Il giovane scienziato romagnolo Matteo Micucci premiato a Salerno

Ancora un riconoscimento importante per il giovane scienziato romagnolo Matteo Micucci, autore di numerose ricerche e relative pubblicazioni internazionali nel campo della chimica farmaceutica e della chimica degli alimenti.

Il premio “We serve Roberto Amendola” gli è stato conferito nei giorni scorsi dai club Lions Salerno Duomo e Salerno Host, «per l’intensa attività di studio in settori di ricerca sperimentale di grande attualità, affiancata da esperienze di divulgazione scientifica volta a rendere accessibili a un più vasto pubblico territori di indagine specialistica».

La consegna dell’attestato mette in evidenza l’operato di ricerca e di divulgazione di Micucci nel terreno della Nutraceutica, una disciplina che attira sempre più interesse nel campo scientifico internazionale. Le sue ricerche hanno consentito di identificare e rendere applicabili molti principi presenti negli alimenti e portatori di possibili benefici per la salute.

Micucci vive e risiede a Cesena ed è molto noto, oltre che per i suoi lavori ad alto livello, anche per la sua attività sui mezzi di comunicazione, a cui applica una metodologia sempre puntuale e rigorosa. La sua presenza non si legge più esclusivamente nei congressi di settore, ma anche in programmi ed iniziative che riguardano i non addetti ai lavori.

 

 

 

Commenta con Facebook

  1 comment for “Il giovane scienziato romagnolo Matteo Micucci premiato a Salerno

  1. Vioris Novaga
    11 giugno 2018 at 08:47

    Tutto molto interessante e da divulgare

Lascia un Commento...