Arriva Coopstartup, fino a 48mila euro per fare nascere nuove imprese

Sta per partire anche in Romagna il bando con cui si intende favorire lo sviluppo di nuove cooperative tra giovani e non solo. In palio per i progetti classificati (fino a 4) un fondo di 12mila euro per avviare l’azienda

Uno dei requisiti che oggi viene con più frequenza indicato perché un’impresa abbia successo è la capacità di operare in campi con una forte componente di innovazione. In quest’ottica, l’esigenza di aiutare chi ha idee che possano creare cooperazione innovativa, che possano cioè dare vita a una “startup” di successo, è diventato un obiettivo prioritario per Legacoop Romagna.


Lo strumento che l’associazione utilizzerà per aiutare la nascita di startup cooperative innovative è “Coopstartup Romagna”, che fa parte del progetto nazionale “Coopstartup”, creato da Coopfond. Come ci spiega il responsabile di settore Emiliano Galanti, «è un progetto nazionale che intende favorire la nascita di nuove cooperative da idee innovative in ambito tecnologico, organizzativo e sociale, con l’ambizione di sviluppare l’occupazione giovanile».

Emiliano Galanti, il responsabile nazionale di Coopstartup Alfredo Morabito e il presidente di Legacoop Romagna Guglielmo Russo

«Il progetto – prosegue Galanti – ha la caratteristica di essere versatile, cioè declinabile tenendo conto delle caratteristiche dei territori. «Ed è quello che abbiamo fatto noi di Legacoop Romagna, decidendo di utilizzarlo per cambiare l’impostazione che abbiamo avuto in passato. Che è sempre stata di attesa, cioè aspettavamo che aspiranti imprenditori venissero a proporci di creare una nuova cooperativa. Da adesso saremo noi ad andare a promuovere il modello cooperativo e le opportunità che presenta per trovare persone con buone idee da cui partire per creare startup innovative».
Il  prossimo passo di “Coopstartup Romagna”, che è promosso da Legacoop Romagna e da Coopfond, in partenariato con Legacoop Emilia-Romagna e con il sostegno di Coop. Alleanza 3.0,  sarà lanciare un bando per la selezione di idee per costituire imprese cooperative. «I candidati debbono essere gruppi di almeno tre persone, prevalentemente di età inferiore a 40 anni, oppure cooperative costituite nel corso dell’ultimo anno in possesso delle medesime caratteristiche, che presentino progetti legati agli ambiti di attività indicati dall’Ue nel Piano Europa 2020, che indica le azioni da intraprendere per costruire una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva».


Nello specifico, ai gruppi che proporranno un’idea coerente con i requisiti verrà data la possibilità di partecipare a un corso di formazione a distanza per imparare gli elementi alla base del modello cooperativo. In seguito verrà loro chiesto di presentare una proposta di startup più dettagliata.
Alla fine verranno selezionati 20 progetti. «Ogni gruppo scelto parteciperà a un corso di formazione intensivo in aula in modo da raffinare il progetto.
L’ultimo passo sarà la selezione dei progetti vincitori (fino a 4), a ognuno dei quali verranno dati 12mila euro per costituire e rendere operativa la startup. Ma non è tutto: le startup verranno affiancate da una cooperativa “esperta” che operi come tutor per 36 mesi. ».
L’ambito di utilizzo di “Coopstartup Romagna” non si ferma alle nuove imprese, ma sarà anche utilizzato per favorire l’attivazione di un processo di innovazione aperta – Open Innovation – da parte delle associate.
In particolare, le cooperative che si renderanno disponibili, metteranno a disposizione spazi, tutoraggio e altre azioni a supporto e sostegno delle idee progettuali che saranno considerate più affini alle proprie attività.

La Selezione Si Svolgerà su Internet

L’iniziativa è rivolta a gruppi (composti da almeno 3 persone), in maggioranza di età inferiore ai 40 anni, che intendano costituire un’impresa cooperativa con sede legale ed operativa in Romagna. Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito ufficiale www.coopstartup.it. In alternativa Emiliano Galanti può essere raggiunto presso la sede di Ravenna (tel. 0544 509512) o tramite la email romagna@coopstartup.it, a disposizione per informazioni di dettaglio e per raccogliere le manifestazioni di interesse a partecipare.

(articolo tratto dal n.1/2017 della Romagna Cooperativa)

Commenta con Facebook
Paolo Pingani

Paolo Pingani

Nato a Reggio Emilia nel 1957, laureato in lettere moderne all’Uni­versità di Bologna, ha insegnato italiano, storia e latino alle medie e alle superiori fino al 1988. Dal 1989 ha lavorato come giornalista al Resto del Carlino e al settimanale Qui; dal 2001 al 2011 è stato portavoce del presidente della Provincia di Ravenna. Attualmente è presidente della cooperativa ravennate di giornalisti 'Aleph'. 

Lascia un Commento...