A Scuola di impresa, proposta per giovani dai 17 ai 25 anni: iscrizioni entro il 27 aprile 2021

Ser.In.Ar. partecipa come partner, a fianco della Provincia di Forlì-Cesena, Cercal, Tecnopolo Forlì-Cesena e Fondazione Fitstic, al progetto “Scuola di impresa” indirizzato a giovani dai 17 ai 25 anni, studenti, neodiplomati o neolaureati, residenti nella provincia di Forlì-Cesena: tale azione è finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per le Politiche Giovanili ed il Servizio Civile Universale), nell’ambito dell’Iniziativa promossa da UPI (Unione Province d’Italia) denominata ProvinceGiovani2020.

“Scuola di impresa” mette a disposizione dei giovani partecipanti un percorso di orientamento all’autoimprenditorialità contraddistinto da una serie di moduli che avranno come centro l’ideazione, prototipazione e commercializzazione di un prodotto.

I laboratori del corso riguarderanno il design di prodotto, il marketing digitale, la gestione di piattaforme collaborative, l’ottimizzazione del marketing online, il business planning e la gestione e lo sviluppo di una idea innovativa di impresa.

Ogni partecipante avrà un tutor esterno che accompagnerà i partecipanti nella creazione dell’idea di prodotto da creare. È prevista l’assegnazione di premi/borse di studio erogate ai giovani o ai gruppi di giovani che parteciperanno al progetto.

A fine attività, tenendo conto della frequenza e della presentazione del progetto finale, verranno assegnati premi a tutti i partecipanti. In più, i migliori 3 elaborati verranno premiati con un premio di valore di 1.000 euro l’uno.

Per iscrizioni (entro il 27 aprile 2021) e ulteriori informazioni è possibile consultare il sito del progetto: https://scuoladiimpresa.it/

Commenta con Facebook

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da circa 30 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente, che da quasi 10 anni racconta storie di volontariato, cooperazione e associazionismo locale. Nel tempo libero dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini, "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). "Il ruggito del Leone" (dialoghi con Romano Baccarini) e "Un sorriso contagioso" (che racconta la storia di LUca Berardi, atleta forlivese campione di nuoto e sci nordico) 

Dialoga con l'autore di questo post