Fascinosa e tosta

Chiara Crivellari, Miss Mamma Fascino 2020

E’ tosta. Lo si era capito nel corso della recente finale di Miss Mamma e il contatto diretto ha rafforzato la convinzione. Chiara Crivellari non solo ha le idee chiare, ma fa di tutto per realizzare i suoi obiettivi. Inoltre mostra di essere concreta. E non potrebbe essere altrimenti per una persona che ha una vita lavorativa che potrebbe mettere in crisi qualsiasi persona. 

Chiara Crivellari

Qual è il suo lavoro?

“Veramente bisognerebbe parlare al plurale. Sono due le mie occupazioni: pescatrice e designer”.

Cerchiamo di fare chiarezza. Pescatrice come e dove?

“E’ l’attività di famiglia. Mio marito ha due imbarcazioni di trenta metri adibite alla pesca del pesce azzurro. Io ho un barchino col quale calo le reti nel Po e nelle paludi e pesco soprattutto i cefali”.

Designer come e dove?

“Sono una libera professionista. Vado nei laboratori a controllare i capi, ma, in caso di necessità, faccio anche la sarta”.

Dove trova il tempo per fare tutto?

“Bisogna organizzarsi”.

Poi c’è la famiglia.

“Mio marito e Stefano, il mio figlio. Ha dieci anni. E’ stato lui a spingermi a partecipare a Miss Mamma”.

In che senso?

“Mentre era su Facebook ha visto un’inserzione e mi ha stimolata a partecipare. E’ stato lui a compilare il modulo dell’iscrizione”.

Aveva già sfilato o è stata la prima volta?

“Premetto che quello è un mondo che mi ha sempre affascinato”.

Quello delle sfilate?

“Il mondo dello spettacolo in generale: tv, moda, sfilate. Lo sognavo, ma lo consideravo un obiettivo irrealizzabile anche se avevo fatto qualche sfilata locale”.

La grande opportunità però non c’era mai stata.

“Per la verità sì, ma mi ha fregata il Covid”.

Cioè?

“Nel febbraio scorso ero stata contattata dal programma ‘Cambio età’. Non se ne fece niente per la pandemia e non ho più sentito nessuno”.

Se capitasse una nuova opportunità come si comporterebbe?

“Ci proverei. Dopo anni di sacrificio e lavoro penso di essermelo meritato”.

Come giudica il suo percorso a Miss Mamma?

“Sono soddisfatta. Molto. Nella selezione ho vinto la fascia di Miss Helly In Gambe e nella finale sono arrivata quarta e conquistato la fascia di Miss Mamma Fascino. Un risultato ottimo”.

E’ ambiziosa?

“Sì. Ma soprattutto mi piace curarmi. Mi piace essere ‘diversa’ a modo mio. Non mi faccio imporre niente. Sono un acquario e come tale devo essere libera di seguire le mie sensazioni. Non nascondo che mi piace mostrarmi, ma come donna e come mamma, non come femmina”.

Cosa è la bellezza?

“E’ importante. Inutile nasconderlo. Però si deve trasmettere in ogni momento della giornata. Anche quando sei senza trucco. Devi apparire donna anche quando sei vestita da lavoro”.

Se la tira?

“Assolutamente no, ma non nascondo che mi mi piace sentirmi bella. Anche nel disordine”.

Una sua fisima?

“I capelli. Devono essere sempre curati e in ordine. Anche quando sono raccolti”.

Difetti principali?

“Ripeto sempre la stessa cosa. Poi sono noiosa e testarda. Quando mi impongo di fare una cosa non c’è niente che mi possa fermare. Devo portare a termine il lavoro che ho iniziato”.

Un bel caratterino.

“Non c’è male. Più le cose sono difficili, più miu carico. Mi piace mettermi in gioco per capire dove posso arrivare”.

Nel tempo libero di cosa si occupa?

“Seguo le ragazze con problemi di anoressia e bulimia. Da bambina (12/13 anni) sono stata anoressica. Hoi superato il problema grazie all’aiuto dei miei genitori ed ora, quando posso, cerco di aiutare chi ha questo problema”.

Le piace viaggiare?

“Sì, certo. Sono andata a Parigi, ma l’esperienza indimenticabile sono state le tre settimane in Kenya. Quando sono arrivata a casa sarei voluta ripartire subito”.

Mal d’Africa?

“Sì, ne avevo sentito parlare. Ora so cosa è”.

Cosa le è piaciuto?

“Tutto, a partire dall’accoglienza. Stupendo il paesaggio. Poi è stato fantastico dormire dormire in tenda durante il Safari”.

Ci tornerà?

“Spero di poterlo fare con mio figlio. Vorrei ci fosse anche mio marito, ma ha paura dell’aereo”.

Le foto sono di Gloria Teti 

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post