Premio Malatesta Novello 2020, 1300 le preferenze presentate dai cesenati

tra pochi giorni la giuria si riunirà per definire la terna

Premio Malatesta Novello 2019

Il Premio Malatesta Novello 2020 sfiora il tetto delle 1300 candidature volontarie presentate dai cesenati in vista della quattordicesima edizione. Un risultato che soddisfa l’Amministrazione comunale che per il secondo anno ha riproposto la formula della partecipazione popolare che precede l’incontro del Sindaco con Giancarlo Cerasoli e Paola Errani, gli altri due giurati che compongono la Giuria dell’ambito riconoscimento istituito dal Comune di Cesena nel 2007. “Anche quest’anno – commenta l’Assessore alla Cultura Carlo Verona – partecipando alla call pubblica lanciata lunedì 5 ottobre e conclusa martedì 20 ottobre, la città ha dimostrato di tenere particolarmente al Premio intitolato al Signore di Cesena e che annualmente viene attribuito a tre personaggi meritevoli che attraverso le arti e la conoscenza hanno rappresentato la città di Cesena in Italia e nel mondo. Nei prossimi giorni la Giuria si confronterà per definire la terna 2020. Sfogliando il report delle preferenze ravvisiamo una significativa attenzione riservata dai cesenati all’ambito delle scienze e della ricerca medica, un settore che in quest’anno particolare è giustamente posto al centro del dibattito pubblico”.

Il prestigioso riconoscimento conferito dall’Amministrazione comunale annualmente nasce come omaggio di stima, esclusivamente di prestigio morale, da attribuire a persone, cesenati per nascita o residenza o che abbiano operato a favore della città e che si siano distinte per la loro opera meritoria in campo sociale, culturale, artistico, scientifico, sportivo ed economico. Nel 2019 l’ambito riconoscimento, negli anni conferito dall’Amministrazione comunale a imprenditori, politici e studiosi, è stato assegnato a tre professionisti dell’arte, della medicina e della ricerca scientifica: si tratta dell’artista Osvaldo Piraccini, del medico pediatra Giancarlo Biasini e della ricercatrice scientifica Roberta Zappasodi. 

“Generalmente la cerimonia di consegna del Premio – prosegue l’Assessore – si tiene nella Sala Piana della Biblioteca Malatestiana il 20 novembre, giorno della morte di Malatesta Novello. Quest’anno nel pieno rispetto delle disposizioni anti-Covid abbiamo deciso di ridurre la formula, tuttavia nella settimana che precede l’appuntamento chiariremo se la cerimonia di consegna delle medaglie sarà confermata o se sarà il caso di posticiparla alla prossima primavera”.

Commenta con Facebook

Comunicati Stampa

Questo blog pubblica i migliori comunicati degli uffici stampa del territorio romagnolo. Inviate i vostri comunicati a: comunicati@romagnapost.it 

Dialoga con l'autore di questo post