Iper a Coriano, il consiglio comunale rinvia la discussione a dopo le vacanze


FORLI’. Silenzio sulla variante urbanistica che riguarda via Bertini e via Bernale che secondo l’amministrazione comunale dovrebbe portare a realizzare una nuova area commerciale a Coriano.

Lunedì si è riunito il consiglio comunale forlivese che avrebbe dovuto occuparsi, tra le altre cose, anche del nuovo insediamento, visto che nella convocazione dell’assemblea, tra le interrogazioni presentate, c’erano anche quelle del consigliere del Partito democratico Soufian Hafi Alemani: una nel quale si chiedevano delle intenzioni dell’amministrazione in relazione alla variante urbanistica definita Iper Coriano; l’altra nella quale si chiedeva in merito ai rapporti tra il privato proponente ed Esselunga (il marchio interessato a occupare lo spazio alimentare da 2.500 metri quadrati previsto nell’area di Coriano) in relazione alla variante urbanistica stessa. Dell’ipotesi nuova area commerciale però non si è parlato. Alle 20.40 circa quando la presidente del consiglio comunale Alessandra Ascari Raccagni ha dichiarato concluso l’incontro, delle interrogazioni non era ancora stato aperto il registro. Cosa era successo? Semplicemente i consiglieri si erano dibattuti su altri punti all’ordine del giorno è in particolare sul nuovo regolamento di polizia urbana, tema delicatissimo se è vero che da 60 anni non viene toccato da nessuna giunta. A lungo si è dibattuto se votare il Regolamento come presentato dalla Giunta o se era il caso di affrontare i numerosissimi emendamenti presentati dalle opposizioni che non vedevano di buon occhio il modo di comportarsi della maggioranza.

Foto: Fabio Blaco

Alla fine si e’ raggiunto il compromesso di rinviare a un futuro consiglio post vacanze, previo passaggio da un incontro preparatorio. A questo punto la Ascari Raccagni ha dichiarato concluso il consiglio, ma subito Soufian Hafi Alemani, collegato da casa on line come prevedono le norme anti contagio da coronavirus, ha protestano contro questa modalità, chiedendo che venissero discusse le sue interrogazioni, invocando anche l’intervento del segretario generale contro la decisione della presidente del consiglio. Tutto inutile, anche per la richiesta del consigliere Pd di registrare il fatto che la giunta non intendeva rispondere sull’argomento. Il progetto Coriano resta in naftalina, ma dopo l’estate tornerà ad essere un tema caldo.

Commenta con Facebook

Dialoga con l'autore di questo post