Gli eventi in Romagna dal 2 al 9 dicembre 2019: Lidia Bastianich riceve il premio Artusi

FORLÌ: AGENDA ONU 2030. IL TEMA DELL’ACQUA E IL NOSTRO TERRITORIO

Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 14.45, presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale  G. Marconi,  viale della Libertà 14, Forlì, si terrà un incontro dedicato all’Agenda ONU 2030 e in particolare al tema dell’acqua e il nostro territorio. Relatori: Giuseppe Bortone, direttore generale ARPAE Emilia-Romagna, Andrea Gambi, direttore generale Romagna Acque Società delle Fonti. 
Uno dei 17 punti chiave dell’agenda ONU 2030 riguarda il tema acqua.
Obbiettivi dell’incontro: dare conto del come dobbiamo migliorare l’uso di questa preziosa risorsa in tutti i vari ambiti d’uso (case, industrie e agricoltura); riflettere su quel che si sta facendo e su quale ulteriore visione e quali strategie bisognerà mettere in atto sul nostro territorio per l’approvvigionamento e la gestione di questa risorsa strategica.
L’incontro, aperto a tutti i cittadini, fa parte del programma del Festival della Cultura Tecnica 2019 ed è rivolto, in primo luogo, a studenti e a docenti della scuola secondaria di secondo grado. La tematica è coerente con le priorità del Piano Nazionale di formazione docenti 2016_19. Sarà rilasciato attestato di partecipazione.

FORLIMPOPOLI: PREMIO ARTUSI A LIDIA BASTIANICH

Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 15.30, presso la Chiesa dei Servi, nel complesso di Casa Artusi, via Andrea Costa 27, Forlimpopoli, verrà consegnato il Premio Artusi a Lidia Bastianich (cuoca, scrittrice e imprenditrice) per la sua straordinaria vita personale e professionale che costituisce un caso esemplare di italiana di successo nel mondo.
Aprirà la cerimonia Milena Garavini, Sindaco del Comune di Forlimpopoli, e ai suoi saluti si uniranno quelli di Laila Tentoni, Presidente di Casa Artusi. Interverranno Massimo Buli, imprenditore, per Flamigni srl, e Maria Grazia Silvestrini, imprenditrice, per Azienda Agrituristica Corte San Ruffillo. Ad intervistare l’ospite sarà Piero Meldini, studioso di tradizioni gastronomiche e scrittore, in qualità di rappresentante del Comitato Scientifico di Casa Artusi.
Il Premio Artusi verrà consegnato da Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna. L’incontro sarà coordinato da Paolo Rambelli, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Forlimpopoli.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

CASTIGLIONE DI RAVENNA: LA RIVOLUZIONE AGRICOLA DOPO IL MILLE E LA NASCITA DEL BORGHESE – LA RIVOLUZIONE SCIENTIFICA

Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 18.30, presso la sede dell’Associazione Culturale Castiglionese Umberto Foschi, via Zattoni 2/a, Castiglione di Ravenna, per il corso “Il senso del tempo” Francesco Postiglione terrà una lezione dal titolo “La rivoluzione agricola dopo il Mille e la nascita del borghese – La rivoluzione scientifica”.
Partecipazione libera. Al termine momento conviviale. 

FAENZA: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA RESISTENZA NON VIOLENTA A FORLÌ”

Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso il Centro di documentazione Don Tonino Bello, via Laderchi 3, Faenza, verrà presentato il libro “La Resistenza non violenta a Forlì” di Raffaele Barbiero. Insieme all’autore interverrà il residente emerito del Movimento Nonviolento Daniele Lugli.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PER FERMARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI 

Lunedì 2 dicembre 2019, alle ore 21.15, presso il Centro Pace Annalena Tonelli, via Andrelini 59, Forlì, si terrà una conferenza sul tema: “Per fermare i cambiamenti climatici, uniamo l’Europa e il Mondo“. Interverranno: Alberto Bellini, Università di Bologna, Pietro Caruso, giornalista e saggista, Marco Celli, segretario regionale del Movimento Federalista Europeo, Matteo Valtancoli, docente universitario. Coordinerà l’incontro Lamberto Zanetti, presidente dell’Istituto di Studi sul Federalismo e l’Unità Europa Paride Baccarini. 
Ingresso libero. 

FORLÌ: A SÉM DI RUMAGNUL 

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 15.00, presso la Sala del Polisportivo di Vecchiazzano, via Pigafetta 19, Forlì, si svolgerà un incontro con Gabriele Zelli che dalle 15.30 alle 16.30 racconterà aneddoti e storie divertenti sulla Romagna e i romagnoli. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “Un caffè per tutti”.
Ingresso libero. 

CESENA: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “STORIA SOCIALE DELLA BICICLETTA”

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso Palazzo del Ridotto di Cesena, verrà presentato il libro “Storia sociale della bicicletta”, di Stefano Pivato (Il Mulino, 2019). Insieme all’autore interverrà Davide Cassani. Coordinerà l’incontro Alberto Gagliardo.
Ingresso libero. 

FORLÌ: MUTAMENTI CLIMATICI 

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 19,00, presso l’aula 10 del Teaching Hub, Campus Universitario, viale Corridoni 16, Forlì, per il ciclo di incontri “I “motori” dei flussi migratori: conflitti, disuguaglianze, mutamenti climatici”, si terrà un appuntamento dedicato ai mutamenti climatici. Interverranno: Maurizio Bergamaschi e Renata Lizzi, Università di Bologna, e un componente del Comitato per la lotta contro la fame nel mondo di Forlì. 
Ingresso libero. 

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LUNGO LA VALLE DEL BIDENTE”

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso la Sala Donati, corso Diaz 113, Forlì, verrà presentato il libro “Lungo la Valle del Bidente. Genti e luoghi, Storia e storie, Leggende e ricordi” di Ernesto Toschi, illustrazionidi Mario Di Cicco, che saranno presenti all’incontro. Interverranno inoltre Piergiuseppe Dolcini e Patrizia Cenci. Coordinerà l’iniziativa Giovanni Tassani. 
Ingresso libero. 

RONCADELLO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “1944. IL PASSAGGIO DEL FRONTE DAI DIARI E DALLE MEMORIE DEI PARROCI DI BARISANO, MALMISSOLE, POGGIO, RONCADELLO, SAN GIORGIO” E PROIEZIONE DELFILM-DOCUMENTARIO “1944: NOI C’ERAVAMO”

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso il Polisportivo “Cimatti”, via Pasqualini 4, Roncadello, Forlì, verrà presentato di nuovo il libro “1944: il passaggio del fronte. Dai diari e dalle memorie dei parroci di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio” e sarà proiettato il film-documentario “1944: Noi c’eravamo” a cura di Fabio Blaco, che raccoglie le testimonianze di 14 residenti nei luoghi citati. 
Interverranno: Don Antonino Nicotra, Fabio Blaco, fotoreporter e regista, Mario Proli, storico, Gabriele Zelli, cultore di storia locale.   
Nell’occasione sarà esposta la mostra fotografica “1944: il passaggio del fronte nei territori di Barisano, Malmissole, Poggio, Roncadello, San Giorgio” 
Ai partecipanti sarà consegnata copia del volume (offerta libera). Il ricavato sarà utilizzato per sostenere le spese della stampa della pubblicazione, della realizzazione del filmato e della mostra fotografica.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PROIEZIONE DEL FILM “NOI CREDEVAMO” 

Martedì 3 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso la Sala Multimediale San Luigi, via Luigi Nanni 12, Forlì, per il Festival L’Occidente nel Labirinto, che quest’anno è dedicato al tema dell’elogio della cittadinanza, verrà proiettato il film “Noi credevamo” Mario Martone (Italia 2010). Commento di Alessandra Righini, presidente Circolo ACLI “Lamberto Valli, e Pietro Caruso, giornalista e saggista. 
Ingresso libero.  

FORLÌ: VISITA GUIDATA “GLI ORTI”

Mercoledì 4 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 15.00 dalla piazzetta della Grata, Forlì, si terrà una visita condotta da Sergio Triani di Confguide Forlì, aperta a tutti, sul tema: “Gli orti”
Interverranno Marco Viroli e Gabriele Zelli.
In piazzetta della Grata (così chiamata perché sul Canale di Ravaldino era posta una grata di rilevanti dimensioni) verrà illustrata l’importanza degli orti nell’economia cittadina e soprattutto dei conventi e dei monasteri, come quello attiguo al luogo del ritrovo, occupato dalle Suore Clarisse.
Itinerario
– Piazzetta della Grata – dove si ricorderà la presenza del Canale di Ravaldino che scorre nelle adiacenze e la realizzazione nell’Ottocento del macello comunale 
– Via Curte – ultimi orti sopravvissuti all’interno del perimetro delle ex mura cittadine.
– Corso Garibaldi, dove, al n. 245, sulla facciata di un edificio sono ancora oggi evidenti i resti dell’insegna dipinta (“Pastificio Romagnolo”).
– Corso Garibaldi – di fronte a Palazzo Manzoni si racconterà la storia e l’assassinio di Domenico Manzoni, un ricco faentino trasferitosi a Forlì, che speculava sulla compravendita di grandi quantitativi di grano e prodotti similari.
– Piazza Guido da Montefeltro – qui sarà possibile ricordare la presenza degli orti dei monasteri del San Domenico, di Sant’Agostino e di Santa Caterina.
– Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, per chi lo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di Steve McCurry. È necessario prenotare al 349 1837505. Biglietto d’ingresso alla mostra di McCurry scontato € 10,00 + € 5,00 per la guida.

FORLÌ: AURELIO SAffI E GIORGINA CRAUfURD FRA ARTE, MUSICA E LETTERATURA 

Mercoledì 4 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso il Circolo della Scranna, corso Garibaldi 80, Forlì, per il Festival L’Occidente nel Labirinto, che quest’anno è dedicato al tema dell’elogio della cittadinanza, gli studenti del Liceo Artistico e Musicale “Antonio Canova” presenteranno “Aurelio Saffi e Giorgina Craufurd fra arte, musica e letteratura”.
Ingresso libero. 

COCCOLIA DI RAVENNA: RICORDO DI ARTURO SPAZZOLI 

Mercoledì 4 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso il Circolo Endas “Tonino Spazzoli”, via Ravegnana 851, Coccolia, Ravenna, si svolgerà una serata dedicata alla figura del partigiano Arturo Spazzoli, Medaglia d’Argento al Valor Militare. Interverranno: Antonio Spazzoli, Carlo Simoncelli, Rosella Calista, Oscar Bandini, Gabriele Zelli.
Ingresso libero. 

FORLÌ: PROIEZIONE DEL FILM-DOCUMENTARIO “DICKTATORSHIP – FALLO E BASTA” 

Mercoledì 4 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso la Sala San Luigi, via Luigi Nanni 12, Forlì, verrà proiettato il film-documentario “Dicktatorship – Fallo e basta” di Gustav Hofer e Luca  Ragazzi. 
Il film analizza i problemi e le tematiche di una società fallocentrica. 
Costo biglietto € 5,00. Parte dell’incasso sarà devoluto alla Casa Rifugio per donne vittime di violenza del Comune di Forlì.

FORLÌ: EFFETTI ACUTI E CRONICI DEL FUMO 

Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 8.30, presso la Scuola media Caterina Sforza, Forlì, si svolgerà un incontro promosso dalla professoressa Enrica Malerba su “Effetti acuti e cronici del fumo”. Interverranno la professoressa Maria Michea Sangro e il neurologo dottor Walter Neri.
Partecipazione libera. 

FORLÌ: VECCHIE LOCANDE E OSTERIE 

Giovedì 5 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 15.00 da piazza Saffi, Forlì, si terrà una visita condotta da Bedetta Orlati di Confguide Forlì, aperta a tutti .sul tema: “Vecchie locande e osterie”. Interverranno Marco Viroli e Gabriele Zelli.
In piazza Saffi verranno raccontate le brevi storie dell’Albergo del Vapore e dell’Albergo Ristorante Commercio, delle osterie e altre attività analoghe, citate nella guida di Ettore Casadei (1928) o in altri volumi, che avevano sede nei dintorni della piazza. Si coglierà inoltre l’occasione per ricordare storie e aneddoti legati all’osteria gestita da Alessandro Mussolini, padre di Benito, in fondo a corso Mazzini, e alla Trattoria del Bel Canto, in viale Vittorio Veneto.
Itinerario:
– Piazzette della Misura – la Trattoria da Pirin (ora Welldone Burger).
– Via Giorgina Saffi – dove più di 30 anni fa, l’Osteria del Medio (ora trattoria Osteria dalla Maria).
– Via Bufalini, angolo piazza Guido da Montefeltro, luogo oggi occupato dall’Osteria Don Abbondio che in precedenza era sede della storica “Trattoria della trippa”.
– Arrivo al San Domenico alle ore 16.30 con possibilità, per chi lo desidera, di visitare la mostra fotografica “Il Cibo” di Steve McCurry ad aggregazione libera. Biglietto d’ingresso scontato alla mostra € 10,00 + € 5,00 per la guida.

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL CALENDARIO BENEFICO 2020 DELL’ASSOCIAZIONE GLI ELEFANTI 

Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 18.30, presso la Sala Nassirya, piazza Morgagni 2 , Forlì, verrà presentato il calendario benefico 2020 “Un Anno d’Arte per una Vita di Solidarietà”, realizzato con il contributo di 12 artisti per sostenere il Centro di Aiuto allo Studio per le difficoltà e i disturbi dell’apprendimento-DSA dell’Associazione Gli Elefanti”. 
Gli artisti coinvolti sono: Giuseppe Tolo (copertina), Vasco Pieri, Max Angelini, Angela Suozzo, Chiara Emiliani, Silvia Fantini, Silvano Gherardelli, Giulio Sagradini, Andrea Di Mauro, Anna Zamperini, Valerio Tisselli, Elvira Rossi, Rosa Maria Giorgi.  
Ingresso libero. Al termine momento conviviale. 
Per acquistare copie del calendario è possibile contattare il 3397028348 (Gianni).

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FORLÌ. GUIDA AL CUORE DELLA CITTÀ”
Per Natale regalatevi e regalate un libro. Chi è interessato ad acquistare copie del libro può telefonare al numero 0543552121

Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 20.30, presso la Sala Don Bosco, Parrocchia dei Cappuccinini, via Ridolfi 29, Forlì, verrà presentato il libro “Forlì. Guidaal cuore della città” di Marco Viroli e Gabriele Zelli, fotografie di Fabio Casadei, editore Diogene Books.
Alla presentazione interverranno gli autori che illustreranno la nuova guida del centro storico di Forlì, mentre Fabio Casadei presenterà una proiezione delle foto da lui scattate e pubblicate all’interno della guida.
Al termine verrà offerto a tutti i partecipanti un piccolo rinfresco con ciambella e vino.
Nel 2012 uscì la grande “Forlì. Guida alla Città”, ottenendo un lusinghiero successo, tanto che, solo pochi mesi dopo, venne realizzata una ristampa.
Ora, proseguendo nel lavoro di divulgazione e di stimolo alla conoscenza della città che gli autori, Marco Viroli e Gabriele Zelli portano avanti oramai da molti anni, esce “Forlì. Guida al Centro Storico”. Questa nuova pubblicazione, aggiornata rispetto alla precedente, è agile ed essenziale e si propone di guidare il turista, lo studente o il semplice curioso attraverso le antiche vie della città, tra austeri palazzi che celano al loro interno vere e proprie meraviglie, musei, chiese e, perché no, parchi pubblici che sono un patrimonio di natura e di cultura.
Partendo dai Musei San Domenico, il lettore viene accompagnato dapprima nella parte più antica di Forlì, l’attuale corso Garibaldi, che ci fornisce, assieme alle viuzze adiacenti, la lettura dell’assetto urbanistico medievale. Qui possiamo trovare chiese il cui impianto originario risale a mille e più anni fa, case costruite nel Quattrocento e palazzi nobiliari del Cinquecento, veri gioielli di architettura rinascimentale. Il corso termina in una delle piazze più belle d’Italia, piazza Saffi, in cui, a corona, si elevano alcuni dei più importanti edifici cittadini: l’Abbazia di San Mercuriale, il Palazzo Comunale, Palazzo Albertini, Palazzo del Podestà…
La visita di Forlì è un susseguirsi di salti nel tempo, tra Rinascimento, età barocca e neoclassicismo. E per concludere un intero capitolo è dedicato all’impronta indelebile lasciata dall’architettura del Ventennio che, in parte ha trasformato la città.
Forlì è tutto questo e tanto altro ancora, una città da visitare e da scoprire per le sue bellezze artistiche e architettoniche, in parte sconosciute agli stessi forlivesi.
Viroli e Zelli sono organizzatori e animatori d’innumerevoli passeggiate raccontate, presentazioni e incontri che hanno come tema la storia, la cultura e le tradizioni di Forlì e della Romagna. Alla fine del 2012 hanno dato alle stampe “Forlì. Guida alla città” (Diogene Books) e, nel novembre 2013, “Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento” («Il Ponte Vecchio»). Nel 2014 hanno pubblicato “Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea” (Diogene Books) e “I giorni che sconvolsero Forlì, 8 settembre 1943-10 dicembre 1944” («Il Ponte Vecchio»). Sempre per «Il Ponte Vecchio» hanno anche dato alle stampe, nel 2015, “Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento” vol. 2 e, tra il 2016 e il 2019, i quattro volumi di “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna”.

CASEMURATE DI FORLÌ: A CENA CON MOZART 

Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 20.00, presso il Ristorante Taverna di Mezzo, via Cervese 301, Casemurate di Forlì, si terrà una cena con menù a tema e con intermezzi musicali e letture sul Flauto Magico di Mozart, ultima opera lirica scritta dal grande genio salisburghese.
Nell’occasione l’Associazione Mozart Italia presenterà la IV edizione del Festival MagicaMenteMozart e sarà a disposizione dei presenti per il rinnovo tessere e/o per domanda di iscrizione all’A.M.I. Forlì/Cesena.
Gli interpreti della serata saranno il flautista Yuri Ciccarese e il pianista Pierluigi Di Tella.
Per informazioni e prenotazioni 3703473099(costo cena 30 euro).

VECCHIAZZANO DI FORLÌ: “UN SCHËRZ DA PRIT”

Giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 21.15, presso il Teatro parrocchiale di Vecchiazzano, via Veclezio 13/a, Forlì, la Compagnia “Cvì de mi Paēs” di Vecchiazzano metterà in scena la commedia dialettale romagnola “Un schërz da Prit”, tre atti di Paolo Maltoni. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 3478742306.

FAENZA: INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “BESTIARI. 10 ARTISTI PER DANILO MELANDRI”

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 18. 00, presso la Bottega Bertaccini, corso Garibaldi 4, Faenza, si terrà l’inaugurazione della mostra “Bestiari.10 artisti per Danilo Melandri”; opere di Mirco Denicolò, Rita De Nigris, Armida Drei, Emidio Galassi, Monika Grycko, Kry Cristiano Marchetti, Nedo Merendi, Gianfranco Morini, Carlo Pastore, Cesare Reggiani.
La mostra resterà aperta fino al 11 gennaio 2020 nei seguenti orari: 9.30-12.30 / 15.30-19.30. Chiuso il lunedì mattina.

FORLÌ: I SACRI DOVERI 

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la Sala Donati, corso Diaz 111, Forlì, per il Festival L’Occidente nel Labirinto, che quest’anno è dedicato al tema dell’elogio della cittadinanza, si terrà un incontro dal titolo “I sacri doveri. La religione civile fra Repubblica e Nazionalismo”. Introdurrà Pietro Caruso, giornalista e saggista. Interverranno: Roberto Balzani, presidente IBC Emilia Romagna, ed Enrico Bertoni, direttore del Museo interreligioso di Bertinoro.
Ingresso libero. 

FORLÌ: GIAPPONE: UN VIAGGIO CHE CURA L’ANIMA

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Circolo Inzir, via Bezzecca 10, Forlì, si terrà una serata dedicata al Giappone, uno dei paesi con la cultura più misteriosa e affascinante del Mondo. Sarà presente Elena Guidi, che del Giappone ama coglierne i particolari, capirne le tradizioni e i rituali. Una serata all’insegna di foto, racconti e utili informazioni di viaggio.
Inzir è un circolo Arci. 

FORLÌ: CONCERTO – CARO VISTOLI, CONTROTENORE E GIULIA RICCI, CLAVICEMBALO

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso la Chiesa Sant’Antonio Abate in Ravaldino, corso Diaz 105, Forlì, Carlo Vistoli, controtenore, e Giulia Ricci, clavicembalo, terrazzo un concerto eseguendo musiche di G. Frescobaldi, B Tromboncino, C. Monteverdi, F. Laurenzi, F. Cavalli. 
Cuore di questo particolare spettacolo è la presentazione dello splendido quadro recentemente restaurato da Isabella Cervetti ‘Deposizione’ del pittore forlivese Livio Agresti, esposto nella stessa chiesa. 
Gabriele Zelli illustrerà la vita e l’opera del pittore.
La parte musicale è affidata alla voce del controtenore Carlo Vistoli reduce da recenti successi presso il Teatro alla Scala ed a Giulia Ricci giovanissima e dotata pianista, clavicembalista e organista.
Carlo Vistoli. Dopo aver studiato chitarra classica e pianoforte, si dedica allo studio del canto lirico come controtenore. Ha partecipato a Masterclass sulla vocalità barocca ed al Corso di Canto rinascimentale e barocco presso il Conservatorio «Frescobaldi» di Ferrara. Numerosi i riconoscimenti anche internazionali e le partecipazioni a spettacoli di successo. Fresco del successo raccolto all’Opera di Roma come Orfeo, ha recentemente debuttato al teatro alla Scala nell’opera Semele di G. F. Händel.
Giulia Ricci inizia il suo percorso musicale presso l’Istituto “A. Masini” della sua città, studiando pianoforte ed organo. Nel 2016 consegue presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro il Triennio di I livello di pianoforte con lode. Si distingue in concorsi nazionali ed internazionali e si perfeziona alla Scuola di Musica di Fiesole con Andrea Lucchesini. Nel 2016 intraprende lo studio del clavicembalo e l’anno successivo vince il secondo premio ex aequo ed il premio per l’esecuzione del miglior brano concertato d’obbligo al Concorso Europeo “G. Giambi” di Pesaro. Si distingue nel 2018 all’International Harpsichord Competition di Bruges (Belgio) e presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze consegue, con lode, la laurea di II livello in clavicembalo. Dal 2019 studia clavicembalo ed organo presso la Schola Cantorum Basiliensis .
Livio Agresti, nato a Forlì” intorno al 1508, fu pittore formatosi nella corrente del manierismo romano. Si ricordano della sua attività in Forlì gli affreschi della cappella del SS. Sacramento nel Duomo, due tavole dipinte per S. Maria dei Servi, la tela per la chiesa di S. Spirito in Ravenna con i SS. Vescovi Colombini, le quattro figure dei SS. Cosma, Damiano, Andrea, Francesco, che si trovano nel coro della chiesetta dei Romiti (S. Maria del Voto) e nella chiesa di S. Antonio di Ravaldino, una Adorazione dei Magi e una Deposizione.

FORLÌ: CONSONANZE 

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso Palazzo Romagnoli, via Albicini 12, Forlì, l’Associazione La Bottega dell’Orefice organizzerà una serata dal titolo “Consonanze, tra classica e rock, sguardi armonici sul Racconto dell’Uomo”.
Per informazioni: bottegaorefice.fo@libero.it.

CASA DELLE AIE DI CERVIA: DOPO CAROSELLO… TUTTI A NANNA”

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatrino della Casa delle Aie, via Aldo Ascione 4, Cervia, si svolgerà una serata dal titolo “Dopo Carosello… tutti a nanna!”, a cura di Gastone Guerrini. Allieteranno la serata Gastone Guerrini, contrabbasso e voce, Stefano Nanni, pianoforte, e Gianluca Nanni, batteria.
Ingresso libero. 

SAN VITTORE DI CESENA: UN FIÖL GARAVLÈ 

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Cine-Teatro Victor, via San Vittore 1680, San Vittore, Cesena, la Compagnia “La Brôza” di Cesena metterà in scena la commedia dialettale “Un fiöl garavlè”, tre atti brillanti della compagnia, regia di D. Turci. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 368208218.

ROCCA SAN CASCIANO: PURBIÓN DI ROMAGNA 

Venerdì 6 dicembre 2019, alle ore 21.15, presso il Teatro Italia, via Aurelio Saffi 8, Rocca San Casciano, Denis Campitelli sarà il protagonista dello spettacolo “Purbion di Romagna”.
Un’antica nebbia, a volte visibile a volte invisibile, avvolge da sempre l’uomo. Spesso gioca a fargli perdere la strada e a lasciarlo senza punti di riferimento. Ora quell’antica nebbia si è addensata e trasformata in ‘Purbión’ (polverone). Ulisse, nel poema di Tonino Guerra, capisce di essere ritornato nella sua Itaca grazie al profumo di un’erba selvatica, tipica della sua terra. Per noi invece la buona notizia arriva da un suono selvatico che conosciamo bene, il suono della lingua romagnola: “A qué i scór in Rumagnöl. A sém arivé a ca!”“
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 3383169741

FORLÌ: SECONDO CASADEI, MIO PADRE 

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 16.00, presso il Circolo della Scranna, corso Garibaldi 80, Forlì, per “I pomeriggi de’ Racoz”, Riccarda Casadei parlerà del padre Secondo Casadei e della carriera di musicista dello “Strauss di Romagna”. Interventi musicali di Luca Casadei, fisarmonica.
Ingresso libero. 

FORLÌ: LAVORO E POESIA 

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 16.30, presso Palazzo Romagnoli, per il ciclo “Il lavoro nelle Arti”, promosso dall’Associazione Nuova Civiltà delle Macchine, si terrà un incontro dedicato a “Lavoro e Poesia”. Interverranno: Fabio Franzin, poeta e lavoratore, Massimo Ghezzi, poeta e curatore delle poesie scelte di Luigi di Ruscio. Condurranno: Eleonora Rimolo e Matteo Zattoni.
Per informazioni 3356372677.

PREDAPPIO: INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “I GROTAPRE/SEPI”

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 17.00, presso La Vecia Cantena d’la Prê, piazza Cavour 18, Predappio Alta, si terrà l’inaugurazione della mostra “I Grotapre/sepi. Da Greccio alla Prê” di Franco Giannelli, in arte Grota.
Al termine momento conviviale. Ingresso libero. 
La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio 2020 e sarà visitabile durante gli orari del ristorante.

CERVIA: IL FREDDO E LA NEVE… TI RACCONTO UNA COSA 

Le giornate si accorciano, Natale è alle porte, il freddo sta arrivando e la neve potrebbe sorprenderci anche quest’anno: è tempo della tradizionale mostra dell’Ecomuseo dedicata proprio al lungo inverno. “Il freddo e la neve…Ti racconto una cosa!” è il titolo della nona edizione di questa manifestazione che, come ogni anno, vede tante persone partecipare attivamente e condividere con noi ricordi ed emozioni.
L’inaugurazione si terrà sabato 7 dicembre alle ore 18.00 al magazzino del sale “Torre” con la mostra “Il freddo e la neve…Ti racconto na cosa”, che rimarrà aperta fino al 28 dicembre con i seguenti orari: feriali dalle 15.30 alle 19.30; festivi e prefestivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. Ingresso libero. 

CIVITELLA DI ROMAGNA: ILLUSTRAZIONE ICONA DEL CENTENARIO DELLA CONFRATERNITA DELLA B.V. DELLA SUASIA

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 19.00, presso il Santuario della Suasia, Civitella di Romagna, verrà illustrata l’icona del centenario della Confraternita della Suasia; una serigrafia su lastra metallica realizzata dall’artista Mario Di Cicco. Alle ore 19.30 esecutivo di brani per coro (coro parrocchiale), organo (Anna Maria Cortini) e violino (Antonio Zavatti).
Ingresso libero. 

FORLÌ: CONCERTO A FAVORE DELLA CARITAS E DELL’EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ 

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 2100, nella Abbazia di San Mercuriale, piazza Saffi, Forlì, si esibirà la Young Musicians European Orchestra diretta dal Maestro Paolo Olmi, composta da giovanissimi musicisti di tutto il mondo impegnati in un progetto che inizierà ai primi di dicembre a Ravenna con le prove preliminari e che terminerà con due concerti: a Betlemme nella Chiesa della Natività l’11 dicembre e a Gerusalemme nella Chiesa di Notre Dame il 12 dicembre. 
Il programma del concerto di Forlì prevede l’esibizione di giovanissimi solisti protagonisti nel mondo musicale internazionale; sarà aperto dall’oboista Simone Fava, impegnato nel Concerto in Fa Maggiore di Corelli nella trascrizione di John Barbirolli; proseguirà con il concerto in Do Maggiore per violoncello di Haydn (solista Bruno Philippe, nella foto) e terminerà con il Concerto in Sol Maggiore K216 di Mozart interpretato da Vikram Sedona. 
Una novità di quest’anno è costituita dal fatto che, in chiusura del concerto, la Young Musicians European Orchestra sarà integrata da alcuni giovani musicisti forlivesi provenienti dall’Istituto Musicale Masini, dalla scuola di musica InArte e da altre istituzioni cittadine nell’esecuzione di due brani fuori programma. 
Tutti i partecipanti al concerto e tutti i cittadini di Forlì sono invitati ad un gesto natalizio di solidarietà portando in Chiesa (Abbazia di San Mercuriale), la sera di sabato 7 dicembre, una serie di beni di prima necessità che saranno raccolti dalla Caritas e saranno poi distribuiti attraverso l’Emporio della Solidarietà di Forlì e il Banco Alimentare. C’è bisogno di zucchero, latte, riso, olio di oliva e di semi, passata di pomodoro. I prodotti raccolti saranno distribuiti a tutte le famiglie in stato di bisogno, che ad oggi sono oltre 500. 
I biglietti per il concerto hanno il prezzo di 20 euro per la navata centrale, e di 2 euro per la navata laterale, e possono essere acquistati alla Caritas di Forlì Bertinoro, oppure presso Emilia Romagna Concerti contattando la mail: erconcerti1@yahoo.it, o telefonando allo 0544.33835. 

FORLÌ: IL BUE NERO – O DELLA CATTIVA COSCIENZA DEGLI ITALIANI

Sabato 7 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Giovanni Testori, via Vespucci 13, Forlì, verrà proposto lo spettacolo “Il Bue Nero – o della cattiva coscienza degli italiani”; regista Yvonne Capece, dramaturgia Marzio Badalì, scene e costumi Micol Vighi, interpreti Elisa Petrolini, Nicola Santolini.
Primo spettacolo della trilogia “Io non ci sono. Percorsi nell’Emilia Romagna fascista, antifascista e postfascista”, vincitore del “Bando per la Memoria 2019” della Regione Emilia Romagna
T’amo, o pio bove, diceva Carducci. Pio bove un corno, rispondeva Primo Levi, pio per eufemismo, pio sarà Lei, professore. Il Bue Nero – o della cattiva coscienza degli italiani è un viaggio nella memoria, ma non di quelli che ripercorrono la Storia. E’ un’indagine sulla nostra coscienza, sui nostri ideali frustrati e sulle incongruenze della natura umana, o forse della natura di noi italiani. È una riflessione sul corpo e sulla sua assenza, sul culto e il feticismo del grande capo con le corna. Eia Eia Alalà! Mangiamo il corpo del bue per acquisirne la forza ma dimentichiamo sempre cosa mangia il bue. 
Il Bue Nero è l’esperienza storica della dittatura “in corpore Mussolini”, la dittatura tracciata attraverso la presenza ventennale di un corpo: un pò “bue nazionale” intento a lavorare sotto il pungolo della nazione, un pò “animale da corrida” da uccidere per non restarne uccisi. Un corpo enorme, invasivo, che ha dominato per vent’anni lo scenario politico ed emotivo degli italiani, e che anche da morto è riuscito a mettersi di traverso e sbarrare la strada alla democrazia. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 0543722456teatrotestori@elsinor.net

FORLÌ: LE DOMENICHE AL MUSEO 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 11.45, presso l’ex Sala del refettorio, Musei San Domenico, piazza Guido da Montefeltro 12, Forlì, per “Le domeniche al Museo” , concerto aperitivo con visita guidata.
Costo: € 8,00. Omaggio possessori ArtCard. Per informazioni: 335 64 77 553

FORLÌ: PRESEPI IN PIAZZA 

Da domenica 8 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, presso Palazzo Albertini e la Sala XC Pacifici, piazza Saffi, Forlì, si svolgerà la tradizionale esposizione di presepi a cura dell’Associazione Nazionale Amici dei Presepi.
Ingresso a offerta libera. Info: aiap@libero.it

FORLÌ: CATERINA SFORZA. LA STORIA, I LUOGHI, I PERSONAGGI 

Domenica 8 dicembre 2019, con ritrovo e partenza alle ore 14.30, dal giardino della Rocca di Ravaldino, via Giovanni dalle Bande Nere 1, Forlì, Chiara Macherozzi condurrà una visita guidata dal titolo “Caterina Sforza. La storia, i luoghi, I personaggi. 
Visita Guidata ad aggregazione libera e a pagamento attraverso i luoghi di tutto il Centro Storico di Forlí legati alle avvincenti vicende della “Leonessa di Romagna”. Durata: 3 ore e mezzo circa compresi gli spostamenti a piedi attraverso tutto il Centro Storico di Forlì (chi vuole può spostarsi in bici). PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO E NON OLTRE VENERDÌ 6 DICEMBRE AL 3498087330
LA VISITA GUIDATA SI EFFETTUERÁ SOLO AL RAGGIUNGIMENTO DI UN QUORUM MINIMO DI PARTECIPANTI CHE AVRANNO PRENOTATO ENTRO VENERDÌ 6 DICEMBRE ED É A NUMERO CHIUSO, ovvero al raggiungimento di un numero massimo saranno chiuse le prenotazioni.

FORLÌ: BOTTEGA SOLIDALE DELL’ISTITUTO ONCOLOGICO ROMAGNOLO 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 15.00, piazza Saffi 3, Forlì, si terrà l’inaugurazione della Bottega Solidale IOR, la presenza dell’assessore Andrea Cintorino, di Fabrizio Miserocchi, direttore IOR, dei Volontari IOR e di tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questa importante iniziativa dedicata alla raccolta fondi per l’acquisto del “CliniMACS Prodigy”, uno strumento all’avanguardia per la produzione di terapie geniche (CAR-T) che verrà donato all’IRST IRCCS di Meldola.

LONGIANO: IL PRESEPE-PASTORALE DI GIUSEPPE SALVATORI E LA MOSTRA PASTORALE E ALTRI ANIMALI

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 17.30, presso l’ex Chiesa Madonna di Loreto, piazza Malatesta 1, Longiano, la Fondazione Tito Balestra Onlus, in collaborazione con il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” di Castronuovo Sant’Andrea, inaugurerà Il Presepe-pastorale di Giuseppe Salvatori e la mostra Pastorale e altri animali.
Sarà presente l’artista. Ingresso libero. 

FORLÌ: CONCERTO DEL QUARTETTO FONÈ 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso il Circolo della Scranna, corso Garibaldi 80, Forlì, per il ciclo di incontri musicali proposti dall’Associazione Armonia il Quartetto Fonè terrà un concerto. Introdurrà il musicologo Guido Barbieri. 
Ingresso libero. 

RAVALDINO IN MONTE DI FORLÌ:- CONCERTO DI FRANCESCO GUERRI 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 18.00, presso Area Sismica, via Le Selve 23, Ravaldino in Monte, Forlì, Francesco Guerri terrà un concerto. 
Guerri è un talento cristallino mai avvezzo a compromessi di comodo. Infatti, appena diplomato al Conservatorio di Cesena con in massimo dei voti, esce dall’edificio con l’amato primo concerto per violoncello di Shostakovich sotto braccio, per non tornare più indietro e si avvicina alla musica improvvisata, elettroacustica e al rock. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni consultare il sito www.areasismica.it
Area Sismica è un circolo Arci

FORLÌ: LA SUOCERA 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Il Piccolo, via Cerchia 98, Bussecchio, Forlì, la Filodrammatica Hermanos di Longiano metterà in scena la commedia dialettale romagnola “La suocera”, tre atti di Giusi Canducci. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 054364300.

MELDOLA: DUE DONNE IN FUGA 

Domenica 8 dicembre 2019, alle ore 21.00, presso il Teatro Dragoni di Meldola, Marisa Laurito e Fioretti Mari metteranno in scena lo spettacolo “Due donne in fuga”, regia di Nicasio Anselmo. 
Ingresso a pagamento. Per informazioni e prenotazioni 054364300

FORLÌ: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FATTI E MISFATTI A FORLÌ E INROMAGNA – QUARTO VOLUME 

Lunedì 9 dicembre 2019, alle ore 20.45, presso la Sala Don Bosco, via Luigi Ridolfi 29, Parrocchia Cappuccinini, Forlì, verrà presentato libro “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna” di Marco Viroli e Gabriele Zelli, edito da Il Ponte Vecchio. Interverranno gli autori. 
Nel corso della serata il Trio Iftode, composto da Teddi Iftode, primo violino, Radu Iftode, secondo violino, Vlad Iftode, tastiere, eseguirà brani della tradizione romagnola e internazionale. 
Quarto appuntamento in quattro anni con “Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna” di Marco Viroli e Gabriele Zelli. I due autori continuano nel loro fruttuoso sodalizio che in una decina d’anni li ha visti dare alle stampe oltre una dozzina di pubblicazioni. Il loro lavoro pressoché quotidiano alla ricerca dell’identità di una città, Forlì, e di una regione, la Romagna, è un lavoro prezioso per tutti perché noi, in grandissima parte, siamo il risultato della storia della terra in cui viviamo e, insieme, la somma delle memorie dei personaggi, più o meno conosciuti, che hanno contribuito a crearla. La successione annuale con cui gli autori si presentano in libreria è indizio tra gli altri della passione con la quale si dedicano alla divulgazione della storia e delle storie di Forlì e della Romagna, punto di partenza per progettare il futuro di una città e di un’intera terra. In questo libro si racconta tra l’altro dell’inventore forlivese del pentagramma ma anche della Biblioteca Malatestiana di Cesena e del Tempio Malatestiano di Rimini; ci si ritrovano le passioni dei romagnoli per la bicicletta, per il motociclismo e per lo sci (sulla plastica!) e al tempo stesso la vocazione di una città, Forlì, per la lirica e il bel canto. Tra grandi e piccoli personaggi una buona parte, in occasione del settantacinquesimo anniversario, è dedicata al ricordo di tre efferati eccidi nazifascisti: Tavolicci, Carnaio e Fornace Bisutti. Tanti tasselli di un grande puzzle che contribuiscono ad ampliare ancora di più la conoscenza storica di una terra generosa e dei suoi contributi alla storia dell’Italia intera.

Commenta con Facebook
Gabriele Zelli

Gabriele Zelli

Gabriele Zelli è nato a Forlì il 5 marzo 1953. Da circa trent'anni si occupa in modo continuativo di cultura, sport e di attività sociali. Per Romagnapost, insieme a Marco Viroli, cura una rubrica intitolata "pillole forlivesi" dedicate alla storia della città. 

Lascia un Commento...