Cultura – Gli appuntamenti del weekend dal 23 al 25 agosto 2019 in Romagna

A Terra del Sole va in scena lo spettacolare Palio di Santa Reparata, a Forlimpopoli la rassegna cinematografica del festival di Musica Popolare

Aspettando il Festival al Cinema

Come oramai da tradizione, il Festival di Musica Popolare propone una programmazione cinematografica di film scelti sulla base del tema del festival stesso e/o ispirati da un’importante impronta musicale.

Venerdì 23 Agosto 2019
ROCCA DI FORLIMPOPOLI
Ingresso Interi €10,00 Ridotti €8,00 Abbonamento 2 Serate 23/24 Agosto €15,00

ore 20:30
NOEMI BALLOI – Tramas

 Si intitola Tramas il primo inedito album di Noemi Balloi. Tra i finalisti del 7° Premio Andrea Parodi (2014), e vincitrice del Premio Speciale “Scuola Musica Popolare di Forlimpopoli” (2015), la cantautrice cagliaritana ha da poco inciso e autoprodotto un proprio cd di dodici tracce. Ecco come lo descrive nelle note di copertina Paolo Fresu: «È possibile inventare il nuovo musicale in Sardegna? Noemi Balloi c’è riuscita con il suo Tramas, intrecciando e cucendo sapientemente un patchwork multicolore composto da suoni e lingue che rimandano a mondi distanti. Il suo è un romanzo musicale autobiografico che lei stessa definisce un “Lessico familiare” alla Ginzburg, dove si compongono dodici capitoli che sono altrettanti affreschi sonori e antropologici che testimoniano un’isola aperta al mondo. […] Non solo la Sardegna ma tutto il mondo latino laddove le trame legano il Mediterraneo al Portogallo e a Cuba. Suttascala è un affresco, una prova d’autore che introduce a un quadro ricco di sfumature. Carroga beccia un passato che brucia. Asseliu è una ninna nanna e Scida! un‘déjà écouté’ che viaggia tra i Balcani e il Maghreb. Le trame di Noemi rappresentano la trasversalità di quell’ordito che le tessitrici sarde conoscono bene e che fanno diventare poesia grazie a mani esperte e alla saggezza del conosciuto che si tramanda di telaio in telaio. Se inventare il nuovo significa anche perdersi nella memoria visiva e olfattiva, Tramas ha il potere di portarvi virtualmente nel più grande bazàr africano.»
Dunque un personalissimo viaggio in musica.Viaggio dove si evocano atmosfere familiari e nuove al contempo; dove sono protagonisti il focolare domestico, il mare, la terra, il cielo, ma anche profondi squarci di storie umane. È un tragitto suddiviso in 12 suggestive tappe sonore, attraverso le quali lasciarsi trasportare tenendo gli occhi chiusi.

 Ore 22:00

STEFANO SALETTI E BANDA IKONA – Sabir
Il Sabir e i suoni dalle città di frontiera del Mediterraneo
«Il Mediterraneo… sono delle strade. Strade per mare e per terra. Collegate. Strade e città. Grandi, piccole. Si tengono tutte per mano. Il Cairo e Marsiglia, Genova e Beirut, Istanbul e Tangeri, Tunisi e Napoli, Barcellona e Alessandria, Palermo e… ».

Jean-Claude Izzo, Marinai perduti

Un concerto che diventa un cammino tra le strade del Mediterraneo. Questo è quello che presentano Stefano Saletti e la Banda Ikona.
Saletti in questi anni ha viaggiato con la sua musica da Lampedusa a Istanbul, da Tangeri a Lisbona a Jaffa, Sarajevo e Ventotene e in questi luoghi ha registrato suoni, rumori, radio, voci, spazi sonori. Partendo da tutto questo materiale ha composto un affresco sonoro che racconta il difficile dialogo tra la sponda nord e sud, i drammi dei migranti, la ricchezza, le speranze, il dolore che attraversano le strade del Mediterraneo.
In questo racconto in musica ha utilizzato il Sabir, la lingua del mare, dei porti, dei pescatori e dei marinai del Mediterraneo, la lingua del possibile dialogo, che unisce italiano, francese, spagnolo e arabo in un unico flusso sonoro.
Il risultato è un affascinante folk world-mediterraneo, meticciato, una miscela ricca di ritmi e melodie, suggestioni e colori.
Ad aprile 2016 è stato pubblicato il CD “Soundcity: suoni dalle città di frontiera” (per Finisterre/distr. Felmay) che ha avuto grandi riconoscimenti in Italia e all’estero: è stato tre mesi ai primi posti della WMCE la World Music Charts Europe la classifica internazionale della world music, nella Top ten della Transglobal Music Charts, disco del mese per la prestigiosa rivista inglese FRoots e per Blogfolk; nella cinquina finale del Premio Tenco nella sezione dialetto e lingue minoritarie.
Compagni di viaggio di Saletti, polistrumentista già fondatore dei Novalia che suona oud, bouzouki, saz baglama, chitarra ci sono i musicisti che da dieci anni fanno parte della Banda Ikona: Mario Rivera (bassista potente e creativo, leader degli Agricantus), Barbara Eramo (cantante tarantina impegnata in tanti progetti internazionali di world music e musica popolare), Giovanni Lo Cascio (percussioni e batteria nei Novalia e Agricantus e leader del progetto Aksak di musica balcanica).
Prodotto come i due precedenti lavori da Finisterre, Soundcity si snoda come un concept album. La vita diventa musica, i rumori della realtà si trasformano in melodie e ritmi. Le strade del Mediterraneo risuonano di echi lontani e presenti e ci ricordano che da sempre sono tutte collegate: per mare e per terra.
Saletti e gli altri componenti della Banda Ikona effettuano da anni in Italia e all’estero anche workshop e seminari sulla lingua Sabir, sulle tecniche esecutive degli strumenti a corda e percussione, sulle tecniche vocali, sulle contaminazioni, influenze e specificità dei tanti stili musicali dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Line up:

Stefano Saletti: oud, bouzuki, chitarre, voce
Gabriella Aiello: voce
Mario Rivera: basso acustico
Giovanni Lo Cascio: drums set, percussioni

Sabato 24 Agosto 2019

ROCCA DI FORLIMPOPOLI

Ingresso Interi €10,00 Ridotti €8,00 Abbonamento 2 Serate 23/24 Agosto €15,00

Ore 20:30

HÉCTOR ULISES PASSARELLA

Con
L’ENSEMBLE DEL CENTRO DEL BANDONEÓN DI ROMA

(5 bandoneón ,2 violini, viola, violoncello, contrabbasso e pianoforte) in Musica Rioplatense

La musica rioplatense è la musica di Montevideo e Buenos Aires: il Tango. Musicisti di grande talento come Piazzolla, Salgàn, Troilo, Pugliese, Balcarce, Plaza, Rovira, Lamarque Pons e altri, con le loro innovazioni e apporti provenienti più che altro dalla musica “classica” fecero sì, fin dagli anni 50, che il tango, nato come danza, trovasse un suo cammino come musica da ascolto. La ricerca musicale, oltre la volontà di far rivivere artisticamente alcuni stili particolari del passato, è ciò che potrà assaporare il pubblico in questo concerto. Uno spettacolo culturale unico in Europa per la quantità di bandoneón; un viaggio appassionante attraverso le varie epoche che hanno fatto la storia del tango, dagli arrangiamenti tipici delle grandi orchestre di Montevideo e di Buenos Aires degli anni 50 e 60 fino ai brani di A. Piazzolla e alle composizioni originali di H.U. Passarella.

Domenica 25 Agosto 2019
Corte di Casa Artusi
Via Andrea Costa 31 Forlimpopoli

 Ore 17:00

L’Odissea del tango … Ulises racconta Ulises
Conferenza di Héctor Ulises Passarella

 Ore 19:00
Ingresso: €5,00

In Collaborazione con LiUcciFestival e Mei

Esibizione del gruppo vincitore del

PREMIO SPECIALE SCUOLA DI MUSICA POPOLARE selezionati fra i partecipanti al IL PREMIO NAZIONALE FOLK NUOVE GENERAZIONI organizzato da LI UCCI FESTIVAL, MEI, SCUOLA DI MUSICA POPOLARE di Forlimpopoli in collaborazione con Musica Nelle Aie (Castel Raniero –Ra-), Umbria Folk Festival (Orvieto –Tr-), Taranta Sicily Fest (Scicli –Rg-), Ande Bali e Cante (Rovigo –Ro-)

 Durante il Festival

“IL SUONO DI FORLIMPOPOLI”

mostra fotografica

Museo Archeologico “Tobia Aldini”

Piazza Fratti – Forlimpopoli

a cura di Marco Tadolini

Cusercoli

CUSERCOLI: UN CASTELLO IN AMORE 

Venerdì 23 e sabato 24 agosto 2019, presso il Castello di Cusercoli, si terrà la sesta edizione di “Cusercoli… un castello in amore”, secondo il seguente programma: venerdì 23 ore 20.30 cena a lume di candela (costo 35 euro solo su prenotazione 3396040349; 3404208638); ore 22.00 nel giardino pensile concerto dei Montefiori Cocktail a ingresso libero; sabato 24 ore 18.00 passeggiate storiche nel borgo e al castello con partenza ogni ora; ore 19.00 spettacoli e concerti itineranti (Romingo, Mobius, Dj set si esibiranno nei palcoscenici del castello fino alle ore 24.00; ore 21.00 le emozioni del tango e le sue atmosfere passionali (ingresso per la serata 5 euro).
Per ulteriori informazioni consultare il sito www.prolocochiusadercole.it

LIDO DI CLASSE: CON LA VALIGIA IN MANO 

Venerdì 23 agosto 2019, alle ore 21.00, presso il Bagno Albatros, via Cadamosto 100, Lido di Classe (RA), Tiziana e Dervis Castellucci presenteranno “Con la valigia in mano”; raccontare storie e viaggi attraverso la multivisione. I due autori proietteranno i seguenti audiovisivi: “Forlì: sguardi sulla città”, “Giochi di luce a Parigi”, “Le due anime del Laos” e “La grande anima dell’Oriente”.
Partecipazione libera. 

FORLÌ: CONCERTO DI ILARIA GRAZIANO E FRANCESCO FORNI 

Venerdì 23 agosto 2019, alle ore 21.15, in piazzettadella Misura, Forlì, Ilaria Graziano e Francesco Forni terranno un concerto in un originale mix di blues, folk, country, tango argentino, canzoni napoletane e dolce vita. 
Partecipazione libera.  

MELDOLA: COMMEMORAZIONE DEL 75° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DELLA FORNACE 

Sabato 24 agosto 2019, alle ore 10.00, presso il Cippo della Fornace, via Roma incrocio con via Volta, Meldola, si svolgerà la cerimonia in ricordo delle vittime dell’eccidio della Fornace. 
Introdurrà Paola Borghesi, presidente Sezione A.N.P.I. di Meldola. Interverranno: Roberto  Cavallucci, sindaco di Meldola, Gianfranco Miro Gori, presidente Comitato  Provinciale A.N.P.I.  Forlì-Cesena. Don Mauro Petrini condurrà un momento di preghiera in suffragio dei defunti e per la pace.
Durante la manifestazione verranno ricordati Don Pietro Tonelli e Padre Vicinio Zanelli uccisi a Pieve  di Rivoschio il 21 agosto 1944, stesso giorno dell’eccidio alla fornace di Meldola.
Durante il rastrellamento di Pieve di Rivoschio del 20 agosto furono catturate dai nazifascisti 180 persone. Successivamente vennero portate a alla Fornace di  Meldola. Furono selezionati 18 abitanti di Pieve di Rivoschio (luogo dove aveva sede il Comando dell’Ottava Brigata Partigiana Garibaldi) e fucilati nel tardo pomeriggio del 21 agosto per rappresaglia. 
Partecipazione libera. 

MELDOLA: INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “PER RICORDARE LUIGI MICHELACCI”

Sabato 24 agosto 2019, alle ore 17.00, presso la Galleria “Luigi Michelacci”, via Cavour 60/m, Meldola, si terrà l’inaugurazione della mostra “Documenti e dipinti” per ricordare il pittore Luigi Michelacci nel sessantesimo anniversario della scomparsa. 
La mostra resterà aperta fino al 15 settembre e sarà visitabile secondo i seguenti orari: giorni feriali 16.00 – 19.00, giorni festivi 10.00 – 12.00 e 16.00 – 19.00. Ingresso libero. 

SANT’ALBERTO DI RAVENNA: OMAGGIO A GUIDO CAVALCANTI 

Nuovo appuntamento Sabato 24 agosto 2019, alle ore 18.00,  presso Casa Guerrini a Sant’Alberto (RA), con gli Aperitivi Letterari proposti dall’Associazione culturale Il Glicine di Savarna (RA) in collaborazione con Istituzione Biblioteca Classense di Ravenna e il Patrocinio dell’Assessorato al Decentramento del Comune di Ravenna. Il nuovo incontro, ha come tema la poetica stilnovista di Guido Cavalcanti. 
“Io non pensava che lo cor giammai / avesse di sospir’ tormento tanto, / che dell’anima mia nascesse pianto / mostrando per lo viso agli occhi morte. / Non sentìo pace né riposo alquanto / poscia ch’Amore e madonna trovai, …”
La personalità, aristocraticamente sdegnosa di Cavalcanti è paragonabile a quella di Dante, con l’importante differenza che non diventa profondamente religioso come l’amico, ma perde la fede. Cavalcanti era noto infatti per il suo ateismo, come testimoniato da Dante e da Boccaccio. La sua eterodossia è stata tra l’altro rilevata nella grande canzone dottrinale Donna me prega, certamente il testo più arduo e impegnato, anche sul piano concettuale, di tutta la poesia stilnovistica, in cui si rinvengono caratteri di correnti radicali dell’aristotelismo. Il poetare di Cavalcanti, dal ritmo soave e leggero è di una grande sapienza retorica. I versi di Cavalcanti possiedono una fluidità melodica, che nasce dal ritmo degli accenti, dai tratti fonici del lessico impiegato, dall’assenza di spezzettature, pause, inversioni sintattiche. Di Cavalcanti è utile ricordare che, oltre ad essere poeta, fu anche un fine pensatore, di cui però non ci resta nulla delle opere filosofiche in quanto non è certo che ne abbia effettivamente scritte.
L’incontro è il secondo della ventiduesima trilogia appositamente creata per Casa Guerrini dal titolo: “Gli aperitivi letterari”, che con cadenza mensile ha già realizzato, con quello in essere, ben sessanta incontri dedicati alla poesia. Il titolo di questo ciclo è: “La trilogia dei poeti il cui radicale realismo incalzò l’urgente e incerta emozione…” e, come quelli precedenti, pone la poesia classica e/o contemporanea in relazione con la poetica facendone un elemento centrale e distintivo di una proposta letteraria che vuole riavvicinare il pubblico alla poesia e riportare la stessa a casa del poeta. 
I protagonisti dell’incontro saranno: Anna Maria Cortini (pianista), Enzo Dall’Ara (critico letterario), Matteo Nicolucci (poeta). Presenterà la serata Angelamaria Golfarelli (poeta e ideatrice del progetto). 
A conclusione degustazione di vini a cura dell’Enoteca Indo Vino di Ravenna e aperitivo per tutti. Ingresso libero. Per informazioni cell. 3489508631.

FORLÌ: CONCERTO IN RICORDO DI IVAN GRAZIANI 

Sabato 24 agosto 2019, alle ore 21.15, in piazzetta della Misura, Forlì, il gruppo musicale Devils eseguirà un concerto in ricordo di Ivan Graziani. La serata è offerta da AVIS Forlì. 
Partecipazione libera. 

FORLÌ: AGENDA RESISTENTE 

Domenica 24 agosto 2019, alle ore 21.15, presso la Fabbrica delle Candele, piazzetta Corbizzi, Forlì, la Compagnia Grandi Manovre metterà in scena lo spettacolo “Agenda Resistente” di Michele Zizzari, ispirato ai racconti della partigiana Elide Cenacchi, con Silvia Dall’Ara e Michele Zizzari. 
Lo spettacolo narra di Elide Cenacchi (staffetta partigiana della Brigata di Arrigo Boldrini che liberò Ravenna dai nazifascisti) e dell’incontro che lei – ultra 90enne – ha con l’autore napoletano Michele Zizzari, che nell’opera è un errabondo e giovane poeta. Tra i due nasce una profonda amicizia, che dà vita a un intenso confronto culturale e generazionale. Tra chi fu testimone e protagonista di un’eroica lotta di liberazione e chi oggi fa i conti con una realtà che sembra rimuovere e mettere in discussione i valori fondanti di quella lotta e della stessa democrazia. Attraverso il vissuto di Elide emergono le motivazioni e il senso di quell’esperienza e il grande contributo che le donne dettero e continuano a dare in generale all’emancipazione umana. Mentre Elide – con il suo spirito positivo e ironico – mette in risalto gli aspetti più umani e divertenti di quelle vicende, il giovane – rivedendosi in quei ragazzi che rinunciarono alla giovinezza e alla vita – ne rivive il dramma, in una sorta di surreale dissolvenza storica e temporale, che fa riemergere fatti, luoghi, canti e briganti napoletani, partigiani romagnoli e canzoni della resistenza interpretate da autori contemporanei.
Per informazioni e prenotazioni 360705321. 

A Terra del Sole va in scena lo spettacolare Palio di Santa Reparata

TERRA DEL SOLE: PALIO DI SANTA REPARATA 

Nello spettacolare e suggestivo contesto dell’ Edizione 2019 del PALIO DI SANTA REPARATA DI TERRA DEL SOLE, vestita a festa per la Sua Patrona, domenica 25 agosto, con ritrovo alle ore 10.30 nel Loggiato di Palazzo Pretorio, si terrà una visita guidata ad aggregazione libera a pagamento alla Città-Fortezza Medicea di Terra del Sole, condotta dalla Guida Chiara Macherozzi, a cura di Romagna Full Time e ConfGuide Forlì Cesena e in collaborazione con Pro Loco Terra del Sole.
Tariffa a testa: 8 euro a persona, bambini fino a 10 anni gratis. Durata 1ora e 30 minuti circa.
La visista guidata si terrà anche in caso di pioggia 
In occasione del Palio di Santa Reparata, la Città-Fortezza Medicea, che sarà chiusa al traffico, si potrà effettuare un viaggio dentro la Storia di Terra del Sole e immergersi appieno nell’atmosfera della tradizionale manifestazione. 
Prenotazione non obbligatoria. Per info ed eventuali prenotazioni: Romagna Fulltime SMS 3895824286; mail: turismo@romagnafulltime.it

PALIO DI SANTA REPARATA 2019: IL PROGRAMMA 

Venerdì’ 23 Agosto 2019, ore 21.00, Piazza D’Armi: RAPACI DI NOTTE – POETI PER UN GIORNO; serata dedicata alla falconeria e alla poesia. Con la Partecipazione dell’AISM e del Falconiere Freddy.

Sabato 24 Agosto 2019, ore 20.00, TRADIZIONALE CENA DELLE CONTRADE. 
Il Borgo Fiorentino e il Borgo Romano invitano i propri Contradaioli e quanti vogliano partecipare alla cena e ai riti propiziatori della vigilia. Lunghe tavolate verranno allestite lungo i borghi delle rispettive Contrade, al lume di candela, il tutto per incoraggiare i garreggianti che scenderanno in Piazza per contendersi il 56° Palio. Per info e prenotazioni: Borgo Fiorentino: borgo.fiorentino@gmail.com – Borgo Romano: borgoromano@libero.it

DOMENICA 25 Agosto 2019
DALLE ORE 13.30 INGRESSO A PAGAMENTO – € 5,00 dai 14 anni in su. 
Dalle ore 9,00 – Chiusura del traffico nella Cittadella. Nell’area ai lati della Chiesa allestimento del mercatino di artigianato, prodotti tipici del territorio con figuranti in costume.
Ore 10,30 – Chiesa di Santa Reparata, Santa Messa Solenne in latino, Benedizione del Palio, con la parecipazione di figuranti in costume e del Gruppo Corale di Castrocaro Terme e Terra del Sole.
Ore 10,30 – Loggiato Palazzo Pretorio : ritrovo per visita guidata ad aggregazione libera a pagamento alla Città-Fortezza di Terra del Sole. Tariffa a testa: euro 8 –  bambini fino a 10 anni gratis . Durata: 1 ora e mezzo circa.  La visita guidata si terrà anche in caso di pioggia. 
INFO:  Romagna Full Time sms 389-5824286 – mail turismo@romagnafulltime.it
FB : https://www.facebook.com/events/871878353170003/
Ore 12.00 – Piazza d’Armi, prove di tiro alla balestra. I Balestrieri dei due Borghi si dispongono in Piazza per determinare le rispettive squadre che si contenderanno il Palio.
Ore 15.30 – Palazzo dei Commissari, Cerimonia dell’ insediamento con giuramento del Commissario Granducale della Romagna Fiorentina.
Ore 16,30 – INIZIO DEL 56° PALIO DI SANTA REPARATA – al suono delle campane i cortei di Borgo Fiorentino e Borgo Romano, partendo dai rispettivi Castelli, raggiungeranno Piazza D’Armi per contendersi l’ambito Palio, dopo i vari riti cerimoniali alla presenza del Commissario Granducale in rappresentanza del Granduca di Toscana si alterneranno giochi di bandiere, spettacoli, tiri alla fune;i Balestrieri dei due Borghi si disputeranno il Palio in una entusiasmante sfida con tiri alla balestra da banco su un bersaglio posto a 36 metri di distanza. Assegnazione del Palio al Borgo vincente.

Commenta con Facebook
Gabriele Zelli

Gabriele Zelli

Gabriele Zelli è nato a Forlì il 5 marzo 1953. Da circa trent'anni si occupa in modo continuativo di cultura, sport e di attività sociali. Per Romagnapost, insieme a Marco Viroli, cura una rubrica intitolata "pillole forlivesi" dedicate alla storia della città. 

Lascia un Commento...