A Monteleone la sagra dei fichi

Proposti in vari modi. Tutte golosità

MONTELEONE. Grande fermento alla Pro Loco di Monteleone che dopo avere saltato l’edizione di 2020 si appresta ad organizzare una delle feste più sentire e partecipate del piccolo e poetico borgo bandiera arancione del Touring Club e domenica 12 settembre 2021 sarà una giornata all’insegna della allegria, della convivialità delle tradizioni più vere tra musica, giochi dolcetti a base di fico e la voglia di stare insieme.

La Sagra dei Fichi è una manifestazione dal sapore autentico dedicata al pregiato frutto tipico della zona. I fichi di Monteleone sono da sempre famosi per il loro impareggiabile sapore, tanto che la tradizione racconta come un tempo fossero utilizzati quale merce di scambio da parte dei trasportatori. Durante la manifestazione grazie alle dolcissime mani dei volontari della Pro Loco si potranno gustare in vari modi: fichi freschi, caramellati con formaggio, strudel di fichi, crostata, torta rustica ai fichi secchi, focaccia fichi e prosciutto e tante altre golosità!

La festa inizia alle ore 12 con la famosa “Ligaza” in Piazza Byron solo su prenotazione via WhatsApp al 3472656225 o via mail monteleoneproloco@gmail.com  una lunga tavolata dove mangiare il cibo preparato a casa, chiacchierare bere un bicchiere di buon sangiovese . Durante il pranzo i commensali saranno allietati dalla musica della DB BAND un quartetto alla romagnola formato da Federico Martoro chitarra e voce, Cristian Brighi sassofono, Michele Antonelli clarinetto e Luca Casadei alla fisarmonica; per momenti di salubrità del cuore e dello spirito con i brani più famosi della migliore tradizione romagnola. Un invito a festa come quelle di una volta, per scoprire, o riscoprire, la musica della nostra terra, quella antica, quella vera della tradizione… e poi quella del ballo, dell’epoca d’oro del liscio che alza la polvere delle sale da ballo, che solleva le gonne, che toglie le scarpe e le calze come in una vecchia aia di campagna.

Alle ore 16 la festa popolare lascia spazio al rito religioso con la celebrazione della Santissima Messa e alla Processione per il paese con la statua della Madonna di Monteleone.

 Alle ore 18.30 è ancora tempo di musica con Beppe Ardito e la sua Band con le canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale con omaggi a Gaetano, Jannacci, Celentano, Dalla, Conte, Modugno e tanti altri. Il repertorio di Giuseppe Ardito spazia dai classici della canzone italiana alla disco music anni ’80 e ’90. La sua proposta include inoltre jazz, swing, musica revival, etnica e le hit intramontabili del pop internazionale.  Esibizione che saprà creare la giusta atmosfera della festa, qualcuno lo definisce “juke box vivente”, lui dichiara di essere un umile servo delle emozioni musicali, un conduttore di quella magia che le canzoni riescono a trasmettere al cuore e alla pancia.

Ma le sorprese non finiscono qui durante tutta la festa in piazza sarà presente il mercatino dell’artigianato, il famosissimo gioco dei Rompiscatole e lo spazio bimbi e famiglie con l’associazione  Nonno Banter 57 con i suoi giochi di una volta fatti per creare e divertirsi grandi e piccini allo stesso modo. 

Come ogni evento che si rispetti anche la sagra dei fichi di Monteleone attuerà i protocolli ministeriali per il contenimento Covid 19 per cio per entrare nell’area della festa sarà necessario essere in posesso di Green Pass 

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post