A febbraio con la Fed Cup a Forlì va in scena il grande tennis internazionale

L’11 E 12 FEBBRAIO A FORLÌ VA IN SCENA IL GRANDE TENNIS CON L’INCONTRO DI FED CUP TRA ITALIA E SLOVACCHIA

Mancano solo poche settimane all’importante evento sportivo internazionale che si disputerà a Forlì nel secondo weekend di febbraio: Italia-Slovacchia, primo turno del World Group II, per la Fed Cup 2017, 55° edizione del più importante torneo di tennis femminile tra squadre nazionali.
Sarà una Fed Cup all’insegna della novità, con l’ingresso in scena di due protagoniste: Tathiana Garbin, nuovo capitano della squadra italiana, e la slovacca Dominika Cibulkova, numero 6 del mondo, vincitrice del Wta Finals Singapore, prestigioso torneo riservato alle otto giocatrici più forti del pianeta.
Scenario di questo grande evento sportivo sarà il PalaGalassi (ex Palafiera) di Forlì che, l’11 e il 12 febbraio, aprirà i battenti per offrire uno spettacolo unico ed emozionante.
Il sorteggio sarà effettuato a Forlì, venerdì 10 febbraio 2017, alle ore 12, in Comune, mentre la cena di gala è in programma giovedì 9 febbraio all’Hotel Globus.
Per tutti gli interessati a partecipare alla due giorni forlivese e per tutti gli amanti del tennis di alto livello, da alcune settimane i biglietti dell’evento sono disponibili online su ticketone.it o vivaticket.it oppure presso i punti vendita convenzionati ticketone e vivaticket.
È inoltre possibile prenotare i biglietti facendo richiesta all’indirizzo email: tennis@mca-group.eu

Nella foto: Sara Errani in azione con la maglia azzurra

Sbarca in Romagna il grande tennis: l’11 e il 12 febbraio, il PalaGalassi di Forlì ospiterà il primo turno del World Group II della Fed Cup 2017 tra Italia e Slovacchia, su terra rossa.
Com’è noto da alcune settimane, Forlì è stata nominata Città europea dello Sport per il 2018. Questo grande evento, come pure la partenza di una delle tappe del centesimo Giro d’Italia programmata per il 18 maggio prossimo, vanno a suggellare questo importante conferimento.
Sara Samorì, assessore allo Sport del Comune di Forlì, ha dichiarato nei giorni scorsi: “Per noi è un onore e un grande orgoglio ospitare un evento di caratura mondiale come la Fed Cup. Per Forlì sarà la prima volta. È una scommessa per il PalaGalassi, un impianto che è stato recentemente oggetto di un intervento di ammodernamento e che potrà dimostrare tutta la sua versatilità”.
I lavori per l’allestimento del PalaGalassi inizieranno il 30 gennaio per terminare il 2 febbraio. Dal 3 febbraio sarà realizzata la segnaletica sul campo, saranno sistemati rete e banner pubblicitari, in modo tale che dal 7 febbraio la struttura possa essere messa a disposizione di entrambe le squadre.
La ditta che è stata prescelta si occupa tra l’altro della manutenzione dei campi da tennis del Foro Italico e fornirà sia la miscela di lapilli vulcanici sia i 410 quintali di sottomanto. Il campo, che misurerà 40,15 x 20,15 m. per un totale di 809 mq, avrà uno spessore di 8 cm. Non potendo accedere all’interno del palasport con mezzi pesanti, una squadra formata da dieci uomini dovrà in primis proteggere la superficie in parquet con teli e PVC in modo che non possa filtrare acqua e, a seguire, trasportare dall’esterno lapilli e sottomanto con muletti idonei.
Per quanto riguarda lo sport, in casa azzurra c’è grande voglia di rivalsa dopo le sconfitte subite in Francia e in Spagna del 2016.
“Venni a giocare un torneo a Forlì per la prima volta 40 anni fa. Sono contento di questo passaggio di consegne e sono ragionevolmente certo che l’incontro si possa portare a casa. Tathiana Garbin è la persona più giusta e le faccio un grande in bocca al lupo”. Queste sono state le parole ben augurali di Corrado Barazzutti, capitano uscente, che tra il 2002 e il 2016 con l’Italdonne ha vinto quattro Fed Cup (2006, 2009, 2010 e 2013).
Attesissimo è l’esordio della Garbin alla guida del team. “Corrado Barazzutti mi ha insegnato molto”. – ha dichiarato la neo capitano ed ex giocatrice Tathiana Garbin – “Gli riconosco una qualità importante come l’umiltà. E’ entrato nel cuore delle ragazze e nel mio, ha aggregato il team e ci ha fatto stare bene, portando pure dei risultati. Grazie anche alla Federazione per questo incarico che vedo come una grande sfida. Proveremo a vincere, vogliamo ritornare nel World Group I. L’impianto ci piace molto, come ci piace molto la terra di Romagna che ci ospita. In squadra vorrei avere tutte giocatrici con le caratteristiche dell’Emilia-Romagna: sanguigne, cariche, determinate e con tanta voglia di fare”.
Anche Gilberto Fantini, presidente del Comitato Regionale della Federazione Italiana Tennis Emilia-Romagna è intervenuto recentemente affermando: “Sarà un evento di grandissima portata che coinvolgerà tutti i circoli tennis dell’Emilia-Romagna e non solo”.

Nella foto: Sara Samorì, assessore allo Sport del Comune di Forlì, con Corrado Barazzutti e Tathiana Garbin

FED CUP 2017: ITALIA – SLOVACCHIA
11 Febbraio 2017 ore 15.00
12 Febbraio 2017 ore 13.00
Forlì, PalaGalassi (ex-PalaFiera), via Punta di Ferro

PREVENDITA BIGLIETTI
Attiva online sui siti vivaticket.it e ticketone.it e i punti autorizzati vivaticket (per l’elenco completo si veda il sito) e ticketone (Effedue M Prevendite, corso Garibaldi 64, Forli; Black e White Point Shopping, via Veneto 19, Cesena; Tabaccheria Lala 73, corso Cavour 100, Cesena; Turisadria Viaggi, via Mazzini 119, Cesenatico).

PREZZI DEI BIGLIETTI (*)
Parterre: abbonamento € 75; giornaliero € 45
Tribuna numerata: abbonamento € 55; giornaliero € 35
Distinti non numerati: abbonamento € 35 ; giornaliero €25
(*) Ai prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita del 10%

Nella foto: Dominika Cibulkova, numero 6 del mondo

Commenta con Facebook
Marco Viroli

Marco Viroli

Scrittore, giornalista pubblicista e copywriter, è nato a Forlì nel 1961. Laureato in Economia e Commercio, nel suo curriculum vanta una pluriennale esperienza di direzione artistica e organizzazione eventi (mostre d’arte, reading, concerti, spettacoli, incontri con l’autore, ecc.) per conto di imprese ed enti pubblici. Dal 2006 al 2008 ha curato le rassegne “Autori sotto la torre” e “Autori sotto le stelle” e, a cavallo tra il 2009 e il 2010, si è occupato di relazioni esterne per una fondazione di arte contemporanea. Tra il 2010 e il 2014 ha collaborato con “Cervia la spiaggia ama il libro” (la più antica manifestazione di presentazioni d’autori in Italia) e con “Forlì nel Cuore”, promotrice degli eventi che si svolgono nel centro della città romagnola. Dal 2004 è scrittore e editor per la casa editrice «Il Ponte Vecchio» di Cesena. Autore di numerose prefazioni, dal 2010 cura la rubrica settimanale “mentelocale” sul free press settimanale «Diogene», di cui, dal 2013, è diventato direttore responsabile. Nel 2013 e nel 2014, ha seguito come ufficio stampa le campagne elettorali dei candidati del Partito Democratico Gabriele Zelli e Davide Drei, divenuti poi rispettivamente sindaci di Dovadola (FC) e Forlì. Nel 2019 ha supportato come ufficio stampa la campagna elettorale di Paola Casara, candidata della lista civica “Forlì cambia” al consiglio comunale di Forlì, centrando anche in questo caso l’obiettivo. Dal 2014 è addetto stampa di alcune squadre di volley femminile romagnole (Forlì e Ravenna) che hanno militato nei campionati di A1, A2 e B. Come copywriter freelance ha collaborato con alcune importanti aziende locali e nazionali. Dal 2013 al 2016 è stato consulente di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata, e ha collaborato con altre agenzie di comunicazione del territorio. Dal 2016 al 2017 è stato consulente di MCA Events di Milano e dal 2017 collabora con Librerie.Coop. Dal 2017 è consulente Ufficio Stampa ed Eventi della catena Librerie.Coop, con sede a Bologna. È vicepresidente dell’associazione culturale Direzione 21 che da cinque anni organizza la manifestazione “Dante. Tòta la Cumégia”, volta a valorizzare il ruolo di Forlì come città dantesca e che culmina ogni anno con la lettura integrale della Divina Commedia. Nel 2003 ha pubblicato la prima raccolta di versi, Se incontrassi oggi l’amore. Per «Il Ponte Vecchio» ha dato alle stampe Il mio amore è un’isola (2004) e Nessun motivo per essere felice (foto di N. Conti, 2007). Suoi versi sono apparsi su numerose antologie, tra cui quelle dedicate ai Poeti romagnoli di oggi e… («Il Ponte Vecchio», 2005, 2007, 2009, 2011, 2013), Sguardi dall’India (Almanacco, 2005) e Senza Fiato e Senza Fiato 2 (Fara, 2008 e 2010). I suoi libri di maggior successo sono i saggi storici pubblicati con «Il Ponte Vecchio»: Caterina Sforza. Leonessa di Romagna (2008), Signore di Romagna. Le altre leonesse (2010), I Bentivoglio. Signori di Bologna (2011), La Rocca di Ravaldino in Forlì (2012). Nel 2012 è iniziato il sodalizio con Gabriele Zelli con il quale ha pubblicato: Forlì. Guida alla città (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2012), Personaggi di Forlì. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2013), Terra del Sole. Guida alla città fortezza medicea (foto di F. Casadei, Diogene Books, 2014), I giorni che sconvolsero Forlì («Il Ponte Vecchio», 2014), Personaggi di Forlì II. Uomini e donne tra Otto e Novecento («Il Ponte Vecchio», 2015), Fatti e Misfatti a Forlì e in Romagna («Il Ponte Vecchio», 2016), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna volume 2 («Il Ponte Vecchio», 2017); L’Oratorio di San Sebastiano. Gioiello del Rinascimento forlivese (Tip. Valbonesi, 2017), Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna, vol. 3 («Il Ponte Vecchio», 2018). Nel 2014, insieme agli storici Sergio Spada e Mario Proli, ha pubblicato per «Il Ponte Vecchio» il volume Storia di Forlì. Dalla Preistoria all’anno Duemila. Nel 2017, con Castellari C., Novara P., Orioli M., Turchini A., ha dato alle stampe La Romagna dei castelli e delle rocche («Il Ponte Vecchio»). Nel 2018 ha pubblicato, con Marco Vallicelli e Gabriele Zelli., Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.1 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018), cui ha fatto seguito nel 2019, con gli stessi coautori, Antiche pievi. A spasso per la Romagna, vol.2 (Ass. Cult. Antica Pieve, 2018). Nel 2019, ha pubblicato con Flavia Bugani e Gabriele Zelli Forlì e il Risorgimento. Itinerari attraverso la città, foto di Giorgio Liverani, (Edit Sapim, 2019). È inoltre autore delle monografie industriali: Caffo. 1915-2015. Un secolo di passione (Mondadori Electa, 2016) e Bronchi. La famiglia e un secolo di passione imprenditoriale (Ponte Vecchio, 2016). 

Tags:

Dialoga con l'autore di questo post