Anche quest’anno per un giorno Dante Alighieri torna a Forlì

Sabato 19 maggio a Forlì torna “Dante. Totà la Cumégia”, quarta edizione della maratona di lettura dell'intera "Divina Commedia"

Quest’anno l’ormai classico appuntamento con la lettura dell’intera “Divina Commedia” si terrà in un unica giornata, sabato 19 maggio 2018, dalle ore 8.30 alle 23.30 circa, sotto il Campanile dell’Abbazia di San Mercuriale, in piazza Saffi a Forlì.
INFERNO, PURGATORIO, PARADISO – Maratona di lettura dell’intera “Divina Commedia”
Sin dalla prima edizione, tenutasi a Forlì nel 2015, “Dante. Totà la Cumégia” ha incontrato grande interesse e consensi, con un’ottima partecipazione di tutti quei forlivesi che, in tre edizioni, hanno voluto dare voce al grande poema dantesco, facendolo risuonare nei cortili e nelle vie della nostra città.
Momento centrale della manifestazione è la maratona dantesca. In tre anni, oltre 400 cantori si sono alternati nella lettura dei canti della “Divina Commedia” con un crescente coinvolgimento dei più giovani e degli studenti delle scuole primarie e secondarie.
Quest’anno la quarta edizione della lettura integrale dei cento canti della “Divina Commedia” si svolgerà in un’unica giornata. Sabato 19 maggio 2018, a partire dalle ore 8.30 del mattino, cantori e spettatori si terranno idealmente per mano, fino a tarda sera, per portare a termine una lunga maratona dantesca della durata di circa quindici ore.
Il luogo prescelto per la nuova maratona dantesca è il sagrato dell’Abbazia di San Mercuriale che, già ai tempi in cui il Sommo Poeta fu ospite della corte di Scarpetta Ordelaffi, vide passare Dante sotto il suo campanile, testimone e narratore di eventi storici della nostra città, sapientemente narrati nella “Divina Commedia”, come il “sanguinoso mucchio” di “Franceschi”, di cui reca memoria la terzina incisa proprio sulla lapide murata alla base del campanile stesso.
In caso di maltempo la Maratona Dantesca verrà spostata all’interno di Palazzo Albertini in piazza Saffi.
Per partecipare alla Divina Maratona 2018 potete scrivere all’indirizzo email ass.direzione21@gmail.com oppure telefonare al numero 331 8862 632.
Affrettatevi, restano solo pochissimi canti da assegnare!
Gli eventi di “Dante. Tòta la Cumégia” sono a partecipazione libera.
Il progetto “Dante. Tòta la Cumégia” 2018 è promosso da Associazione Culturale Direzione21 e Comune di Forlì – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Centro Culturale La Bottega dell’Orefice, Comitato Società Dante Alighieri dei Territori di Forlì-Cesena, Il Cammino di Dante.
“Dante. Tòta la Cumégia” si svolge grazie al sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì con il contributo di CIAS, Olimpia Costruzioni srl, Ristorante Le Macine, Emozioni in Fotografia, Orto del Brogliaccio, Farmacie Comunali Forlì, Poderi dal Nespoli, Come a Casa, Soluzione Casa, Sport Italia srl.
Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Marco Viroli, operatore culturale, scrittore, copywriter, giornalista pubblicista, è nato a Forlì, martedì 19 settembre 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” e con “Forlì nel Cuore”. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” su «Diogene», di cui, dal 2013, è direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa rispettivamente le campagne elettorali degli attuali sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Dal 2013 collabora con l’agenzia di comunicazione integrata PubliOne, inoltre tra il 2014 e il 2016 è stato addetto stampa della squadra di volley femminile forlivese, che milita nei campionati nazionali di serie A. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, "Se incontrassi oggi l’amore". Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe "Il mio amore è un’isola" (2004) e "Nessun motivo per essere felice" (2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai "Poeti romagnoli di oggi e…" («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), "Sguardi dall’India" (Almanacco, 2005) e "Senza Fiato" e "Senza Fiato 2" (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: "Caterina Sforza. Leonessa di Romagna" (2008), "Signore di Romagna. Le altre leonesse" (2010), "I Bentivoglio. Signori di Bologna" (2011), "La Rocca di Ravaldino in Forlì" (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: "Forlì. Guida alla città" (Diogene Books, 2012), "Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento" («Il Ponte Vecchio», 2013), "Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea" (Diogene Books, 2014), "I giorni che sconvolsero Forlì" («Il Ponte Vecchio», 2014), "Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento" («Il Ponte Vecchio», 2015). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume "Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila". Il suo sito internet è www.marcoviroli.com. 

Lascia un Commento...