Torna “La spesa con i libri di scuola”, nel 2016 hanno aderito 10mila famiglie di Forlì-Cesena

Torna a Forlì e in tutta la provincia “La spesa con i libri di scuola”, progetto lanciato congiuntamente nel 2016 da Commercianti Indipendenti Associati-Conad, Centro Didattico Romagnolo, Confesercenti forlivese e cesenate, in colla­borazione con il Sindacato Italiano Librai.

Dopo il positivo avvio – si stima che 10mila famiglie abbiano usufruito dell’offerta – l’esperienza viene ripetuta in tutta Forlì-Cesena in vista del prossimo anno scolastico.

I clienti hanno una doppia possibilità: acquistare i libri di scuola al supermercato Conad e ricevere un buo­no sconto del 25% per la spesa di ogni giorno, oppure comprare i libri nelle cartolibrerie aderenti all’iniziativa e ottenere un buono sconto del 25% da spendere in un negozio Conad. L’iniziativa è valida solo sull’acquisto dei libri di testo scolastici e non su altro materiale.

Sono una trentina le cartolibrerie che partecipano alla cam­pagna, valida per l’acquisto dei testi scolastici di ogni ordine e grado, dalle scuole primarie alle superiori, fino al 31 ottobre 2017. I buoni sconto sono utilizzabili fino al 31 dicembre presso i punti vendita Conad di Forlì-Cesena aderenti, un buono ogni trenta euro di spesa. In elenco ci sono l’ipermercato di via Puntadiferro, quattro superstore, quattordici supermercati e dieci negozi di vicinato Conad City (la lista completa e il regolamento completo sono disponibili sul sito www.conad.it nella sezione ommercianti Indipendenti Associati).

«Sappiamo che i costi dei libri di scuola sono una spesa importante nei bilanci delle famiglie», dice Dario Gaspari, assi­stente di rete di Commercianti Indipendenti Associati-Conad. «I negozi Conad stanno continuando in un impegno concreto a sostegno del potere di spesa dei clienti, praticando condizioni vantaggiose anche per gli acquisti di ambito non strettamente alimentare».

«Lo scorso anno stimiamo che circa 10.000 famiglie tra Forlì e Cesena abbiano usufruito di questa opportunità – conferma Umberto Orazi, titolare del Centro Didattico Romagnolo – Parliamo di cifre importanti, visto che in media ogni famiglia spende circa 200 euro all’anno in libri di testo per ogni ragazzo. Riteniamo di dare un aiuto allo studio anche in questo modo».

«Questo progetto nasce da una collaborazione proficua di realtà del territorio: da una parte un gruppo della grande distribuzione, come Commercianti Indipendenti Associati – Conad, e dall’altro la rete dei cartolibrai che hanno saputo creare un sistema virtuoso nell’interesse dei clienti e degli studenti – concludono Fabio Lucchi e Giulia Rossi, referenti cartolerie per Confesercenti Forlivese e Cesenate. – È un esempio positivo che mette a valore gli sforzi comuni in questo settore”.

Commenta con Facebook
Fabio Blaco

Fabio Blaco

Fabio Blaco è il fotoreporter del Corriere Romagna e del mensile La Romagna Cooperativa, oltre che di numerose istituzioni pubbliche e private. Grande appassionato di storia locale, su Romagnapost.it pubblica le gallery e gli eventi più importanti del territorio. Per contatti: fabioblaco.fotoreporter@gmail.com 

Lascia un Commento...