 agosto. 

Non mancheranno i concertini presso alcuni locali del centro storico grazie alla collaborazione con alcune realtà del territorio.

I concerti si svolgono presso il Parco della Rocca Malatestiana a Cesena. In caso di maltempo si svolgeranno al Teatro Verdi. Biglietti a brevissimo in vendita sul sito www.cesenajazzfestival.it .

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post