Dopo le materne la bicipolitana

È uno dei progetti più ambiziosi e interessanti del programma di Lattuca

L’opposizione fa il suo lavoro, ma sembra debole la critica aperta sua cancellazione delle rette alle materne. Anche perché non registra un fronte compatto. Le varie anime affrontano  l’argomento dalla propria visione, politica e culturale. Non è come piazza della Libertà che univa a prescindere. Insomma, sarà difficile minare la credibilità del sindaco criticandolo  su questo fronte. Il provvedimento potrebbe anche essere perfettibile, ma va nella direzione di favorire gli utenti.

La presentazione del progetto

Ma lo è anche per un altro motivo: è identitario. Enzo Lattuca potrà piacere o no. Come tutti ha  pregi e difetti. Chi lo apprezza evidenzia i primi, chi lo contesta sottolinea i secondi. Fa parte del gioco. Però una cosa è innegabile: ha una cultura di sinistra e vuole che questo sia il tratto identitario del suo governo. E la prima vera azione va in quella direzione. Perché l’intervento sulle materne non può essere circoscritto solo all’aspetto economico. Quel taglio è anche e soprattutto una difesa della scuola pubblica.

Pur con una visione complessiva, il sindaco deve però continuare a tracciare un solco identitario. Quello previsto nel suo programma. Perciò non deve perdere tempo sulla Bicipolitana, termine per me sconosciuto fino a quando Lattuca non lo ha usato in campagna elettorale. Adesso, a mesi di distanza leggo che è usato in diverse zone d’Italia. Comunque, a prescindere dalla dicitura, serve andare spediti in quella direzione.

Lattuca con i sindaci di Pesaro e Cesenatico

Perché la bicicletta è il futuro della mobilità urbana con ripercussioni positive sia dal punto ambientale che economico. Siccome il racconto del mondo delle due ruote tocca i temi della produzione sino ai nuovi stili di vita, alla bike economy è dedicata anche la copertina di “IL”, il maschile del Sole 24 Ore. Cuore di questo numero del magazine la volata del Pib, il Prodotto Interno Bici, analizzato da diversi punti di vista. Innanzitutto è presentata una panoramica delle ricadute positive delle due ruote in termini di salute, traffico urbano, inquinamento atmosferico e acustico, per fare quindi il punto sulle novità produttive e presentare gli imprenditori che si misurano con la sfida sostenibile delle due ruote.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...