Rifiuti: sconti per famiglie e imprese

Rispettivamente del sei e del 7,5 per cento. È stato possibile grazie alla lotta all'evasione

Pagare tutti per pagare meno. Uno slogan di piazza degli anni Settanta potrebbe essere lo spot per la tariffa rifiuti del Comune di Cesena. Nel 2019 la Tari diminuirà del sei per cento per le famiglie e del 7,5 per le imprese. È stato possibile grazie alla lotta all’evasione che ha portato all’emersione di 714 utenze sconosciute.

Da sinistra: sindaco, vice e assessore all’Ambiente

Questo ha permesso di recuperare oltre un milione e 300 mila euro di tributi e di aumentare il numero di contribuenti. Quindi, è facile immaginare che, aumentando la platea, la suddivisione della spesa pro capite è più bassa.

In questi casi però la prima cosa alla quale si è portati a pensare è che si tratti di uno spot elettorale. Ma il sindaco ha ribattuto a questa obiezione senza far passare neppure un secondo: “Uno spot può essere un’iniziativa estemporanea. Questa non è stata tirata fuori dal cilindro all’ultimo momento, ma è il risultato di una scelta amministrativa fatta anni fa e che ha cominciato a dare i suoi frutti nello scorso anno e che faciliterà il compito anche di chi arriverà dopo di noi”.

L’assessore Francesca Lucchi


Più che spot, secondo me, è un consiglio ai candidati e agli amministratori pubblici di ogni ordine e grado. Ovvero quello di partire dalla buona amministrazione finanziaria. Non mi stancherò mai di sostenere che la politica amministrativa passa dal bilancio. Se i conti sono in ordine davanti c’è un’autostrada da riempire con scelte politiche. In questo caso è la consistente diminuzione della tassa rifiuti.

Alla luce del risultato raggiunto il sindaco poi non ha mancato di togliersi dei sassolini. In particolare con i 5Stelle che forse erano il principale convitato di pietra in quanto in passato hanno teorizzato (ma non erano i soli) che Cesena avrebbe dovuto fare come Forlì e creare una società in house.

In conclusione, poi, sindaco, vice e assessore Francesca Lucchi hanno ricordato, non senza una punta di soddisfazione, che i risultati non sono positivi solo dal punto di vista delle tariffe, ma anche per quanto riguarda i risultati del servizio. Nel 2009 la raccolta indifferenziata era di 38.396 tonnellate, mentre nel 2017 è scesa a 24.363. Nel contempo la raccolta differenziata è salita dal 44,11 per cento del 2009 al 65,5 del 2018.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...