22 settembre: l’evento “Dovadola per l’Hospice”

Sabato 22 settembre a Dovadola in piazza Berlinguer è prevista la terza edizione dell’evento “Dovadola per l’Hospice” (nella foto la consegna del contributo dell’edizione 2017), un’iniziativa promossa congiuntamente dall’associazione Amici dell’Hospice e dalla Protezione Civile Dovadola Volontariato, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Il programma dell’evento prevede dalle ore 19,30 in avanti la degustazione di un gustoso menù (lasagne di pesce, spiedini di mare e patate fritte), curato dai volontari della Protezione Civile, oltre che un’animazione musicale da vivo con la presenza del band “Nudi e crudi”. Interverranno autorità locali fra cui Francesco Tassinari (sindaco di Dovadola) e Marco Maltoni (direttore dell’Unità Cure Palliative dell’Ausl Romagna, sede di Forlì, nonché responsabile scientifico dell’associazione Amici dell’Hospice).

Alle ore 21,00, poi, spazio alla creatività con uno spettacolo danzante proposto dalla Scuola di Ballo “The Boys Rock” di Rosy e Farneti. Partecipano all’organizzazione dell’intera manifestazione anche diverse espressioni dell’associazionismo locale, quali l’Associazione Genitori Dovadola, i Cinghialai di S. Ruffillo, AVIS Dovadola, Hystoric Valmontone e A.S.D. Dovadolese (ciclisti) e Proloco Dovadola. Il ricavato dell’evento sarà devoluto all’associazione Amici dell’Hospice, a sostegno dei progetti in cure palliative e assistenza domiciliare a favore dei malati di tumore e dei loro famigliari, ospiti dell’Hospice di Dovadola.

Commenta con Facebook
Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli

Gigi Mattarelli è legale rappresentante dell'agenzia di pubblicità Grafikamente, oltre che giornalista pubblicista da oltre 20 anni, con una predilezione spiccata per la comunicazione sociale. E' direttore responsabile della neonata rivista "Percorsi Solidali" edita dalla stessa Grafikamente. Sposato con tre figli, nel tempo libero si occupa di volontariato all'interno del Lions Club e, quanto il tempo glielo permette, dà sfogo alle sue grandi passioni, ovvero la bicicletta, il tifo per l'Inter e la venerazione per un gruppo musicale "cult" italiano, i Nomadi. E' autore dei volumi "C'era un volta un re bisre, bisconte, binè..." che ricorda la figura di don Amedeo Pasini e "Forlì&dintorni su due ruote" (ovvero 20 percorsi in biciletta alla scoperta della Romagna). 

Lascia un Commento...