Il quadro “Madonna con il Bambino” torna a splendere

L'opera fatta restaurare dal Lions Club Forlì Host

Nel corso di una cerimonia che si è tenuta giovedì 12 dicembre 2019 il Lions Club Forlì Host ha riconsegnato alla Chiesa di Santa Lucia l’opera pittorica su tavola “Madonna con Gesù Bambino”, dopo un intervento di restauro curato dal laboratorio di Andrea Giunchi. 
È stato Foster Lambruschi, presidente del Forlì Host, a sottolineare l’importanza del service partito nell’anno sociale 2017-2018 sotto la presidenza di Gabriele Zelli, poi confermato dal suo successore Andrea Mariotti. Nel corso dell’iniziativa Don Enrico Casadio, parroco di Santa Lucia, e il Vescovo di Forlì-Bertinoro Mons. Livio Corazza, hanno espresso il proprio compiacimento per il lavoro svolto e nel contempo richiamato l’attenzione sulla necessità, da parte di tutti, di prendersi cura maggiormente del patrimonio artistico e architettonico cittadino, senza dimenticare l’impegno verso i cittadini più bisognosi. A questo proposito il Lions Club Forlì Host ha confermato di voler donare entro la fine del 2019 una nuova cucina alla mensa San Francesco della Chiesa di Santa Maria del Fiore. 


Durante la cerimonia, oltre al gesto di restituzione all’intera collettività di un’opera di alta qualità che per ragioni stilistiche è da considerare dipinta verso la metà del Cinquecento da un artista fiorentino fortemente influenzato dagli stili di Jacopo Pontorno e Agnolo Bronzino, è stata richiamata l’attenzione sulla figura di Aurelio Fusaroli (Forlì 1918-2008) che una trentina di anni fa donò l’opera in questione, in ricordo della moglie Franca Fabbri, all’allora parroco don Guido Sansovini. Fusaroli è stato ricordato anche dal nipote Alberto Mazzoni. 
Nel corso dell’incontro si è parlato anche della figura di Santa Lucia. Si narra che la giovane Lucia, rifiutando perentoriamente le avances di un nobile corteggiatore, si strappò gli occhi dalle orbite come segno di integrità e diniego. Per questo motivo fu poi considerata protettrice della vista e il Lions Club International ha assunto l’impegno, dalla sua costituzione, di combattere la cecità in qualunque forma si manifesti e di aiutare chi è gravato da questa sindrome. Non a caso proprio poche settimane fa il Forlì Host ha assunto l’onere di svezzare un cucciolo di razza Labrador che in prospettiva diventerà un cane per non vedenti. 


Santa Lucia viene celebrata il 13 dicembre di ogni anno, giorno della benedizione degli occhi, con l’esposizione in chiesa della reliquia della Santa mentre Corso della Repubblica si riempie interamente di bancarelle ricolme di ogni delizia e del torrone che, tradizione vuole, debba essere offerto come pegno d’amore alle belle ragazze o alle fidanzate. 

Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Lascia un Commento...