Un grande progetto nelle colline cesenati

A Longiano esclusivo relais con ristorante firmato da uno che stellato

LONGIANO. Un progetto ambizioso ed esclusivo per il territorio Cesenate. Non a caso uno degli obiettivi è conquistare una stella Michelin che per Longiano, bandiera arancione del Touring, sarebbe un’importante conquista. Modello di riferimento è Villa Crespi, la struttura che Canavacciuolo ha creato sul lago d’Orta. Le dimensioni sono inferiori, ma la qualità dovrebbe essere la stessa.Tutto ruota attorno a Villa Margherita, un piccolo gioiello di Montilgallo che è diventata un esclusivo relais.

Lo stabile era di proprietà della Cocif ed è stata acquistata da Conad che ora fa parte della società di gestione. Ne è nata un’oasi di pace ed eleganza ideale per un fine settimana romantico, ma anche per cerimonie, eventi aziendali, cene e pranzi speciali. Ci sono sei camere e una suite con tanto di Jacuzzi e un terrazzo privato con una vista panoramica spettacolare che spazia dal mare a San Marino. 

Il ristorante è un angolo gourmet. Il menù è firmato dallo chef Giuseppe Ricchebuono, stella Michelin. A Longiano i responsabili della cucina sono: Matteo Dimoro, Alberto Moretti e Mattia Podighe. I coperti sono trenta che, in caso di cerimonie, possono arrivare a cento. Punteranno su piatti innovativi, ma rispettosi delle materie prime del territorio.

Lo chef Giuseppe Ricchebuono, una stella Michelin

Va da sé che i prezzi non saranno propriamente popolari. L’obiettivo è puntare sui meeting aziendali, ma, soprattutto, sul turismo culturale. Del resto Villa Margherita è in una posizione baricentrica per chi vuole una base esclusiva dalla quale visitare le località della Riviera Romagnola. 

Ma l’aspetto più importante è il progetto, l’ambizione, la volontà di puntare sulla qualità. È una strada che in futuro dovrà essere battuta con un determinazione sempre maggiore. Il Cesenate e la Romagna in generale sono territori che non hanno nulla da invidiare a tanti altri più blasonati, a partire dalla Toscana. La Romagna non è solo spiaggia, sole e mare. È molto di più. Deve solo essere valorizzata a dovere. Ci devono credere le istituzioni, ma anche gli imprenditori dovranno fare la loro parte. E dei progetti di qualità potranno essere un valore aggiunto. 

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post