Il Lions Club Forlì Host dona alla Caritas generi alimentari e prodotti di prima necessità

Saranno subito distribuiti alla famiglie bisognose dall'Emporio della Solidarietà

Due bancali di generi alimentari e altri prodotti di prima necessità per un valore di 1.800 euro sono stati donati dal Lions Club Forlì Host alla Caritas diocesana di Forlì-Bertinoro affinché  vengano immediatamente messi a disposizione delle famiglie forlivesi più bisognose attraverso l’Emporio della Solidarietà di via Lunga. Nella scelta dei prodotti, acquistati presso Arca Cash and Carry di via Virgilio (Forlì), si è tenuto conto delle specifiche esigenze alimentari dei bambini più piccoli, del fatto che i prodotti fossero a contenuto energetico elevato e che possano essere consumati indipendentemente dal credo religioso. In particolare per i più piccoli sono stati acquistati omogeneizzati di carne e di frutta, pastine e merendine, mentre per tutti carne di bovino in scatola, tonno, legumi, frutta sciroppata, succhi di frutta, marmellata, zucchero, latte a lunga conservazione, farina, pasta (diversi formati), riso e cous-cous, passata di pomodoro e pelati, olio.

È stato il Consiglio direttivo del club”, racconta la presidente Caterina Rondelli, “che ha stabilito di proseguire la collaborazione con la Caritas e l’Emporio della Solidarietà, già avviata da diversi anni, per andare incontro a un bisogno impellente, come il mangiare, che hanno molte delle nostre famiglie toccate dalla crisi economica che perdura da oltre dieci anni e si è ulteriormente aggravata dal diffondersi della pandemia da Covid 19”. “Si è deciso di impegnare, per il momento, 2.000 euro del bilancio del Forlì Host utilizzandone subito 1.800”, precisa Claudio Sirri, responsabile dei service dello storico sodalizio cittadino, “anche per sopperire all’impossibilità di effettuare, a causa dell’emergenza sanitaria, le due giornate di raccolta diretta di cibo presso alcuni supermercati locali, così com’era stato programmato. I restanti 200 euro saranno consegnati direttamente alla Caritas perché  possa acquistare altri prodotti particolari non compresi in quanto da noi assortito”.

Al momento del ritiro della merce erano presenti: Caterina Rondelli, una folta rappresentanza di soci del Lions Club Forlì Host, Mariano Fenu, volontario dell’Emporio della Solidarietà, e Federico Giuseppi, responsabile punto vendita Arca Cash and Carry.
La presidente Rondelli coglie l’occasione per ricordare che la Caritas può essere sostenuta donando alimenti a lunga conservazione ed elargendo contributi economici che verranno utilizzati per far fronte alle varie ed impellenti esigenze (www.caritas-forli.it) dei concittadini più bisognosi. 

Commenta con Facebook

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Dialoga con l'autore di questo post