I 100 anni del Momento e gli altri eventi della settimana in Romagna dal 9 al 6/12/2019


FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FATTI E MISFATTI A FORLÌ E IN ROMAGNA – QUARTO VOLUME 

Lunedì 9 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la Sala Don Bosco, via Luigi Ridolfi 29, Parrocchia Cappuccinini, Forlì, verrà presentato libro “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna” di Marco Viroli e Gabriele Zelli, edito da Il Ponte Vecchio. Interverranno gli autori. 
Nel corso della serata il Trio Iftode, composto da Teddi Iftode, primo violino, Radu Iftode, secondo violino, Vlad Iftode, tastiere, eseguirà brani della tradizione romagnola e internazionale. 
Quarto appuntamento in quattro anni con “Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna” di Marco Viroli e Gabriele Zelli. I due autori continuano nel loro fruttuoso sodalizio che in una decina d’anni li ha visti dare alle stampe oltre una dozzina di pubblicazioni. Il loro lavoro pressoché quotidiano alla ricerca dell’identità di una città, Forlì, e di una regione, la Romagna, è un lavoro prezioso per tutti perché noi, in grandissima parte, siamo il risultato della storia della terra in cui viviamo e, insieme, la somma delle memorie dei personaggi, più o meno conosciuti, che hanno contribuito a crearla. La successione annuale con cui gli autori si presentano in libreria è indizio tra gli altri della passione con la quale si dedicano alla divulgazione della storia e delle storie di Forlì e della Romagna, punto di partenza per progettare il futuro di una città e di un’intera terra. In questo libro si racconta tra l’altro dell’inventore forlivese del pentagramma ma anche della Biblioteca Malatestiana di Cesena e del Tempio Malatestiano di Rimini; ci si ritrovano le passioni dei romagnoli per la bicicletta, per il motociclismo e per lo sci (sulla plastica!) e al tempo stesso la vocazione di una città, Forlì, per la lirica e il bel canto. Tra grandi e piccoli personaggi una buona parte, in occasione del settantacinquesimo anniversario, è dedicata al ricordo di tre efferati eccidi nazifascisti: Tavolicci, Carnaio e Fornace Bisutti. Tanti tasselli di un grande puzzle che contribuiscono ad ampliare ancora di più la conoscenza storica di una terra generosa e dei suoi contributi alla storia dell’Italia intera.
Ingresso libero. Per informazioni 3493737026.

FORLÌ: LE VIRTU’ DELLA LEGALITÀ

Martedì 10 dicembre 2019, alle ore 16.30, presso il Salone Comunale, piazza Saffi 8, Forlì, si terrà un incontro dal titolo “Le virtù della legalità. Un bilancio storico delle lotte contro le Mafie” Coordinerà Pietro Caruso, giornalista e saggista. Introdurrà Riccardo Tessarini, Consulta della Legalità, Comune di Forlì. Interverranno: Giovanni Mazzanti, Università di Bologna, Michele Prestipino, procuratore aggiunto della Repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone, presidente del Tribunale del Vaticano. 
Ingresso libero. 

FORLÌ: DOPPIO SGUARDO. CONVERSAZIONE FRA FOTOGRAFI 

Proseguono le iniziative collegate al Buon Vivere e alle mostre fotografiche sviluppate nel suo ambito con un doppio evento in programma martedì 10 dicembre 2019, a partire dalle 17.30 presso i Musei San Domenico di Forlì.
Alle 17.30 infatti il celebre fotografo Luca Campigotto terrà in via straordinaria una visita guidata alla sua mostra “Nightscapes”, ospite fino al 6 gennaio delle sale al piano terra del complesso conventuale forlivese.
A seguire, intorno le 18, lo stesso Campigotto converserà poi nella sala del refettorio dei Musei San Domenico con un’altra celebre fotografa, questa volta forlivese, ovvero Silvia Camporesi, per presentare il suo ultimo libro, “Doppio sguardo”, edito dalla Contrasto, che raccoglie nove dialoghi sulla fotografia della stessa Camporesi con artisti come Migliori, Jodice, Graziani e Vitali.
Entrambi gli eventi sono ad ingresso libero. Per info:  www.festivaldelbuonvivere.it 

FORLÌ: PARADA AL CIRCO DI PINOCCHIO 

Martedì 10 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso la Fabbrica, piazzetta Corbizzi, Forlì, verrà messo in scena lo spettacolo “Parada al Circo di Pinocchio”.
Questo momento servirà anche a celebrare il 71esimo anniversario della nasciata della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU (Parigi, 10.12.1948).

FORLÌ: AVVENTURE NEL MONDO: ROMANIA

Martedì 10 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Circolo Inzir, via Bezzecca 10, Forlì, l’Angolo dell’Avventura di Forlì e Iago Corazza, fotografo e viaggiatore che durante numerose spedizioni in tutto il mondo ha realizzato centinaia di reportage per National Geographic, White Star, Oasis e svariate testate geografiche e scientifiche, presenteranno “Romania”.  
Accompagnati da coinvolgenti immagini e spettacolari filmati, Iago Corazza porterà i presenti a conoscere la Romania.
Inzir è un circolo Arci. 

FORLIMPOPOLI: PROIEZIONE DEL FILM “BANGLA”

Martedì 10 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Cinema Verdi di Forlimpopoli, piazza Fratti, nella corte della Rocca, per la rassegna “Ciak si mangia” verrà proiettato il film “Bangla” di Phaim Bhuiyan, con: Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Simone Liberati, Pietro Sermonti, Davide Ornaro;  anno 2019; 80 min.
Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, lavora come stewart in un museo e suona in un gruppo. E’ proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell’Islam: niente sesso prima del matrimonio.
A fine proiezione nella sala attigua del Consiglio Comunale verrà effettuata la degustazione di una ricetta legata al film proiettato e di vini locali in collaborazione con l’Istituto Alberghiero. Nell’occasione biscotti indiani accompagnati da tè verde al gelsomino. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni consultare il sito www.cinemaverdi.it

FORLÌ: IL PORTOGALLO 

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 16.00, presso la Sala conferenze del Foro Boario, piazzale Foro Boario 7, Forlì, Giancarlo Billi terrà una conversazione sul Portogallo con proiezione di immagini. L’incontro è promosso dall’Auser. 
Ingresso libero. 

FORLÌ: QUERCIOLANO: L’ULTIMO POPOLO DI MONTAGNA 

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 16.00, presso il Teatro della Casa di Riposo Zangheri, via Andrelini 5, Quinto Cappelli, storico e corrispondente dei quotidiani “Il Resto del Carlino” e “Avvenire”, presenterà il suo libro “Querciolano: l’ultimo popolo di montagna”.
Ingresso libero. 

COTIGNOLA: PRESENTAZIONE DEi LIBRO CONDOTTIERI DI ROMAGNA I. Il Duecento e il Trecento e CONDOTTIERI DI ROMAGNA II. Il Quattrocento e il Cinquecento

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso la Biblioteca Comunale Luigi Varoli, Corso Sforza 24, Cotignola, Sergio Spada presenterà i suoi libri “CONDOTTIERI DI ROMAGNA I.Il Duecento e il Trecento” e “CONDOTTIERI DI ROMAGNA II. Il Quattrocento e il Cinquecento”.
Introdurrà e dialogherà con l’autore,Lisa Emiliani ricercatrice storica e operatrice museale.
Interverrà Marzio Casalini, editore del Ponte Vecchio.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “RACCONTI DI VITA E DI POLITICA”

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la sede UDI, via Albicini 25, Forlì, verrà presentato il libro “Racconti di vita e di politica. Istria Romagna Lombardia 1940 – 1990” di Ileana Montini. Dialogheranno con l’autrice Angelamaria Golfarelli e Brunella Turci. 
Ingresso libero. 
Il libro racconta l’Istria e le foibe del 1943, l’arrivo degli “alleati” in un paese del Friuli e la prima elementare nel paese emiliano della nonna, dove la bambina mangia la prima pesca e vede il primo film, Bernardette. Cresce sulle rive dell’Adriatico romagnolo, scoprendo che il Premio Nobel Grazia Deledda amava quel paese scompigliato dal vento. A Ravenna, in un liceo impostato come l’accademia dei Carracci bolognesi, avviene la prima formazione culturale e nella Chiesa post conciliare, gli incontri con alcuni tra i protagonisti: padre Ernesto Balducci, la teologa eremita Adriana Zarri, il piccolo fratello Carlo Carretto. La Democrazia Cristiana attrae l’impegno militante di una ragazza inquieta, affascinata da personaggi come Benigno Zaccagnini ed Ermanno Gorrieri.
Nel Movimento Femminile nascono amicizie per sempre con donne straordinarie come Tina Anselmi e Rosa Russo Jervolino. Abbandonerà il partito per il gruppo del Manifesto e saranno altri legami: come quello con Rossana Rossanda e, nell’ambito del movimento femminista, quello con Dacia Maraini. Infine, la partecipazione al movimento ambientalista: mentre il sistema dei partiti comincia a scricchiolare, nasce il partito dei Verdi che parteciperà alle elezioni parlamentari: non sarà un’esperienza entusiasmante. È tempo di altri impegni, in Lombardia, sul finire del secolo.

FORLÌ: THE JOURNEY OF JOY. ASIA

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Circolo Inzir, via Bezzecca 10, Forlì, si terrà una serata dedicata al viaggio come scoperta personale, la ricerca della gioia attraverso l’incontro con persone e culture differenti.
Dopo il successo del primo libro dedicato all’Amazzonia, Alberto Cancian, scrittore, tornerà a parlare del suo “Viaggio della Gioia” che lo ha portato a esplorare un continente immenso e vario come l’Asia.
Inzir è un circolo Arci. 

FORLÌ: AMLETO 

Mercoledì 11 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Giovanni Testori, via Vespucci 13, Forlì, verrà messo in scena lo spettacolo “Amleto” di e con Michele Sinisi, costumi Luigi Spezzacatene, suoni Claudio Kougla, aiuto regia Marcella Nocera.
Amleto si trova in una stanza e vive in completa solitudine la sua storia. I fatti, i personaggi, sono caduti davanti ai propri occhi e malgrado il suo volere e i suoi desideri deve confrontarsi con questi e prendere delle decisioni. La tragedia sta nel fatto che deve comunque risolvere la sua storia da solo, deve stare lì a parlare con personaggi assenti. Polonio, Re Claudio, Ofelia, Laerte, la madre Gertrude, l’attore della compagnia girovaga, non ci sono o forse non sono arrivati. Solo le sedie gli fanno compagnia. L’unica presenza reale è il fantasma del padre che in quanto tale lo metterà al corrente di ciò che veramente è successo. La storia è quella che tutti noi conosciamo e il testo scespiriano è smontato e reintrodotto sulla scena attraverso un soliloquio che vuole rendere in modo chiaro lo svolgersi della storia sino alla morte. Una tragedia che sfugge all’analisi o che accetta tutte le analisi, mentre racconta di un uomo che non accetta nulla.
Per informazioni e prenotazioni 0543722456.

FORLÌ E IL CIBO: ITINERARI SUL TEMA DEL CIBO IN CITTÀ E VISITE ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA “IL CIBO” DI STEVE MCCURRY

IL PANE QUOTIDIANO: I MULINI E IL CANALE DI RAVALDINO

Giovedì 12 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 15.00 da piazza Saffi, Forlì, si svolgerà una visita, condotta da Silvia Ramacciotti di Confguide, aperta a tutti e gratuita, lungo un itinerario che ha come titolo “Il pane quotidiano: i mulini e il canale di Ravaldino”. Interverranno Marco Viroli e Gabriele Zelli 
Ritrovo in piazza Saffi dove si inizierà a raccontare l’importanza che ebbe il Canale di Ravaldino per la città, lungo il quale si insediarono tutte le attività artigianali che sfruttavano la forza dell’acqua per far funzionare i macchinari, in particolare i mulini. Verrà inoltre raccontata la storia di Sante e Fabrino che ricostruirono la chiusa, posizionata a San Martino in Strada dopo un alluvione nell’ottobre 1431.
Itinerario: piazza Saffi (l’ampliamento del Palazzo Comunale e la costruzione del “Ponte buio”); Piazzetta ex Pescheria (ci si soffermerà a raccontare l’antica funzione della piazzetta); Vicolo Matteucci (dove si potrebbe riuscire a sentire scorrere l’acqua del canale); voltone delle Graticole di San Domenico (dove si narrerà dell’origine del nome); via Caterina Sforza (qui operava il Mulino Faliceto); Via Caterina Sforza – angolo via Andrelini (dove si ricorderà la presenza di uno dei lavatoi pubblici).
Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, per chi lo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di Steve McCurry ad aggregazione libera.
Biglietto d’ingresso scontato 10 euro + 5 euro per la guida. 
Per informazioni 3493737026.

FORLÌ: CERIMONIA DI RICONSEGNA DELL’OPERA RESTAURATA “MADONNA CON GESÙ BAMBINO” 

Giovedì 12 dicembre 2019, alle ore 16.30, presso la Chiesa di Santa Lucia, corso della Repubblica 77, Forlì, in occasione della Festa di Santa Lucia, si svolgerà la cerimonia di riconsegna dell’opera pittorica su tavola “Madonna con Gesù Bambino”, restaurata a cura del Lions Club Forlì Host. 
Interverranno: Don Enrico Casadio, parroco di Santa Lucia, Foster Lambruschi, presidente del Lions Club Forlì Host, Andrea Giunchi, restauratore, Gabriele Zelli, socio del Lions Club Forlì Host e cultore di storia locale, Mons. Livio Corazza, vescovo di Forlì-Bertinoro.
Mons. Livio Corazza alle 17.30 celebrerà la Santa Messa in preparazione della ricorrenza di Santa Lucia.
Partecipazione libera. 

FORLÌ: EDITH, EDITH. CANZONI E RACCONTI DI VITA 

Giovedì 12 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso il Ridotto del Teatro Diego Fabbri, via DallAste 10, Forlì, Daniela Piccari presenterà “Edith, Edith. Canzoni e racconti di vita”, accompagnata al contrabasso da Andrea Alessi e al pianoforte e violino da Dimitri Sillato.
Lo spettacolo è non solo un tributo alle canzoni e alla splendida voce della diva francese scomparsa nel 1963, ma alla sua vita intera, emblematica del periodo tra gli anni Trenta e Sessanta. In quegli anni, la maggiore chanteuse realiste francese, con la sua voce variegata e caleidoscopica, capace di mille sfumature, fu in grado di anticipare di oltre un decennio quel senso di ribellione e di inquietudine che incarneranno poi gli artisti intellettuali della rive gauche, di cui faranno parte Juliette Greco, Camus, Queneau, Boris Vian, Vadim. 
Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

BARISANO DI FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “1944: IL PASSAGGIO DEL FRONTE DAI DIARI E DALLE MEMORIE DEI PARROCI DI BARISANO, MALMISSOLE, POGGIO, RONCADELLO, SAN GIORGIO “

Giovedì 12 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso il Centro di Riattivazione Comunitaria, via Trentola 104, Barisano, Forlì, verrà presentato di nuovo il libro “1944: il passaggio del fronte. Dai diari e dalle memorie dei parroci di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio” e sarà proiettato il film-documentario “1944: Noi c’eravamo” a cura di Fabio Blaco, che raccoglie le testimonianze di 14 residenti nei luoghi citati. 
Interverranno: Don Antonino Nicotra, Fabio Blaco, fotoreporter e regista, Milena Comandini, coordinatrice del Comitato di Quartiere di Poggio, Sara Conficconi, coordinatrice del Comitato di Quartiere di Barisano e dei quartieri dell’area Nord di Forlì, Gabriele Zelli, cultore di storia locale.   
Nell’occasione sarà esposta la mostra fotografica “1944: il passaggio del fronte nei territori di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio” 
Ai partecipanti sarà consegnata copia del volume (offerta libera). Il ricavato sarà utilizzato per sostenere le spese della stampa della pubblicazione, della realizzazione del filmato e della mostra fotografica.
Ingresso libero. 

CESENA: IL VINO NELL’ARTE 

Giovedì 12 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la Sala Eligio Cacciaguerra, viale Bovio 72, Cesena, Marco Vallicelli, storico dell’arte, terrà una conferenza su “Il vino nell’arte. Una ‘gradazione’ tonale”.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “1919 – 2019 I CENTO ANNI DE IL MOMENTO 

Giovedì 12 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso la Sala Melozzo, piazza Melozzo 8/10, Forlì, verrà presentato il libro “1919 – 2019 I cento anni de Il Momento”, edito da Chiesa Cattedrale di Forlì. 
Interverrà don Franco Appi, direttore del settimanale. 
Nell’occasione il libro sarà venduto a prezzo ridotto. Ingresso libero. 
Nel 2019 ricorre il centenario del settimanale diocesano “Il Momento”, fondato da don Giuseppe Prati, a tutti noto come don Pippo, nel 1919 a Forlì. La ricorrenza è stata l’occasione per ripercorrere le principali tappe della storia centenaria del giornale, attraverso il volume “1919-2019 Un secolo di storia a Forlì. I cento anni de Il Momento”, edito da Chiesa Cattedrale di Forlì e curato dal direttore della testata don Franco Appi. La presentazione ufficiale del libro è in programma giovedì 12 dicembre alle 21.00 alla Sala Melozzo (piazza Melozzo 8/10, Forlì), aperta a tutta la cittadinanza.
Il testo raccoglie in sei capitoli e un’appendice, stesi da autori diversi, le varie stagioni che il settimanale diocesano ha attraversato nel corso della sua storia centenaria. A raccontare i primi trentatré anni della testata (1919-1952) è la penna di don Franco Zaghini; segue una panoramica sulla direzione di don Mario Vasumi (1952-1973) curata dalla studiosa Gabriella Tronconi, che è autrice anche dell’appendice dedicata alla pubblicazione “L’Eco della diocesi di Forlì-Bertinoro”, uscita negli anni 1997-2006.
Lo spazio è poi lasciato alla parola di tre ex-direttori del settimanale, che presentano attività editoriale e obiettivi da loro promossi alla guida del giornale: Riccardo Lanzoni (per gli anni 1974-1988), Alessandro Rondoni (1988-2009) e Antonietta Tartagni (2009-2010). Compito dello storico e giornalista Mario Proli è, invece, quello di tracciare il profilo delle più recenti direzioni di Luciano Sedioli e don Franco Appi (2011-2019).
Ingresso libero. 

FORLÌ: UNA CENA COL BOTTO 

Giovedì 12 e venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso la Sala San Luigi, via Luigi Nanni 12, Forlì, il Gruppo teatrale “18 con lode” metterà in scena la spettacolo “Una cena col botto…anzi due”.
Per informazioni e prenotazioni Alice 3403289292; Nicole 3914294929.

FORLÌ: UN AMORE POLITICO

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la Chiesa di Ravaldino, corso Diaz 105, Forlì, sì svolgerà una serata dal titolo “Un amore politico. Il Sipario Ducale di Paolo Volponi fra Risorgimento e Contestazione”. Interverranno Alessandra Righini, presidente del Circolo ACLI L. Valli, e Cesare Pomarici, Università di Losanna. 
Musiche liberamente tratte dal repertorio di Fabrizio De Andrè.
Ingresso libero. 

SAN MARTINO IN VILLAFRANCA: UN SCHËRZ DA PRIT 

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso il Teatro parrocchiale di San Martino in Villafranca, via Lughese 135, Forlì, la Compagnia Cvì de mi Paēs metterà in scena la commedia dialettale romagnola “Un schërz da Prit”.
Ingresso 5 euro. Per informazioni e prenotazioni printservicefc@alice.it; WhatApp 3477443860.

CASA DELLE AIE DI CERVIA: FÈ L’AMOR A CA’ DE PRIT 

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatrino della Casa delle Aie, via Aldo Ascione 4, Cervia, la Compagnia “De Bonumor” metterà in scena la commedia dialettale romagnola “Fè l’amor a ca’ de prit”.
Ingresso libero. 

CASTIGLIONE DI RAVENNA: CONCERTO DI NATALE 

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso la Sala Tamerici, viale Vittorio Veneto 21, Castiglione di Ravenna, si terrà il concerto di Natale con la partecipazione del Coro Ruben della Scuola di Musica Comunale di Cervia diretto da Angela Marconi, Nicoletta Zanin, soprano, Gabriele Cimmino, tenore, Raffaella Benini, pianoforte. 
Per informazioni 0544485731.  

FORLÌ: IL MERCATO COPERTO DI “PIAZZA DELLE ERBE”

Sabato 14 dicembre 2019, con partenza e ritrovo in piazza Cavour alle ore 10.00, Laura Della Godenza, di Confguide Forlì, condurrà una visita guidata aperta a tutti sul tema: Il Mercato coperto di “Piazza delle erbe”. Interverranno Marco Viroli e Gabriele Zelli
In piazza Cavour sarà possibile porre l’accento sul fatto che il Canale di Ravaldino scorre tuttora sotto la pavimentazione e a fianco del Mercato coperto. Verrà descritta l’evoluzione delle attività dei mercati, a partire dalle antiche “Cronache forlivesi” di Leone Cobelli, in particolare dal Proemio in cui l’autore ricorda una passeggiata in piazza nel 1455 e descrive dettagliatamente cosa si vendeva a quei tempi nelle bancarelle del mercato. Si parlerà poi della costruzione dell’edificio e delle sue caratteristiche. Una parte della visita guidata sarà dedicata alla Chiesa di San Francesco Grande e a Palazzo Orselli che un tempo sorgevano su quest’area.
Attualmente questa zona viene definita “food district” perché negli ultimi anni vi si sono concentrate diverse attività di ristorazione.
Itinerario:
– Piazza Cavour – l’evoluzione urbanistica del luogo, dei mercati e la costruzione del Mercato coperto
Nell’occasione l’Associazione dei gestori delle attività del Mercato coperto proietteranno il video realizzato per la mostra di McCurry proprio all’interno del Mercato stesso.
– Via delle Torri e piazzetta della Misura, per raccontare le attività mercantili che in passato si svolgevano in questa zona.
– Arrivo al San Domenico alle ore 11.30 con possibilità, per chi lo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di Steve McCurry. Biglietto d’ingresso alla mostra scontato € 10,00 + 5 euro per la guida alla mostra: Chiara Macherozzi 349 8087330.

FORLÌ: LA FORLÌ DEL DELITTO 

Sabato 14 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 10.00 sotto l’androne del Municipio, piazza Saffi 8, Forlì, Paolo Cortesi condurrà una visita guidata dal titolo “La Forlì del delitto”. Saranno raccontati, nei luoghi dove accaddero, alcuni fra i più celebri e misteriosi delitti della storia forlivese. 
In caso di pioggia la visita si svolgerà sabato 21 dicembre allo stesso orario e con modalità analoghe. Partecipazione libera. 

SANT’ALBERTO DI RAVENNA: OMAGGIO AD ANTONIO DE CURTIS (TOTÒ)

Nuovo appuntamento Sabato 14 dicembre 2019 ore 17,30 presso Casa Guerrini a Sant’Alberto (RA), si svolgerà una incontro dedicato ad Antonio De Curtis, più conosciuto come Totò.
Il nuovo incontro, come i precedenti, si apre con alcuni versi di colui che a ragione venne definito il Principe che citano: “ ‘A passiona mia erano ‘e rrose, / sultanto ‘e rrose rosse. / Stu sciore m’era amico… / stu sciore me diceva tanti ccose, / ma nun m’ha ditto maje / ca steve n’atu sciore comm’a tte. … E mmò pe tutt’ ‘a vita, /’nfilato int’ all’occhiello d’ ‘a giacchetta / porto sempe cu mme… na margarita!”  –  Omaggio ad : Antonio De Curtis più conosciuto come Totò 
Terzo ed ultimo appuntamento della ventitreesima trilogia degli Aperitivi letterari appositamente creata per casa Guerrini dal titolo: “La trilogia dei poeti che scolpirono nel tempo dell’interiorità l’etica e l’estetica della libertà…” dedicato ad un insolito poeta, questo incontro sarà anche l’occasione per scambiare con il pubblico, gli auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo, in attesa del primo incontro di gennaio 2020.
“Erano le 7 del mattino del 15 febbraio 1898, quando, al secondo piano del rione Stella (oggi Sanità) di Napoli, in un palazzo di antica nobiltà, che era appartenuto fino al ‘600 al barone Stanislao Campagna, in un freddo e spoglio appartamento nasceva Antonio de Curtis. Era un delizioso bambino con una folta testa di riccioli biondi. “Le amiche di mamma andavano tutte pazze per me” avrà a raccontare lui stesso. … Totò era fatto di commoventi slanci umani, ma anche di invincibili convincimenti e radicate paure. “Le lacrime sono, per un comico, quello che la Rolls Royce è per un povero: un lusso che non ci si può permettere” diceva Totò che però bene conosceva il peso delle lacrime specie di quelle non versate. Non riuscì mai ad essere insensibile al dolore degli altri. La sofferenza attivava in lui una generosità senza dubbi o incertezze. Sosteneva ospizi, orfanotrofi, infilava nottetempo banconote sotto le porte dei bassifondi accompagnato solo dall’autista Caffiero, inviava rette mensili ad uno sciuscià di Napoli che ormai lo considerava come la sua rendita. Nel 1922 il destino volle che rincontrasse la vecchina che quindici anni prima gli aveva regalato le caldarroste nei giorni in cui la povertà gli toglieva il cibo di bocca, la donna non lo riconobbe, ma lui ne aveva un indelebile ricordo e le lasciò una bella somma di denaro. Un’altra volta a metà degli anni Cinquanta passeggiando sul lungomare di Santa Marinella vide dei bambini poverissimi mezzi nudi ed infreddoliti. Si avvicinò loro e gli regalò l’equivalente di oggi di cinquantamila lire, commuovendosi per quella scena che indubbiamente doveva avergli ricordato sé stesso a Napoli molte decadi prima. …” (tratta da Biografia – Ass.ne Antonio De Curtis, in arte Totò)
All’incontro che, come quelli precedenti, pone la poesia classica e/o contemporanea come elemento centrale e distintivo di una proposta letteraria che vuole riavvicinare il pubblico alla poesia e riportare la stessa a casa del poeta, interverranno: Anna Maria Cortini (pianista), Manuel Masiero (lettore ad Alta Voce), Antonio Zavatti (violinista) e Matteo Nicolucci (poeta). Presentazione di Angelamaria Golfarelli (poeta e ideatrice del progetto) e Lorenza Franchetti (presidente Ass.ne culturale Il Glicine). 
A conclusione aperitivo per tutti. Ingresso libero, Per informazioni cell. 3489508631

CERVIA: NATALE A CERVIA

Sabato 14 dicembre 2019, alle ore 17.30, presso il Magazzino del Sale Torre, Cervia, si terrà l’inaugurazione di Natale a Cervia 2019 – Artigianato artistico, con asta di beneficenza di pezzi di artigianato artistico locale. Il ricavato sarà devoluto a Mensa Amica Cervia.
Partecipazione libera. 

RAVENNA: CONCERTO DI NATALE ASSOCIAZIONE BERSAGLIERI 

Sabato 14 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso il Palazzo dei Congressi, largo Firenze, Ravenna, la Fanfara dei Bersaglieri di Ravenna si esibirà con il concerto in Natale proponendo brani bersagliereschi e natalizi. 
Partecipazione libera. 

FORLÌ: ALESSANDRA BALDONI E LUCA GILLI OSPITI DELLA FONDAZIONE ZOLI 

Il 14 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso la Fondazione Dino Zoli, viale Bologna 288, Forlì, si terrà la seconda delle 3 conversazioni con gli autori organizzate durante la mostra Gradazioni di Luce. Un viaggio attraverso le voci dei protagonisti del progetto fotografico, che permetterà di entrare nei luoghi ritratti analizzandoli attraverso i tratti storico artistici, la poetica degli autori e i dettagli tecnici dei cantieri illuministici della DZ Engineering.
La seconda tappa vedrà un percorso fra il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna, la Sinagoga di Pisa e il Mapei Stadium di Reggio Emilia attraverso gli scatti di Alessandra Baldoni e Luca Gilli. 
Alessandra Baldoni, a partire da dettagli di luoghi carichi di spiritualità, crea dittici e trittici che, grazie ad accostamenti inaspettati e poetici, danno vita a piccole storie simili a rime visive sospese tra mistero e incanto. Le sue sequenze fotografiche sono come piccole mappe ramificate capaci di far riudire la voce del sacro, sono carte per osservare la bellezza che fa rimare il mondo.
Le immagini di Luca Gilli trasfigurano lo spazio del Mapei Stadium senza tradirlo. Egli lo osserva e ce lo mostra quando le folle dei tifosi sono scomparse e “lui” – quasi fosse una persona – si può rivelare allo sguardo nei suoi aspetti più segreti e nascosti. Segreti che l’autore non rivela, ma che suggerisce sottovoce, con discrezione, agendo per sottrazione, con lievità, sino a dare al vuoto il primato all’interno dell’immagine.
Ingresso libero- Mostra aperta sino al 20/01/2020. Da Martedì a Giovedì ore 9.30-12.30.Da Venerdì a Domenica ore 9.30-12.30 / 16.30-19.30. Lunedì chiuso.

DOVADOLA: DON CHISCIOTTE DELLA MANCIA 

Sabato 14 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Comunale di Dovadola, piazza della Vittoria 3, il Teatro delle Forchette metterà in scena lo spettacolo “Don Chisciotte della Mancia”
La vicenda ruota intorno ai viaggi nell’est della Spagna compiuti dal protagonista, Don Chisciotte appunto, che tre volte lascia il suo villaggio d’origine in cerca di imprese cavalleresche da compiere per emulare gli eroi di quella letteratura cortese della quale è da sempre avido lettore e che gli hanno fatto perdere la nozione della realtà, facendogli immaginare di essere egli stesso un cavaliere errante. Il protagonista, Alonso Chisciana, un nobiluomo (hidalgo) di campagna ormai cinquantenne, vive in un piccolo paese della Mancia e che dopo anni di letture di libri cavallereschi impazzisce e comincia a pensare che tutto ciò che ha letto corrisponda al vero e che egli debba ripetere le gesta dei cavalieri erranti alla ricerca di fama e di gloria. Perciò si dota dell’armatura dei suoi avi (ma la sua visiera è di cartone), ribattezza il suo magro cavallo Ronzinante, sceglie per sé come nome di battaglia quello di Don Chisciotte della Mancia ed elegge a sua dama una contadina del luogo alla quale cambia il nome in Dulcinea del Toboso. Così dà inizio al suo vagabondaggio. Questa prima sortita solitaria è però destinata a breve durata, visto che, dopo qualche disavventura e una buona dose di legnate inflittegli da chi ha sfidato, viene ritrovato alquanto malconcio da un suo compaesano che lo riconduce a casa.
Per informazioni e prenotazioni 3397097952

GALEATA: RIDING TRISTOCOMICO 

Sabato 14 dicembre 2019, alle ore 21.15, presso il Teatro Comunale “Carlo Zampighi”, Galeata, Arianna Porcelli Safonov metterà in scena lo spettacolo “Riding Tristocomico”.
E’ un progetto comico-missionario con l’obiettivo di accendere piccoli focolai di sommossa intellettuale che sveglino le menti italiane dall’attuale mondezza mediatica, politica e culturale che li sovrasta. La risata, provocata dai monologhi tristocomici, arriva inaspettata, come uno schiaffo, come sintomo di purificazione, nella mente di chi riprende a ragionare. Serve a far tornare la speranza anche ai più scettici, a chi pensa di avere solo due possibilità: la fuga del cervello o la fuga sul divano di casa.
La Safonov miscela grammatica ricercata e atmosfere quotidiane denunciando i mali del’epoca contemporanea. Il mondo dell’Occidente è fatto di persone che propongono un tipo di società a cui si è costretti ad aderire. Oppure no. Chi si salverà?
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 3383169741

FORLÌ: MERCATINO CREATIVO “DONANDO”

Nelle domeniche  15 e 22 dicembre 2019, dalle 10.00 alle 19.00, si svolgerà a Forlì sotto il portico del chiostro di S.Mercuriale la quarta edizione del mercatino creativo ‘DONANDO’ dove sarà possibile acquistare regali assolutamente originali e rigorosamente fatti a mano e incontrare tanti creativi che esprimono la loro personalità attraverso gli oggetti che creano. La quota di partecipazione al mercatino versata dagli espositori verrà interamente devoluta a favore dei restauri in corso alla facciata dell’abbazia. Le organizzatrici e gli espositori vi aspettano numerosi per contribuire ad una iniziativa che vuole aiutare il nostro centro storico a tornare vivo e popolato.

FORLÌ: CATERINA SFORZA . LA STORIA, I LUOGHI, I PERSONAGGI

Domenica 15 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 14.30 dal Giardino della Rocca di Ravaldino, via Giovanni dalle Bande Nere 1, Forlì, Chiara Macherozzi condurrà una visita Guidata ad aggregazione libera e a pagamento attraverso i luoghi di tutto il Centro Storico di Forlí legati alle avvincenti vicende della “Leonessa di Romagna”
Durata: 3 ore e mezzo circa compresi gli spostamenti a piedi attraverso tutto il Centro Storico di Forlì (chi vuole può spostarsi in bici)
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO E NON OLTRE VENERDÌ 13 DICEMBRE AL 3498087330.
LA VISITA GUIDATA SI EFFETTUERÁ SOLO AL RAGGIUNGIMENTO DI UN QUORUM MINIMO DI PARTECIPANTI CHE AVRANNO PRENOTATO ENTRO VENERDÌ 13 DICEMBRE ED É A *N U M E R O C H I U S O*, ovvero al raggiungimento di un numero massimo saranno chiuse le prenotazioni

CASEMURATE DI FORLÌ: L’ORA DELLA BELLEZZA 

Domenica 15 dicembre 2019, alle ore 17.30, presso la Taverna di Mezzo, via Cervese 301, Casemurate di Forlì, per il ciclo “Conversazioni dell’anima” Manuela Racci terrà una conversazione su “L’ora della bellezza”.
Per informazioni e prenotazioni 3703473099.

BUSSECCHIO DI FORLÌ: LA STROLGA 

Domenica 15 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Il Piccolo, via Cerchia 98, Bussecchio, Forlì, la Cumpagnì dla Zercia metterà in scena la commedia dialettale romagnola “La strolga”, due atti di Guido Lucchini, regia di Giorgio Barlotti. 
Quando si è giovani si è portati a credere le cose più fantastiche. Quando invecchiamo impariamo con rammarico che queste cose non possono esistere. Vi sentite abbastanza giovani? 
Ingresso 7 euro. Per informazioni e prenotazioni in orario mattutino 054364300.

FAENZA: PEZZI DI VETRO 

Domenica 15 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Ridotto del Teatro Masini, piazza Nenni 2 Faenza, l’Associazione Sos Donna in collaborazione con il gruppo teatrale “Grandi Manovre” presenterà lo spettacolo Pezzi di vetro; coordinamento e messa in scena di Loretta Giovannetti con la partecipazione degli attori e delle attrici di FO Emozioni (12 gruppi forlivesi per il Teatro). Lo spettacolo ha l’obiettivo di sensibilizzare e denunciare ogni forma di violenza contro le donne. Le attrici e gli attori che si alterneranno sul palco per le diverse scene sono: Massimo Biondi, Marco Casadei, Angela Conti, Alessandra Cucchi, Silvia Dall’Ara, Francesca Fantini, Anna Benedetta Sanfilippo, Mattia Solfrini, Chiara Tison, Laura Zecchini e Romina Zoli. L’ingresso allo spettacolo è di € 12,00 e sarà possibile acquistare le prevendite a partire dal 15 novembre presso l’Associazione SOS Donna telefonando allo 0546/22060, o inviando una mail a info@sosdonna.com.

SEGNALAZIONI 

“SCRIVILE” POESIE E PENSIERI PER LE DONNE

Dopo il successo di partecipazione ottenuto negli scorsi anni l’Associazione Culturale Francesca Fontana, in collaborazione con Linea Rosa Ravenna, Sportello donna Cervia, l’Istituto Friedrich Schürr e la Libera Università degli Adulti di Cervia, le testate giornalistiche il Resto del Carlino, Corriere di Romagna e Cervianotizie.it ed il patrocino dell’amministrazione comunale di Cervia, vuole dare l’opportunità di offrire un pensiero alle donne attraverso una composizione scritta: racconto breve, lettera o poesia.  “Scrivile” vuole essere un’occasione per un saluto, un ringraziamento, un pensiero positivo un messaggio d’amore per una donna già nota o una tra le tante donne che non sa ancora di essere speciale; per un affetto che non c’è più, per una figura femminile che ha lasciato un segno indelebile nella nostra storia, cultura, sport e nella nostra vita!
Gli elaborati, oltre che in italiano possono essere scritti anche in “dialetto romagnolo”, dovranno avere un massimo di venti righe o max 2000 caratteri. I partecipanti dovranno scrivere a quale sezione parteciperanno fra le seguenti categorie: Poesia, Racconto breve o Lettera sezione Italiano e sezione dialetto romagnolo (max 2 elaborati per categoria).
Gli elaborati dovranno pervenire improrogabilmente entro il giorno venerdì 28 febbraio 2020
Gli autori meritevoli del riconoscimento, che potranno essere più di uno, saranno premiati con specifico attestato di riconoscenza e una litografia durante una iniziativa pubblica.
Per recapitare i vostri “elaborati” utilizzare esclusivamente la mail:
associazionefrancescafontana@gmail.com, e seguire le indicazioni del regolamento –  per saperne di più sul concorso delle scorse edizioni visitate il sito internet: 
www.associazionefrancescafontana.it – eventi 2019
L’associazione si riserva altre forme di gratificazione per valorizzare i lavori che verranno comunque presentati o premiati. Leggere il regolamento del concorso.

Commenta con Facebook
Gabriele Zelli

Gabriele Zelli

Gabriele Zelli è nato a Forlì il 5 marzo 1953. Da circa trent'anni si occupa in modo continuativo di cultura, sport e di attività sociali. Per Romagnapost, insieme a Marco Viroli, cura una rubrica intitolata "pillole forlivesi" dedicate alla storia della città. 

Lascia un Commento...