Cesena città inclusiva e universitaria

La proposta di Mirko Grammatico, presidente della Consulta universitaria

Si è concluso da una settimana il ballottaggio che ha visto Enzo Lattuca prevalere su Andrea Rossi ed essere eletto Sindaco di Cesena con il 55,74% dei voti per il quinquennio 2019/2024.

Anche la Consulta Universitaria rivolge al neo sindaco Enzo ed a tutta la sua giunta, oltre che a tutti i consiglieri comunali eletti, i quali hanno il ruolo di antenne dell’amministrazione sul territorio, un forte augurio di buon lavoro.

Mirko Grammatico con Mario Draghi

Commenta così Mirko Grammatico, Presidente della Consulta Universitaria del Comune di Cesena: “Il tema dell’Università a Cesena è fondamentale, oggi più che mai, per la crescita culturale ed economica della nostra città. Rivolgiamo al neo sindaco e alla sua giunta un forte augurio di buon lavoro per il bene comune e per il bene di chi vive ma non è residente a Cesena. L’inclusione è la strada maestra che questa amministrazione deve seguire per far diventare questa città sempre più moderna ed aperta al nuovo.”

Grammatico fa poi notare come nella campagna elettorale passata, Cesena sia stata il palcoscenico di molti ministri tra cui quello dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti. Il Presidente della Consulta auspica che il ministro possa tornare a Cesena invitato dal sindaco, dal presidente di Campus Cicognani e dai rappresentanti degli studenti per visitare il nuovo Campus universitario e, perché no, inaugurare prossimamente insieme a loro lo studentato, la cui costruzione si concluderà entro qualche mese.


Poi lancia una proposta: “Il nostro mandato si concluderà il 27 luglio 2019, quindi tra un mese circa, e finché ci è possibile vogliamo rivolgere al sindaco un’ultima richiesta da parte di tutta la comunità universitaria. Auspichiamo che il Comune di Cesena, prendendo esempio da altri enti pubblici, aderisca alla campagna “Verità per Giulio Regeni” promossa da Amnesty International. Questo lo chiediamo conoscendo bene la sensibilità del sindaco per l’Università e in considerazione di quello che è successo a Ferrara, dove un partito ha anteposto le proprie ragioni alla memoria e alla lotta per un Ricercatore universitario barbaramente ucciso.”

Poi conclude: “Che l’impegno per il bene comune e per Cesena prevalga sempre su qualche effimero interesse di parte. Con questo, auguro ad Enzo Lattuca e a Francesca Lucchi, a cui è stata attribuita la delega all’Università, non solo buon lavoro, ma buona fortuna per le sfide che ci regalerà il futuro”.

__________________________________

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...