Parte alla Fabbrica delle Candele il progetto “The Road” – Taccuino di un viaggio speciale”

Un percorso di avvicinamento al mondo del lavoro e alla vita vera, ideato dall’associazione Un’altra Storia e guidato dal giornalista Luca Pagliari

Prenderà il via, giovedì 21 ottobre, “The road – Taccuino di un viaggio speciale”, l’iniziativa ideata e promossa dall’Associazione Un’altra Storia e dal Comune di Forlì, Assessorato alle Politiche Giovanili, Servizi Educativi, scuola e formazione. The Road si svolgerà nei prossimi mesi presso la Fabbrica delle Candele, in piazzetta Conserva Corbizzi 9/30 a Forlì, e coinvolgerà giovani, studenti e non, fino ai 35 anni.

“Mai come ora è necessario trasferire degli input positivi – afferma l’assessore Paola Casara – Oltre all’acquisizione delle competenze è necessario inviare messaggi in grado di infondere forza e fiducia. La pandemia, l’uso compulsivo della rete e l’incertezza sul futuro, sono elementi che hanno generato fragilità, paura e alimentato un profondo senso di inadeguatezza. Il progetto The Road è un invito a interpretare in maniera attiva e dinamica la propria vita, attingendo alle infinite risorse che tutti possediamo”.

Paola Casara

“L’obiettivo di The Road – sottolinea Luca Pagliari – è avvicinare i giovani al mondo del lavoro e soprattutto alla vita vera, trasformandoli da spettatori a protagonisti e rendendoli consapevoli delle opportunità lavorative che il territorio può offrire”.

“Già dal titolo The Road – Taccuino di un viaggio speciale – spiega Valentina Vimari (presidente dell’associazione Un’altra Storia) – si può intuire che l’intero progetto ruota attorno a esperienze reali e storie di vita vissuta. Gli incontri sono uniti da un fil rouge: il percorso da giornalista di Luca Pagliari e le numerose esperienze che ha vissuto nel corso degli anni”.

Nella foto da sx: Valentina Vimari, Luca Pagliari, Paola Casara

Negli incontri Pagliari sarà affiancato da Elisa Bonavita, specialista politiche attive del lavoro per l’Agenzia Regionale dell’Emilia-Romagna. Assieme dimostreranno come siano considerate importanti per l’occupabilità le ’competenze trasversali’, come la fiducia, il lavoro di squadra, l’auto-motivazione, il networking, le capacità di presentazione, etc..

Ad arricchire gli incontri vi saranno poi le testimonianze di giovani del territorio che racconteranno il loro percorso.

Il progetto si dividerà in tre fasi: prima fase, rappresentazione di quattro incontri; seconda fase, il ruolo attivo dei giovani, ai quali sarà affidata una “parola chiave” e i ragazzi dovranno realizzare dei video-elaborati che descrivano il loro progetto di viaggio; terza fase, evento conclusivo dove saranno mostrati tutti i lavori prodotti e premiati i tre elaborati più significativi.

Gli incontri si svolgeranno in diretta streaming, con la possibilità anche di assistere in presenza presso la Fabbrica delle Candele. Gli incontri saranno ripetuti per i due target di destinatari: scuole secondarie di primo grado (2^ e 3^ classi), scuole secondarie di secondo grado (biennio e 3^, 4^ e 5^ classi) e giovani che hanno terminato il percorso scolastico.

Sarà dedicata particolare attenzione ai Neet, acronimo inglese che sta per “Neither in Employment nor in Education or Training”, cioè i giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e che non sono impegnati in percorsi formativi.

Il progetto, promosso dall’Associazione Un’altra Storia e dal Comune di Forlì, Assessorato alle Politiche Giovanili, Servizi Educativi, scuola e formazione, gode del patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, ed è realizzato con il sostegno e l’appoggio di Ascom-Confcommercio Imprese per l’Italia di Forlì-Cesena, dell’Ass.ne di Promozione Sociale “Cav. Eris Bravi”, del Gruppo VEM e di Grafiche M.D.M. di Forlì.

Nella foto da sx: Valentina Vimari, Luca Pagliari, Paola Casara

Questo sarà il calendario degli appuntamenti di The Road

Primo incontro – Il mio viaggio
Giovedì 21 e venerdì 22 ottobre 2021, dalle ore 10.00 alle 11.30
L’obiettivo è far comprendere che non sono mai esistiti periodi semplici. Siamo noi a fare la differenza. Chi lotta per un traguardo ha comunque già vinto in partenza

Secondo incontro – La lampada di Aladino
Sabato 6 e sabato 13 novembre 2021, dalle ore 10.00 alle 11.30
L’obiettivo è esplorare le opportunità collegate all’era digitale valorizzando la propria creatività. Potenziare le competenze trasversali per soddisfare le esigenze occupazionali e lo sviluppo nelle attitudini personali.

Terzo incontro – Il sorriso in più
Giovedì 2 e venerdì 3 dicembre 2021, dalle ore 10.00 alle 11.30
L’obiettivo è generare positività, aumentare l’autostima per rendere i ragazzi consapevoli della propria forza, coraggio e capacità.

Quarto incontro – Immagini&parole – strategie di comunicazione
Giovedì 27 e venerdì 28 gennaio 2022, dalle ore 10.00 alle 11.30
L’obiettivo è spiegare come una buona comunicazione è in grado di produrre contenuti “potenti” ed efficaci, unendo la tecnica alla creatività anche con strumenti e tecnologie di uso comune. 

L’evento finale di premiazione si terrà alla Fabbrica delle Candele il 27 maggio 2022.

Commenta con Facebook

Marco Viroli

Marco Viroli è nato a Forlì nel 1961. Scrittore, poeta, giornalista pubblicista, copywriter, organizzatore di eventi, laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione di mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc., per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di pubbliche relazioni per la Fondazione “Dino Zoli” di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni librarie in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è anche direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 al 2019 è stato addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 al 2020 ha collaborato con la catena Librerie.Coop come consulente Ufficio Stampa ed Eventi. Dal 2016 al 2020 è stato fondatore e vicepresidente dell’associazione culturale Direzione21 che organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura pubblica integrale della Divina Commedia. Da settembre 2019 a dicembre 2020 è stato fondatore e presidente dell’associazione culturale “Amici dei Musei San Domenico e dei monumenti e musei civici di Forlì”. Da dicembre 2020 è direttore artistico della Fabbrica delle Candele, centro polifunzionale della creatività del Settore delle Politiche Giovanili del Comune di Forlì. PRINCIPALI PUBBLICAZIONI Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme a Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani,(Edit Sapim, 2019). Sempre nel 2019 ha pubblicato a doppia firma con Gabriele Zelli Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna volume 4 («Il Ponte Vecchio») e Forlì. Guida al cuore della città (foto di F. Casadei, Diogene Books). Con Gabriele Zelli ha inoltre dato alle stampe: La grande nevicata del 2012 (2013), Sulle tracce di Dante a Forlì (2020), in collaborazione con Foto Cine Club Forlì, Itinerario dantesco nella Valle dell’Acquacheta (2021), foto di Dervis Castellucci e Tiziana Catani. È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Dialoga con l'autore di questo post