Nel Pd moderato ottimismo, ma senza slanci

Le sensazioni a pochi giorni dal voto. Il centrosinistra potrebbe essere salvato da Più Europa.

Moderato ottimismo, ma senza particolari slanci. È il sentimento che di respira nel Pd locale in vista della tornata elettorale di domenica.

 

Il “moderato ottimismo” è però un mix fra il livello nazionale e quello locale. Relativamente al collegio uninominale tutti sono pronti a scommettere sulla vittoria di “Bicio” Landi. È stato obbligato a misurarsi in un collegio difficile. Ma si è mosso bene. Soprattutto si presenta bene e nel contatto diretto lascia una buona impressione.

Il problema è il trend nazionale. E qui l’ottimismo diventa moderato, tendente al molto. Invece l’ottimismo cresce se il discorso si allarga all’andamento della coalizione del centrosinistra. Gli ultimi segnali sono abbastanza chiari: sarebbe Più Europa (la lista di Emma Bonino) a evitare la fuga degli elettori che vogliono restare in quel recinto, senza però dover scegliere il Pd. Identico compito svolge Insieme, ma con risultati minori rispetto a Più Europa. Questo mix garantirebbe i voti necessari per la vittoria in molti collegi uninominali.

Cesena – (Photo credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)

Resta poi capire il risultato che otterrà il Pd. È un bel quesito, anche perché la forbice è piuttosto larga. Si può passare dalla sconfitta onorevole al mezzo disastro. I sondaggi (non si possono pubblicare, ma vengono fatti a getto continuo) non sono univoci. Secondo un importante esponente locale, il risultato del Pd (nazionale) sarà migliore di quello che si prevede. Non tutti sono della stessa idea.

 

Nell’ultimissimo periodo però sembra che il partitone sia in leggera ripresa. Emerge soprattutto dalla prova supermercato. Personalmente è il test al quale ho sempre dato più importanza, ancor più che ai sondaggi. E, devo dire, non mi ha mai deluso.

 

Solitamente i banchi del Pd fanno il pieno di consensi. Questo giro non è più così. Soprattutto perché non vengono nascoste le delusioni. Poi c’è chi le esprime in maniera educata e chi in forma molto meno civile. Però, emerge con forza che il voto si è radicalizzato. Comunque nell’ultimissimo periodo i volontari dei banchi registrano un gradimento in leggera crescita. Vedremo.

Commenta con Facebook
Davide Buratti

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Lascia un Commento...