Presentata ai giornalisti e alla città la nuova Conad Olimpia Teodora Ravenna

Il 4 ottobre 2017 sarà ricordato negli annali dello sport e della pallavolo ravennati come una giornata storica. A pochi giorni dall’inizio del Campionato Italiano Femminile di A2 2017-2018, in una partecipatissima conferenza stampa tenutasi presso la nuova sede di via Trieste 86, l’Olimpia Teodora si è presentata ai giornalisti e alla città.

Nella foto da sx: Simone Angelini, Lucia Bacchi, Raimondo Carnevali, Paolo Delorenzi, Roberto Fagnani, Ennrica Mancini.

Ha aperto gli interventi Roberto Fagnani, Assessore allo Sport del Comune di Ravenna, che ha dichiarato: «La pallavolo è nel DNA di Ravenna, per questo oggi è una giornata storica per lo sport cittadino. Ringrazio le due società che hanno unito le forze per creare una squadra competitiva. Grazie a questo accordo che l’amministrazione ha fortemente caldeggiato e continuerà a sostenere, Ravenna torna a occupare il posto che merita nell’ambito della pallavolo femminile italiana».

Alle parole pronunciate da Fagnani a nome dell’amministrazione ha fatto seguito l’intervento di Paolo De Lorenzi, Presidente Olimpia Teodora: «Quello che stiamo vivendo è il coronamento di un sogno: riportare Ravenna in serie A con una sola squadra competitiva. Dal 9 maggio, giorno in cui le due società si sono incontrate per la prima volta, il solco che ci divideva è stato colmato con la volontà e la pazienza ed ora sono tante le cose che ci uniscono. Quello di quest’anno sarà un campionato duro per le lunghe trasferte e anche per il livello delle nostre avversarie che sono particolarmente agguerrite. Se la A2 è in nostro obiettivo principale tuttavia immediatamente dopo viene il settore giovanile che per noi è estremamente importante. A Ravenna si contano nelle nostre due società 500 iscritte alle squadre giovanili e anche nella squadra che presentiamo quest’anno alla A2 si contano ben quattro giocatrici frutto del nostro vivaio. L’obiettivo della società è unire al più presto le nostre Under 18 per poi creare un unico settore giovanile comune nella prossima stagione».

A nome dell’Olimpia Teodora è poi intervenuto il Vice Presidente Raimondo Carnevali: «Innanzitutto corre obbligo ringraziare la signora Alfa Garavini, perché senza di lei l’Olimpia Teodora non esisterebbe. Mi sento poi di ringraziare gli amici della Robur Costa, grazie ai quali siamo riusciti a portare avanti questa grande operazione. Un altro ringraziamento particolare va a tutto lo staff Teodora, in particolare ai Vigili del Fuoco che storicamente stanno alle origini della pallavolo a Ravenna. Siamo all’inizio di un percorso tortuoso ma stiamo facendo tutto ciò che è possibile per adeguarci a un campionato di serie A. Gli obiettivi che ci poniamo si vedranno nel medio e lungo termine e prevedono la collaborazione anche nel settore giovanile perché le nostre ragazze possano crescere avendo nella prima squadra un obiettivo da raggiungere e che stimoli il loro spirito d’emulazione».

In rappresentanza di CIA CONAD, da quest’anno name e main sponsor della squadra, ha portato il suo contributo Enrica Mancini: «Oggi si rinnova una collaborazione storica tra Conad e lo sport ravennate. Da sempre Conad presta massima attenzione alle varie espressioni del territorio e tra queste lo sport rappresenta certamente uno degli esempi più virtuosi. Noi di Conad abbiamo creduto in questo progetto sin da subito e vi investiremo non solo come cooperativa ma anche come soci presenti sul territorio. Siamo fortemente sostenitori di questa idea di unificazione che qualificherà ulteriormente una grande realtà sportiva nella città di Ravenna. Ed è per questo che siamo davvero orgogliosi di vedere il nostro marchio su queste maglie».

L’allenatore ravennate Simone Angelini, di ritorno in Romagna dopo 6 anni passati in A1 a Bergamo, ha puntualizzato: «Il campionato di A2 è durissimo, ci sono molte squadre preparate, otto turni infrasettimanali e lunghe e faticose trasferte. Dovremo perciò impegnarci a fondo, prendere in esame una partita per volta e cercare di mettere punti in cascina. Inizialmente puntiamo alla salvezza, ci sarà poi tempo per aggiustare i nostri obiettivi in base alla situazione in cui ci troveremo. Bisogna poi sempre ricordare che il futuro della pallavolo è nel settore giovanile. Noi abbiamo quattro giovani in squadra e siamo felicissimi di averle perché sono veramente brave».

Ha chiuso gli interventi la neo capitana dell’Olimpia Teodora, la schiacciatrice Lucia Bacchi: «Sono molto felice di essere qui a Ravenna, una città dove mi trovo molto bene e dove già quattro anni fa ho comprato casa. Sono contentissima del matrimonio avvenuto tra le due società, un matrimonio che ha già tanti figli come le giovani che giocano con noi in squadra che possono dare tanto alla pallavolo di domani. Colgo l’occasione per fare un grosso in bocca al lupo a tutti, spero che si possa lavorare molto bene insieme.  Io e le mie compagne di squadra ci impegneremo a migliorare di partita in partita perché il nostro obiettivo sarà quello di migliorarci senza porci limiti, sempre allenandoci duramente. Ci auguriamo di avere tutta la città di Ravenna vicina al palazzetto, perché il calore e l’appoggio che ci daranno i nostri sostenitori potrà essere fondamentale».

Al termine il presidente Paolo Delorenzi ha annunciato che a breve partirà la campagna abbonamenti. I prezzi degli abbonamenti saranno i seguenti: intero 100 euro, ridotto 80 euro, ragazzi dai 12 ai 18 anni 50 euro. La campagna abbonamenti verrà lanciata a mezzo stampa.
Il presidente ha comunicato inoltre i prezzi dei biglietti per l’ingresso al PalaCosta: intero 10 euro, ridotto 8 euro, ragazzi dai 12 ai 18 anni 5 euro. I bambini sotto i 12 anni entreranno gratuitamente.

Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Tags:

Lascia un Commento...