La Mille Miglia 2020 passa il 22 ottobre da Ravenna

La Mille Miglia 2020 fa tappa a Ravenna il 22 ottobre, in piazza Garibaldi, intorno alle 18. È la trentottesima edizione della rievocazione della storica corsa disputata dal 1927 al 1957 e della più importante gara di regolarità al mondo di auto storiche che gareggiano su un percorso di circa 1.800 chilometri.

Piazza del Popolo e una 1000 miglia degli anni scorsi (immagine tratta dal sito ufficiale 1000miglia.it)

Seguiranno la Mille Miglia anche gli eventi collaterali Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge 2020″ e “Ferrari Tribute to 1000 Miglia 2020”. Per consentire lo svolgimento in sicurezza della manifestazione è stata modificata la circolazione in alcune strade del Centro storico.

In piazza Garibaldi è stato istituito il divieto di transito per tutti i veicoli autorizzati e velocipedi dalle 17 del 22 ottobre alle 3 di venerdì 23 ottobre e divieto di sosta con zona rimozione per tutti i veicoli con la realizzazione di una corsia delimitata e protetta riservata al transito delle autovetture storiche dalle 8 del 22 alle 3 del 23.

In conseguenza, dalle 18 di mercoledì 21 ottobre alle 10 del 23 ottobre, sarà consentita la sosta senza l’obbligo di pagamento ai veicoli dei residenti autorizzati alla sosta in piazza Garibaldi, purché espongano sul lato sinistro del parabrezza il relativo permesso di sosta, nelle seguenti aree regolamentate a parcometro: largo Firenze, via Carducci, viale Farini, viale Maroncelli, via Beatrice  Alighieri (compreso il parcheggio), via Bezzi, via Colonna, via Bassi, via Rava, via Falier, via Rocca ai Fossi, piazzale Rossi, via Costa, via Girolamo Rossi (nel tratto compreso fra via Anastagi e via Mura di Porta Serrata), via Mura di Porta Serrata, via di Roma (nel tratto compreso fra via Mura di Porta Serrata e via Costa e nel tratto compreso fra via Mariani e viale Farini), via Canneti, via Chartres, via De Gasperi, via Rondinelli, viale Baldini, via Santa Teresa, via Augusta, via Claudia e via Mura di Porta Gaza; i taxi potranno sostare in piazza Einaudi.

Commenta con Facebook

Paolo Pingani

Nato a Reggio Emilia nel 1957, laureato in lettere moderne all’Uni­versità di Bologna, ha insegnato italiano, storia e latino alle medie e alle superiori fino al 1988. Dal 1989 ha lavorato come giornalista al Resto del Carlino e al settimanale Qui; dal 2001 al 2011 è stato portavoce del presidente della Provincia di Ravenna. Attualmente è presidente della cooperativa ravennate di giornalisti 'Aleph'. 

Dialoga con l'autore di questo post