È nata Gim impresa Mondo

Martedì 15 settembre, alle ore 11, presso la Camera di Commercio di Forlì, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto GIM – Generazione Impresa Mondo, avvenuta oggi 15 settembre.
Sono intervenuti: Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini; Paola Casara, Assessore Politiche per l’impresa; Servizi educativi, Scuola e formazione; Politiche giovanili; Servizio Civile – Comune di Forlì; Lia Benvenuti, Direttore generale Agenzia formativa Techne; Elena Salvucci, Presidente Cooperativa Casa del Cuculo; Barbara Bovelacci, Responsabile “Progetto GIM Generazione Impresa Mondo” per Techne Forlì-Cesena.

Nella foto da sinistra verso destra: Paola Casara, Assessore Politiche per l’impresa; Servizi educativi, Scuola e formazione; Politiche giovanili; Servizio Civile – Comune di Forlì; Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini; Lia Benvenuti, Direttore generale Agenzia formativa Techne; Barbara Bovelacci, Responsabile “Progetto GIM Generazione Impresa Mondo” per Techne Forlì-Cesena; Elena Salvucci, Presidente Cooperativa Casa del Cuculo

Nasce GIM Generazione Impresa Mondo, la prima business community che promuove l’imprenditorialità straniera e italiana a Forlì.
Si è svolta questa mattina, presso la Sala Bonavita della Camera di Commercio a Forlì, la conferenza stampa di presentazione del progetto GIM – Generazione Impresa Mondo, gestito dall’ente pubblico di formazione Techne Forlì-Cesena nell’ambito del Progetto Europeo Interreg TASKFORCOME CE1385 che conta un ampio partenariato di 12 partner provenienti da 5 Paesi (Polonia, Italia, Austria Croazia Germania).
GIM Generazione Impresa Mondo nasce da una fase di ricerca condotta nell’estate/autunno 2019, a cui è seguita la fase di coprogettazione con un ampio partenariato locale costituito da istituzioni socio-economiche, associazioni datoriali, ordini professionali, esperti e consulenti di alto profilo operanti a livello regionale, nazionale ed anche internazionale. Le attività si svolgeranno a Forlì presso Techne in via Buonarroti 1, nonché presso i Partner locali e se occorre anche online.
Nell’arco dei prossimi 10 mesi, fino a luglio 2021, la piattaforma promuove gratuitamente percorsi in presenza e/o online, flessibili e adattabili ai fabbisogni dei giovani e adulti partecipanti, che prevedono formazione, consulenza, collegamento ai servizi del territorio, networking e mentoring con le imprese di successo, per sostenere progetti d’impresa sostenibili e in grado di evolvere in imprese.
È intervenuto Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini che patrocina il progetto: “Abbiamo aderito al progetto GIM con l’obiettivo di contribuire a creare un ambiente favorevole alla nascita e allo sviluppo di nuove imprese in un periodo che vede e prevede indicatori economici in calo a causa dell’emergenza sanitaria. I dati ci dicono – continua Zambianchi – che l’imprenditoria guidata da stranieri è in forte e costante crescita rispetto a quella italiana, +13% solo negli ultimi 5 anni; ben vengano quindi iniziative come il progetto GIM mirate a sviluppare e integrare le vocazioni all’imprenditorialità dei giovani stranieri e italiani”.
“Il progetto GIM fa leva su alcuni elementi importanti per la nostra Amministrazione – sottolinea Paola Casara, Assessore Politiche per l’impresa del Comune di Forlì – come l’accompagnamento a chi si avvicina al mondo dell’impresa, quindi anche e soprattutto ai giovani, ponendo attenzione al tema della legalità per far crescere un tessuto imprenditoriale consapevole e solido. Inoltre GIM si inserisce perfettamente – continua la Casara – nel nostro progetto Forlì Impresa Facile che è il tentativo di facilitare il dialogo tra pubblica amministrazione e imprese”.
“In quanto agenzia pubblica a vocazione sociale – sottolinea Lia Benvenuti, Direttore generale Agenzia formativa Techne – siamo impegnati da sempre sui temi dell’innovazione e dell’integrazione in una comunità coesa. Per questo – continua la Benvenuti – grazie ad una articolata rete di attori locali, intendiamo sperimentare un processo formativo che punti ad intercettare giovani e adulti motivati, ad accompagnarli nel capire le proprie potenzialità imprenditoriali e metterli in contatto con i servizi del territorio.
Hanno concluso i lavori Barbara Bovelacci, coordinatrice progetto GIM ed Elena Salvucci presidente della cooperativa Casa del Cuculo, che hanno delineato le tappe del percorso formativo, il ruolo degli attori coinvolti e le strategie per rafforzare l’impatto positivo del progetto GIM.
L’evento lancio di GIM “Storie di imprese. Cosa significa essere imprenditore e imprenditrice in un paese straniero?” si terrà giovedì 17 settembre alle ore 11.00 presso la Sala del Consiglio della Provincia di Forlì-Cesena, piazza Morgagni 9, Forlì (previa iscrizione alla email gimimpresamondo@gmail.com) e in diretta Facebook alla pagina:
https://www.facebook.com/gimtaskforcome
Tutte le informazioni sono disponibili da lunedì sul sito www.gimimpresamondo.com e alla email gimimpresamondo@gmail.com

Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Dialoga con l'autore di questo post