I Popolari per Cesena giocano d’anticipo

Hanno capito che ci potrebbe essere una nuova scomposizione politica e che si potrebbe creare una nuova area e si candidano ad essere protagonisti. Progetto che va oltre Cesena

Mossa interessante e intelligente quella dei Popolari per Cesena. Gilberto Zoffoli and C. hanno capito che nel panorama politico ci potrebbe essere un’ulteriore scomposizione e che si potrebbe aprire uno spazio che di candidano a occupare. Non pensano però alla ormai abusata lista civica, ma ad una vera e propria iniziativa politica.

Il progetto è cesenate. Ma ha una visione più ampia. Più di prospettiva. Non a caso fra non molto ci sarà un incontro per creare un lista in vista delle regionali. Un gruppo allargato a repubblicani, liberali. Ma non solo. Insomma, un’area di centro. Però guai a dirlo. Non ne vogliono sapere. Anche se il centro resta e  resterà il cuore della politica. A tal proposito non capisco una cosa: i 5Stelle fanno la politica dei due forni, ma siccome parlano di “contratto” sono moderni e innovativi. Se altri si comportano allo stesso modo appartengono alla vecchia politica.

 

Per quanto riguarda Cesena sono tanti i potenziali compagni di viaggio (pare che il termine “alleati” non si possa più usare) dei Popolari per Cesena.

 

Innanzitutto ci sono i repubblicani che hanno sempre avuto molte affinità con Zoffoli e soci. Ma anche l’area che ruota attorno a Cesena siamo noi potrebbe essere un interlocutore privilegiato. Soprattutto adesso che Valletta e soci pare abbiamo definitivamente chiarito con i 5Stelle: ognuno va per la sua strada. Ora però Cesena siamo noi deve decidere cosa fare da grande. È chiaro, se guardasse  alla sinistra più radicale difficilmente potrebbe far parte all’iniziativa di Zoffoli.

È fuori di dubbio che uno sguardo sia rivolto a Forza Italia. Se ci sarà una rottura che porterà Casali più verso la Lega, si potrebbero aprire ragionamenti con chi resterà con gli azzurri. Riferimenti potrebbero essere Sirotti Gaudenzi e Giubilei. Di quell’area fa parte anche Riccardo Cappelli, giovane con molte competenze. Dialoghi ci sono anche con Laura Bianconi e Romano Colozzi. Ma è difficile immaginare un loro coinvolgimento diretto.

 

Poi c’è anche il Pd. Ma, anche in questo caso, molto è legato all’evoluzione politica (e all’approccio) dei Dem. Per prima cosa i Popolari chiedono discontinuità. Insomma, la carne al fuoco è tanta. Qualcosa di più la si  capirà dopo l’estate.

 

Nel frattempo i Popolari per Cesena non si girano i pollici. Hanno programmato dieci forum su temi cittadini che serviranno per stilare in programma sul quale confrontarsi con le altre forze politiche.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...