Più piste ciclabili, casine dell’acqua e fotovoltaico: le richieste dei giovani santarcangiolesi in marcia per la sostenibilità




Ieri la sfilata dei 125 studenti della media Franchini e l’incontro con l’amministrazione comunale a conclusione di “Noi siamo uno”


I giovani di Santarcangelo chiedono più casine dell’acqua, raccoglitori per i mozziconi, più fotovoltaico, più piste ciclabili e meno traffico. Ieri sono stati 125 gli studenti della scuola media Franchini che hanno sfilato in corteo fino al Municipio per un mondo più sostenibile e green a conclusione del progetto “Noi siamo uno; rispettare l’ambiente, la comunità, l’alterità”.

La “marching band” dei ragazzi e ragazze delle classi I E, II C, II I, III F, III L, accompagnata dai docenti Valentina Mase, Giorgia Castellaccio, Maria Teresa Ricci, Dea Gualdi, Susanna Favini, Noemi Berardi e Filippo Tassani, ha suonato i tamburi realizzati dagli studenti stessi con materiali di recupero nei laboratori del progetto, intonando per le vie del centro le canzoni composte insieme agli insegnanti di musica.

Tornati poi a scuola, i giovani hanno presentato all’amministrazione comunale e ai partner del progetto il lavoro svolto, dando suggerimenti sui temi ambientali per la città e illustrando il loro personale impegno per la sostenibilità. Hanno partecipato la dirigente scolastica Giovanna Frisoni, l’assessora alla Scuola Angela Garattoni, l’assessore al Bilancio Emanuele ZangoliMaurizio Bartolucci presidente della fondazione Francolini Franceschi, Stefano Bugli di Unoenergy, Giovanna Scaparrotti direttrice di Enaip, Licia Piraccini direttrice di Cescot, Patrizia Celli di Conad La Fonte, Donato Speroni di Asvis, Giulio Brandinellivicepresidente di Città Viva.

Domani pomeriggio i ragazzi e le ragazze guideranno famiglie e cittadini alla scoperta delle vetrine che in vari punti di Santarcangelo metteranno in mostra i loro lavori: pannelli con circuiti elettrici led o fotovoltaici, disegni, libretti, poesie, tamburi, maracas, bracciali, magliette con lo slogan “WAO – We are one” saranno esposti da Unoenergy in via G. da Serravalle 4; alla Pro Loco in via Battisti 5; al Chiosco di piazza Ganganelli. Alcune realizzazioni saranno visibili anche al Conad superstore La Fonte di Viserba di Rimini.

Il progetto di educazione alla sostenibilità “Noi siamo uno” è stato realizzato grazie a Unoenergy, Fondazione Francolini, Associazione economica Città Viva, insieme ad un vasto partenariato nazionale e locale che annovera Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, Ecomondo, Conad La Fonte, Fondazione Enaip, Cescot e con il patrocinio del Comune di Santarcangelo.  

Commenta con Facebook

Fucina 798

Fucina798 è una società specializzata in servizi di ufficio stampa istituzionale e aziendale, copywriting, media management, marketing, organizzazione e promozione di eventi. Fondata da tre soci – di cui due giornalisti – con una comprovata esperienza nel settore dei media tradizionali e online, degli uffici stampa e del marketing, vede come parte integrante della struttura professionale giornalisti, esperti di marketing e videomaker. I fondatori di Fucina798: Matteo Bonetti – Esperto di marketing e amministrazione, già addetto stampa dei Comuni di Morciano e di San Clemente. Curatore di mostre ed eventi culturali. Giorgia Gianni – Giornalista professionista, già redattrice in quotidiani e periodici e responsabile di servizi di informazione tematici online. Specializzata in uffici stampa istituzionali e portavoce. Emer Sani – Giornalista, già responsabile ufficio stampa Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese e direttore rivista ufficiale Cons; organizzatore media event. 

Dialoga con l'autore di questo post