Candidature: si poteva fare di più

Da Forza Italia e 5Stelle scelte che favoriscono il Pd

Cesena non esce benissimo dal risiko delle candidature. Al massimo, il territorio avrà due parlamentari di riferimento. Eravamo abituati meglio. Molto meglio. È sufficiente pensare che nella seconda parte della legislatura che si è appena conclusa (Mara Valdinosi entrò dopo quasi due anni) a Roma c’erano quattro cesenati.

 

Ma, a prescindere dal numero di possibili eletti, quello che fatico a capire è il comportamento di 5Stelle e Forza Italia che per l’uninominale hanno scelto dei non cesenati. Passi per il Senato. Quello è un collegio a scavalco con Rimini e ci sta che si punti su un Riminese. Mi piace un po’ meno che lo abbiano fatto tutti e tre i principali partiti: Forza Italia, Pd e 5Stelle.

Cesena – (Photo credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)

Ma sul collegio della Camera non capisco le scelte di pentastellati e forza italioti. I secondi  hanno puntato sul sindaco di Tredozio, Comune che fa parte del collegio, e i 5Stelle su un ex dirigente della Questura. Non conosco nessuno dei due, quindi non posso dare giudizi di merito. Ma non c’era nessun cesenate? Io credo che la domanda sia legittima. E, forse, se la dovrebbero porre anche i vertici dei due partiti in questione.

 

Per la verità qualcuno lo ha fatto. È Enrico Sirotti Gaudenzi (Forza Italia) che ha detto che il territorio non è stato ascoltato. Lui, per la verità, allarga il discorso a livello regionale e denuncia la scarsa presenza di emiliano romagnoli in posizioni certe.

 

Ma, per quello che so, malessere c’è anche a  Cesena dove molti esponenti del centrodestra hanno la sensazione che non sia stata fatta la scelta migliore per contrastare il Pd. L’avvocato Spinelli, tanto per fare un esempio, sarebbe stata una scelta migliore.

Piazza del Popolo – Cesena (credits: https://www.flickr.com/photos/ziowoody/)

E, quindi, ritengo che abbiano ragione quelli che sostengono che centrodestra e 5Stelle hanno fatto un favore al Pd che, fra l’altro, era preoccupato anche per la presenza di Beppe Zuccatelli, forse il miglior candidato che Leu potesse scegliere. Non a caso ieri pomeriggio nella sede di viale Bovio c’erano visi molto più rilassati.

Commenta con Facebook

Davide Buratti

Davide Buratti, giornalista professionista, fondatore della Cooperativa Editoriale Giornali Associati che pubblica il Corriere Romagna, di cui dal 1994 e per 20 anni è stato responsabile della redazione di Cesena. Oggi in pensione scrive di politica, economia e attualità a 360 gradi nel suo blog per Romagna Post. Per contatti utilizzate il box commenti sotto gli articoli. 

Dialoga con l'autore di questo post