Toto assessori, tutti i nomi

Entro venerdì si conoscerà la composizione. In ballo c'è anche il tema della partecipate

“Entro la settimana lavorativa presenterò la nuova giunta” lo ha detto Enzo Lattuca, nuovo sindaco di Cesena. E non c’è motivo per credere che non rispetterà l’impegno. Nella sua testa, del resto, le idee le ha sempre avute abbastanza chiare. Ora si tratta di condividerle con le varie anime della maggioranza. Tutte saranno rappresentate in giunta. Sulle deleghe tutto dipenderà  da alcuni incastri.

Maria Elena Baredi

Un nome che pare certo è quello di Elena Baredi. Difficile che A Sinistra ne proponga un altro. Cultura e Pubblica istruzione sono gli abiti su misura per lei. Improbabile possa indossarli tutti e due. Altra certezza è l’assessorato alla Famiglia. Andrà ai Popolari per Cesena. Resta da capire se sarà Gilberto Zoffoli, oppure se la lista sceglierà un altro nome. Poi bisognerà capire quali saranno le competenze.

Un po’ più di incertezza è legato al nome del Pri. Sono in due ad essere in campo: Luca Ferrini e Renato Lelli con il primo in vantaggio. Ferrini sarebbe più adatto per seguire la sicurezza, mentre Lelli, per competenze specifiche, sarebbe l’ideale per Urbanistica e Lavori pubblici. In  ballo poi c’è la poltrona di vice sindaco. Difficile, però, che sia affiancata ad un assessorato pesante come l’Urbanistica.

Christian Castori e Armando Strinati

Poi c’è il modo Cesena 2024. Castori batte cassa ed ha ragione. La lista è andata molto bene ed ora vuole capitalizzare. Quindi è facile immaginare che voglia pesare molto di più. Insomma, la Cultura e lo Sport non gli basteranno. E proprio dalla trattativa con Castori si giocheranno buona parte degli incastri che, a caduta, porteranno alla scelta anche degli esponenti Pd. Saranno soprattutto giovani e donne. Una potrebbe essere la segreteria comunale del Pd sulla  quale Lattuca ha espresso un giudizio molto positivo.

Poi c’è il presidente del Consiglio comunale. Difficile sia assecondata la richiesta di Marco Casali di darlo alle opposizioni. Sui social si parla di Valletta, ma non credo. Per il leader di Cesena siamo noi più facile la presidenza di una commissione. Per la presidenza dell’Assise in pole potrebbe esserci Francesca Lucchi, campionessa di preferenze.

Negli incastri entreranno anche le partecipate. Partita molto importante, anche se se ne parla poco o niente. Sono ruoli meno appariscenti, ma, spesso, importanti, se non di più, come  un assessorato. Facile immaginare che il puzzle debba comprendere innanzitutto anche Carlo Battistini, colui che per dieci anni, con risultati molto positivi, è stato vice sindaco e uomo dei numeri.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...