Presentata la seconda edizione di “Not(t)e di Respiri”

Il 5 e 6 settembre 2020 torna il grande evento musicale, benefico e di approfondimento medico-scientifico

E’ stata ufficialmente presentata la seconda edizione dell’evento benefico “Not(t)e di Respiri”, ideato e promosso dall’AMMP Associazione Morgagni Malattie Polmonari con il patrocinio del Comune di Forlì.
La manifestazione benefica si svolgerà anche quest’anno a Forlì, in piazza saffi, il 5 e 6 settembre 2020.

Nella foto da sx: Paolo Corvini (Presidente Associazione “Ciao Filo”); Maurizia Squarzi (Presidente CavaRei Coop. Soc.); Gian Luca Zattini (Sindaco di Forlì), Andrea Cintorino (Assessore Valorizzazione del Centro Storico; Rapporti con i quartieri; Pari Opportunità; Turismo; Mercati); Matteo Buccioli (Presidente associazione Morgagni Malattie Polmonari, AMMP ODV), Caterina Rondelli (Presidente Lions Club Forlì Host); Marco Sabiu (Direttore d’orchestra e compositore); Stefano Pavanello (Presidente Unione trapiantati di Padova).

Il progetto è stato pensato, sviluppato e scritto prima dell’Emergenza COVID-19 ad oggi ancora in corso che ha messo in evidenza l’importanza del Respiro e la fragilità di tutte le persone affette da patologie
dell’apparato Respiratorio.
Proprio per questo motivo abbiamo deciso di non fermarci e di proseguire con ancora più forza e impegno l’organizzazione di Not(t)e di Respiri www.nottedirespiri.com un evento dedicato a sensibilizzare il mondo intero sull’importanza di un Respiro.
Il Comitato Organizzativo data l’Emergenza Sanitaria che ha causato l’annullamento della maggior parte degli eventi dedicati a pazienti affetti da patologie polmonari ed al sociale ha deciso di portare avanti con forza il progetto identificando un PIANO B che preveda l’esecuzione di parte degli eventi (Not(t)e di Respiri 2020 e la Giornata dedicata ai Pazienti affetti da patologie polmonari) organizzati in ottemperanza di tutte le norme vigenti in merito alla sicurezza sanitaria degli intervenuti, se tali norme non dovessero consentire di poter effettuare gli eventi a porte aperte saranno effettuati a porte chiuse con diretta Televisiva e Streaming web senza cambiare i contenuti e garantendo la medesima diffusione mediatica.

Finalità
Le finalità del progetto sono:
– Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla rilevanza sociale che hanno le patologie dell’apparato respiratorio in termini di qualità di vita dei pazienti, impatto sociale e inoltre l’impatto che il rispetto dell’ambiente in termini di emissioni/contaminazioni nocive che hanno dirette conseguenze sulla qualità dell’aria che respiriamo
– Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza della condivisione, del reciproco supporto, della contaminazione e del lavoro in rete tra differenti realtà che supportano pazienti, ragazzi e bambini, che in comune troppo spesso hanno la lotta contro la loro “solitudine”
– Raccogliere fondi da destinarsi a progetti specifici di Ricerca Scientifica sulle patologie Rare Polmonari (come l’istituzione di un registro pazienti a livello italiano), il supporto di progetti di Arte Terapia per persone disabili e progetti di Musicoterapia per i reparti di Pediatria.
Mettiamo le persone al centro al centro dando voce a chi purtroppo ne ha meno di noi.
Il Progetto è stato condiviso con tutte le associazioni Italiane ed Europee proponendo loro di partecipare attivamente ed essere presenti direttamente a Forlì oppure organizzando eventi connessi nelle proprie città.

Promotori
AMMP O.D.V. – Associazione Morgagni Malattie Polmonari www.ammpforlung.it
Unione Trapiantati Polmone di Padova Onlus, www.oltrelamalattia.it
Un Soffio di Speranza. Il Sogno di Emanuela ONLUS
CavaRei Impresa Sociale www.cavarei.it
HAL 9000 APS
Intercity Gospel Train Orchestra – http://www.intercitygospel.it/
“L’Ordinario” – Notizie Fuori Luogo – Associazione di Promozione Sociale https://www.lordinario.it/
Ateneo Danza Forlì – https://www.fibrosicistica.it/
Comitato Provinciale CSAIn Forlì-Cesena – https://www.csain.it/

Il Respiro è vita, il Respiro è condivisione. Quale miglior modo di sottolineare l’importanza del Respiro e della Condivisione se non la Musica che ci permette di trasformare ogni nostro Respiro in note e suoni da condividere con il mondo intero sotto forma di emozioni e sensazioni. La Musica per dare voce a tutti i pazienti affetti da patologie che colpiscono l’apparato respiratorio e si vedono ogni giorno “sottrarre respiri”, troppo spesso in modo irreversibile. Ogni anno oltre 100.000 persone si ammalano di patologie RARE che colpiscono l’apparato respiratorio rubando loro ogni giorno, per sempre, RESPIRI. Queste patologie a causa delle loro “rarità” non possiedono cure definitive e quindi costringono il paziente a lottare contro una prognosi infausta, con una aspettativa di vita media di 3-5 anni. Solo il trapianto polmonare ad oggi può rappresentare per loro una speranza. Il respiro è quel gesto naturale e semplice che ognuno di noi dà per scontato fin da quando nasciamo, così semplice da passare inosservato fino a quando, purtroppo, il respiro inizia a mancare. Ecco, proprio in quel momento ci rendiamo conto dell’importanza che quel piccolo, automatico, insospettabile atto ha per la nostra vita quotidiana. Proprio da qui nasce nel 2019 il progetto Sharing Breath www.sharingbreath.com che ha portato alla creazione dell’evento Not(t)e di Respiri all’interno del quale ha preso vita per la prima volta nel 2019 #BreatheTogether un minuto di respiro dedicato a tutti i pazienti affetti da patologie polmonari. Not(t)e di Respiri 2020 diviene evento internazionale grazie al Patrocinio della Federazione Europea EUIPFF e rappresenta il primo evento dedicato al Respiro ed in particolare ai Pazienti affetti da Patologie Rare Polmonari del 2020 a causa dell’Emergenza COVID-19. Un progetto nato a Forlì nel 2019 che per la sua edizione 2020 si pone l’obiettivo di riunire tutti i pazienti in Italia ed Europa e le Associazioni che li rappresentano. Musica e Condivisione saranno i pilastri portanti di questo progetto attraverso cui vogliamo raccontare la forza e la gioia che ognuno di noi può donare ad altri. Pazienti, Ragazzi, Bambini saranno i protagonisti di questo viaggio nel quale vi racconteremo l’importanza di un respiro.  

Not(t)e di Respiri 2020 che nasce grazie al successo dell’Edizione 2019 andata in scena lo scorso 21 settembre in Piazza Saffi a Forlì come evento conclusivo del format musicale Sharing Breath www.sharingbreath.com. Il Format è stato lanciato da Associazione Morgagni Malattie Polmonari – AMMP ODV di Forlì, Unione Trapiantati Polmone di Padova e Un Soffio di Speranza. Il Sogno di Emanuela di Pistoia insieme al Maestro Marco Sabiu, Luca Bollini e Luca Coralli a settembre 2018 e continua il suo percorso di condivisione del respiro attraverso la musica. All’interno dell’evento Not(t)e di Respiri 2019 per la prima volta nel mondo è stato dedicato un minuto al respiro #BreatheTogether per testimoniare l’importanza che quel gesto inconsapevole ha per tutte le persone del mondo che troppo spesso lo danno per scontato. Tutta la piazza ha respirato con il Maestro Sabiu a ritmo di musica in diretta sui canali social, dove in altre parti di Italia e d’Europa facevano lo stesso. Un momento pieno di emozioni che ha fatto vibrare l’intera Piazza testimoniando l’importanza di condividere il proprio respiro. Il successo dell’edizione 2019 che ha permesso di sensibilizzare migliaia di persone in Italia ed Europa ha fatto sì che, le Associazioni promotrici ritengano debba divenire appuntamento stabile di ogni anno per proseguire nell’impegno di sensibilizzazione e conoscenza di queste importanti patologie.

Programma
Il progetto prevede 2 eventi, il primo Not(t)e di Respiri 2020 programmato per il 5 settembre dalle ore 20.30 in Piazza Saffi a Forl e la Giornata dedicati ai Pazienti affetti da Patologie Polmonari programmata per il 6 settembre dalle ore 10.00 in Video Conferenza. Not(t)e di Respiri avrà luogo nuovamente nell’incredibile cornice di Piazza Saffi a Forlì dove sarà allestito il palco su cui si esibiranno tutti gli artisti con la predisposizione di 2 maxischermi laterali per la proiezione dei contributi video ed una regia dedicato allo streaming per garantire la migliore visione di tutte le Associazioni intenzionate a contribuire e seguire l’evento attraverso il web. La platea sarà allestita con 500 sedute (invece che le 200 previste l’anno 2019) da destinarsi a pazienti, ragazzi e bambini. L’evento sarà in diretta sui principali canali social e sarà richiesto a tutte le associazioni che intendono contribuire di realizzare eventi collegati a Not(t)e di Respiri che potranno anch’essi essere trasmessi sul palco della città di Forlì. Le Associazioni Italiane ed Europee attraverso le piazze e gli ospedali delle proprie città connesse per una serata dedicata alla condivisione del Respiro. Il programma dello spettacolo è stato costruito per portare sul palco l’energia del respiro e della condivisione attraverso la musica, ma non solo, come ci faranno vedere i ragazzi di CavaRei www.cavarei.it attraverso la rappresentazione di un musical dedicato al Respiro e dando quest’anno più spazio alle parole che troppo spesso diamo per scontate, ecco perché l’ampliamento della parte dedicata a Ivano Marescotti, Tita Ruggeri e Mattia Filippelli. Ivano Marescotti e il Maestro Marco Sabiu consegneranno il Premio Sharing Breath 2020 al vincitore del Concorso per Autori “Tal dei Tali”, concorso per testi inediti lanciato attraverso la piattaforma Sharing Breath www.sharingbreath.com dal 05 marzo al 30 maggio il migliore testo musicale inedito dedicato al respiro. Oltre 800 i testi raccolti tra cui i migliori 50 entreranno a fare parte del Libro “Respiriamo Insieme”. Verrà inoltre consegnato il Premio “Filippo Corvini” per il miglior testo tra tutti quelli pervenuti, dedicato alla memoria del giovane forlivese scomparso nel luglio 2019 a causa di un tragico incidente stradale.
La serata proseguirà con “Insieme in un respiro #BreatheTogether” Il Respiro, quell’azione incontrollabile che poco dopo essere arrivati in questo mondo iniziamo a fare in modo naturale, e che per tutta la vita faremo senza prestare troppa attenzione. Quanti gesti preceduti da un respiro che nemmeno notiamo… sorridere, piangere, urlare, parlare… un abbraccio, fare l’amore… gli amici, correre, sospirare… Quante volte ci fermiamo a pensare a quanto quei respiri possano essere importanti per noi, per le persone vicine a noi… per tutti. Il respiro è quel semplice, naturale, incontrollabile gesto che rappresenta la nostra energia e la sua condivisione con il mondo.
Quale modo migliore di dimostrare la sua importanza se non quello di farlo insieme, tutti insieme allo stesso momento… seguendo lo stesso ritmo.
Dedicheremo nuovamente un minuto alla gioia di condividere i nostri respiri con chi ne ha meno di noi, rubati da malattie più o meno rare ma troppo spesso irrecuperabili.
Infine, torneranno ad esibirsi sul palco i vincitori del format musicale Sharing Breath 2019 nella formazione Sharing Breath Orchestra composta dai 20 musicisti provenienti da tutta Italia che lo scorso hanno condiviso il loro respiro con tutta Italia attraverso la canzone Lasciami Correre scritta da Luca Bollini, arrangiata dal Maestro Marco Sabiu e dedicata ai pazienti affetti da patologie dell’apparato respiratorio che combatto ogni giorno per essere liberi. https://www.youtube.com/watch?v=ucQLgdoVtsA

Progetto Not(t)e di Respiri
Il progetto prevede la disposizione del palco nel lato di Piazza Saffi verso il palazzo delle Poste tra la Pensilina degli autobus e l’ellisse centrale con la disposizione di 458 sedute in ottemperanza delle normative vigenti.

Progetto Mediatico
Il progetto sarà divulgato attraverso uno specifico progetto comunicativo sviluppato dedicando un Team Sharing Breath alla divulgazione dei contenuti in collaborazione con “L’Ordinario” – Notizie Fuori Luogo – Associazione di Promozione Sociale https://www.lordinario.it/ mettendo a disposizione il sito www.nottedirespiri.it che sarà dedicato a dare visibilità all’iniziativa ed a partner e sostenitori dell’evento oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di Not(t)e di Respiri
– sito web www.sharingbreath.com e www.nottedirespiri.it
– pagina ufficiale FB https://www.facebook.com/SharingBreath/
– siti web dei promotori, partner e sostenitori
– conferenza stampa dedicata all’evento a giugno 2020
– comunicati stampa periodici
– spazi che verranno acquistati sui quotidiani per l’evento Sharing Breath (piano mezzi in fase di definizione. Testate interessate Il Resto del Carlino, Corriere Romagna, SetteSere, Corriere della Sera,
IlSole24Ore)
– divulgazione dell’evento attraverso eventi satellite organizzati da promotori, partner e sostenitori nei mesi precedenti l’evento
– coinvolgimento di testimonial per la divulgazione di video e post sui social network a supporto dell’evento Not(t)e di Respiri come Massimo Di Cataldo lo scorso anno
https://www.facebook.com/SharingBreath/videos/905874376432251/
– coinvolgimento degli artisti per la condivisione massiva dei contenuti sui social network
– comunicazioni ufficiali e newsletter a tutte le radio nazionali e alle scuole di musica di ogni ordine e grado sul territorio nazionale
– video di presentazione del progetto che verrà divulgato attraverso i social media di Sharing Breath e delle Associazioni/Enti promotori e collaboratori sul sito www.sharingbreath.com e
www.nottedirespiri.com;
– utilizzo di cartellonistica e materiali di divulgazione cartacea
– piano editoriale di CavaRei (social, sito web, ecc)
Inoltre, in merito al Concorso Autori “Tal dei Tali” data l’elevata affluenza di testi si è definito di stampare un Libro contenente i migliori 50 testi che sarà divulgato a livello Nazionale attraverso la condivisione con tutte le Associazioni partecipanti. Si prevede inoltre che tali testi possano essere stampati in pannelli di Forex della dimensione di 2mt x1mt da esporre nel centro storico della nostra Città nelle settimane precedenti e successive la manifestazione per dare visibilità ai loghi dei partner ed hai testi degli autori.
Infine, sarà predisposta la Sharing Breath Box contenente Libri, materiale divulgativo e gadget inerenti l’evento da distribuirsi sul territorio Nazionale ed Europeo a tutte le Associazioni partner dell’evento.

Gruppo di Lavoro e Contatti
Il gruppo di lavoro che gestisce il progetto è presentato nel dettaglio alla pagina https://www.sharingbreath.com/chi-siamo/ ovvero,
– Maestro Marco Sabiu – Direttore Artistico
– Luca Bollini – Coordinatore del Progetto
– Luca Coralli – Responsabile Comunicazione
– Matteo Buccioli – Responsabile Organizzativo e Relazioni Istituzionali
– Gabriele Graziani – Presidente Giuria inediti
Informazioni e approfondimenti tramite mail oppure telefonicamente direttamente a Matteo Buccioli, Responsabile organizzativo, al 393-4414156.

La Storia di Sharing Breath
2013 – Una sera d’inverno, Guido, accompagnato da Matteo, presenta il suo libro Senza respiro presso una sala parrocchiale a Riccione. Guido, malato di fibrosi cistica, racconta nelle sue pagine e ai pochi presenti le difficoltà di un bambino malato nel fare le cose più semplici come giocare, come se il gioco potesse, dando gioia, allo stesso tempo rubare respiri a una vita già così difficile e breve.
Tra i presenti Luca Bollini, quasi per caso, tirato per i capelli dopo una giornata di corsa. Poche parole di Guido e Matteo entrano come una freccia dritta nella sua anima che di notte scrive un pensiero, lo intitola Lasciami correre, lo manda a Guido e Matteo con un “Grazie di cuore”.
Luca, musicista amatoriale, sente che quelle parole hanno bisogno di altro e ne fa una canzone. Con mezzi di fortuna, una registrazione fatta in casa e una voce (la sua) che poco è adatta al canto, manda un file a Guido e Matteo, forse l’unica volta che la sua voce si fa sentire. E tutto ha inizio.
Abbiamo una band, si prova, siamo pronti per far sentire la canzone a Guido e ad alcune autorità di Forlì ma, disastro, due componenti del gruppo hanno un imprevisto due ore prima della presentazione ufficiale del brano e non possono esserci. Paura… sgomento… come facciamo?
Intanto nella sala prove suonavano dei tizi bravi, Luca e Marco Giolli Galavotti (il batterista) si guardano negli occhi e si capiscono al volo. Luca entra in sala e quasi in ginocchio dice “ragazzi, aiutateci, siamo nella m***a”.
I ragazzi non esitano un istante e in pochi minuti imparano il brano. Siamo salvi! Ancora una volta il cuore del musicista è corso in aiuto.
Nasce così una band, trovata per caso, grazie a Paolo Ferri e Andrea Zucchini!
Così come per caso, una sera d’estate in un locale di Forlì la voce di un ragazzo ci colpisce. Gli chiediamo di essere dei nostri, accetta: è la voce di Lasciami correre – grazie Gabriele Graziani.
Un video con i mezzi e la passione del secondo Luca (Coralli), giornate di divertimento, fanno di questa canzone un ricordo che a tutti rimane nel cuore.
Guido ci lascia e tutto rimane a riposo, per anni.
2018 – Sono passati 5 anni, l’associazione AMMP diventa una realtà più forte e insieme ad altre realtà riaccende il desiderio di risentire quella canzone, anzi l’idea è quella di realizzarla ancora meglio e di farne una specie di inno per tutti i malati di patologie polmonari. Ci vuole un professionista della musica, qualcuno che la sappia arrangiare, un Maestro.
A Forlì abita e lavora Marco Sabiu, direttore d’orchestra di fama mondiale. Con grande coraggio e incoscienza troviamo il contatto e scatta l’invito, lui con grande umanità accetta e ci conosciamo durante una serata di AMMP: due chiacchiere, un bicchiere, e l’ascolto del brano… Attimi di paura… Accetterà?
E così inizia un SÌ che gli occhi e le orecchie di Luca Bollini stentano a credere – grazie Marco!
L’idea folle di condividere questo brano con più musicisti possibili, così come condividiamo i nostri respiri, è parte SHARING BREATH. La prima riunione in un pomeriggio a 40 gradi, con le zanzare che ci pungono.
L’arrangiamento, il sito, la grafica, abbiamo un logo!!! – grazie Carlo Santolini. Le sere, le notti, i messaggi, l’organizzazione, buongiorno, buonanotte, l’amicizia, la stima…
Anime meravigliose con i loro strumenti danno vita a questo progetto, amici subito, la musica unisce, sembrano tutti aver capito il senso senza sapere e voler sapere più di tanto, accettano con una fiducia che sa più di telepatia – grazie Marta Cupertino!
Dicembre – Il sito è on line, bellissimo – grazie Luca Coralli. Ma ancora nessuno sa di noi, gli ultimi ritocchi, le mail a tutte le scuole di musica, Facebook, e tutti i canali possibili, si inizia… Come due piatti che suonano tra loro, uno si chiama “paura”, l’altro “entusiasmo” aspettiamo che milioni di anime condividano il loro respiro …SUONANDO – grazie a Matteo Buccioli che ci ha creduto.
21 settembre 2019.
… è arrivato il giorno, non ci sembra vero.
L’adrenalina ci tiene svegli, ma siamo stanchissimi e dobbiamo ancora iniziare.
Tutto si è realizzato: musicisti venuti da tutta Italia, Attori, Cantanti, Associazioni… tutti presenti per rendere omaggio a coloro che sono l’inizio e la fine di questo evento: i pazienti affetti da patologie
dell’apparato respiratorio.
Le prove, i “normali” problemi e ritardi, la pazienza di ognuno dei partecipanti..sono le 20.30, si inizia… tutti ai loro posti e tutti sanno quale sia il loro compito, come un team di Formula 1.
Assistiamo sbigottiti ad una macchina perfetta, ancora di più di quello che pensavamo.
Tanta la gente, una piazza quasi piena, in piedi a respirare #BreatheTogether per coloro che si vedono rubare respiri ogni giorno…
Gli organizzatori si cercano con uno sguardo incredulo e stupito, è successo veramente, ce l’abbiamo fatta!
Abbiamo Condiviso il nostro Respiro…
Grazie anime meravigliose… Musicisti, Cantanti, Pubblico, Tecnici, Artisti, Amici… ci salutiamo con una promessa: ci vediamo il prossimo anno.

La Storia di Not(t)e di Respiri 2019
Sulla Pagina ufficiale FB di Sharing Breath sono presenti i video promozionali e le dirette della serata 2019
https://www.facebook.com/SharingBreath/publishing_tools/?section=VIDEOS&sort[0]=created_time_descending
Il comunicato stampa http://ammpforlung.it/notte-di-respiri/

Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Dialoga con l'autore di questo post