Politiche contro il degrado

Documento di Mille Papaveri Rossi

Degrado e blitz, sono gli argomenti trattati da Mille Papaveri Rossi nel suo intervento.


ABBANDONATI e SGOMBERATI, la pacchia è finita!
Capannoni abbandonati, usati come rifugio, tra sporcizia e immondizia, sono stati sgomberati.
E mentre il Sindaco si congratula con le forze dell’ordine per il “blitz”, fatto alle prime luci dell’alba di qualche giorno fa, noi ci chiediamo preoccupati come sia possibile, o sia minimamente accettabile, arrivare a situazioni del genere in un quartiere residenziale (le Vigne) ormai inglobato nel cuore della città.

 


Siamo molto preoccupati per le nove persone, tra cui una ragazzina minorenne, che in quel luogo abbandonato avevano trovato riparo e rifugio. Rimaniamo allibiti che alcune di quelle persone, lasciando il loro paese e situazioni disperate, siano state catapultate in una situazione di degrado e sporcizia.
Vogliamo ricordare che il degrado è causato proprio dall’assenza di politiche serie, in particolare mirate al recupero urbano. Che il degrado è ciò che nasce a causa dell’assenza di politiche sociali adeguate.

È povertà, è l’assenza di responsabilità nei confronti di un altro essere umano in difficoltà. È girare la testa dall’altra parte e anche “congratularsi per un blitz”!
Saremo degli illusi o forse “buonisti”, (definizioni tanto care alle destre e all’attuale Ministro degli interni), ma siamo assolutamente convinti che la nostra città (e non solo), possa e debba essere in grado di prendersi cura di queste persone meglio di così, almeno in modo dignitoso!

 


I quartieri abbandonati a se stessi? Ma che fine ha fatto l’Amministrazione?
E dove sono finite politiche sociali e di integrazione degne di questo nome?
La risposta sono i blitz, gli sgomberi o il decreto Minniti-Orlando (tanto caro anche alle destre), quando la situazione è ormai degradata e disperata?  

 


L’Amministrazione ci ha spesso “raccontato” di tanti milioni di euro investiti sul sociale: in qualsiasi direzione guardiamo vediamo cose che non funzionano e servizi che fanno troppo poco. E non solo sull’integrazione, sui migranti e richiedenti asilo, o sul degrado, ma anche con politiche per le persone del tutto insufficienti, per l’assistenza ai disabili e agli anziani con le famiglie lasciate troppo spesso sole, politiche della casa ferme da decenni, donne e minori in difficoltà a cui davvero non viene concessa nessuna prospettiva. E per fortuna abbiamo un terzo settore e associazioni davvero encomiabili, che mettono passione, tempo e risorse (umane) a disposizione degli altri, altrimenti il saldo sarebbe ancora più negativo.
Storie di degrado, di abbandono che sono un pugno allo stomaco.


Pochi giorni fa eravamo intervenuti anche sui posti SPRAR, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, per 10 nuovi posti in più nella nostra città che sembravano la panacea di ogni male: a noi era sembrata una risposta del tutto insufficiente, e la realtà purtroppo ci racconta storie come questa!

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...