Amadori adotta 300 mila api

Le arnie installate in zona Settecrociari

CESENA. Domani, 20 maggio, si celebra la Giornata Mondiale delle Api, indetta dall’ONU nel 2017 per ricordare il loro fondamentale ruolo nell’ecosistema naturale. Il Gruppo Amadori, sempre più impegnato in un modello di business che affianchi la sostenibilità ambientale e sociale a quella economica, ha deciso di dare il proprio contributo per proteggere le api nella loro infaticabile azione quotidiana. Per farlo si è affidata a Beeing, start up cesenate specializzata nella creazione di soluzioni tecnologiche applicate al mondo dell’apicoltura. 

L’apiario Amadori, già attivo e curato da un apicoltore professionista del territorio, è formato da otto arnie tradizionali e due “b-box” (arnie ideate da Beeing e dotate di camino per agevolare la partenza “in quota” degli insetti), dove sono già “al lavoro” 300mila api che, nei prossimi mesi, potrebbero diventare fino a 500mila. Sono inoltre stati installati due nidi per bombi selvatici, altra specie di impollinatori in pericolo a causa delle azioni antropiche.

Come location è stato scelto un terreno in località Settecrociari, nei pressi di uno dei siti del Gruppo, con ampio spazio aperto, campi coltivati ma anche prati incolti e a sfalcio ridotto, zone piantumate e alberi: un’area lontana dal traffico stradale e con le prime colline a una certa distanza, ideale per il “decollo” e l’“atterraggio” delle api.

Attorno all’apiario sono stati piantati anche cespugli di rosmarino e lavanda, scelti per dare nutrimento alle api, in particolare, nei mesi più freddi.

A conferma dell’importanza di questo progetto sono stati installati alcuni sensori grazie ai quali, in questi mesi, sarà monitorato lo stato di salute degli insetti e del miele e, due volte l’anno, sarà rilevata l’eventuale presenza di metalli pesanti nell’aria (piombo, cadmio, cromo e nichel), indicatori di riferimento per conoscere il livello di inquinamento atmosferico attorno alle arnie.

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post