Comune unico del Rubicone: niente costi per le imprese e i professionisti

Migrazione a impatto zero per le imprese e i professionisti o titolari di cariche. La fusione tra i Comuni di Savignano sul Rubicone e San Mauro Pascoli in un nuovo comune unico non comporterà costi né adempimenti per le imprese e neppure per le persone fisiche o professionisti titolari di cariche iscritti al Registro delle Imprese o al R.E.A.

Lo ha detto la Camera di Commercio di Forlì-Cesena per bocca del Vice Direttore Maria Giovanna Briganti, presente stamane all’incontro promosso sul tema dal Comitato per la Fusione.

la fusione per le imprese

La Camera di Commercio, ha spiegato la dott.ssa Briganti, si assumerà l’onere di attivare la migrazione dei dati. Si tratterà di lavorare circa 8700 posizioni, di cui 7700 relative a sedi, unità locali di imprese e persone fisiche e altre 1000 circa persone fisiche fuori comune.

Con la nascita del futuro comune unico, le imprese interessate manterranno il loro numero R.E.A. e anche il Codice Fiscale. La variazione riguarderà il nuovo comune di sede/residenza, il codice ISTAT del Comune scaturito dalla fusione ed eventualmente il CAP (su questo punto non c’è ancora certezza) e sarà attivata d’ufficio da parte della Camera di Commercio e senza oneri per i soggetti interessati. Costi e impegno operativo saranno a carico della Camera.

L’operazione, ha spiegato Aldo Paolini di Infocamere, autore della migrazione per i sette comuni della Valmarecchia già migrati dalla provincia di Pesaro-Urbino a quella di Rimini (con un cambio – in quel caso – non solo di Provincia ma anche di Regione), scatterà subito dopo l’uscita del Decreto che sancirà formalmente la nascita del nuovo comune, con il nome e il nuovo codice Istat. A cambiare sarà dunque il codice identificativo dei comuni. A quel punto si aprirà un periodo di transizione in cui verranno effettuati d’ufficio tutti gli aggiornamenti a carico della Pubblica Amministrazione. Al termine di questa fase, sarà effettuato d’ufficio il ribaltamento delle nuove posizioni del Registro delle Imprese, variazione di cui resterà una traccia nella visura storica.

All’incontro erano presenti i rappresentati delle associazioni di categoria, alcuni imprenditori e cittadini dei due comuni e i Sindaci Elena Battistini e Gianfranco Miro Gori.

 

Il prossimo appuntamento sul tema della fusione è per venerdì 15 marzo alle ore 21 presso il Palacappona, in via Raffaello Sanzio 95, a Savignano sul Rubicone. A promuoverlo questa volta sono i giovani di “Palaperitivamente” che dopo il consueto aperitivo delle 19.30 allietato dalle canzoni de “Il duo barbuto”, daranno il via dalle ore 21 ad un incontro per fare chiarezza sul referendum che vedrà coinvolta la cittadinanza di San Mauro Pascoli per decidere se fondersi o meno con Savignano sul Rubicone e viceversa. Parteciperanno alla serata gli amministratori dei due comuni, Sindaci Gianfranco Miro Gori e Elena Battistini, e gli esponenti del No alla fusione Italo Fantozzi e Luca Lucarelli per consentire al pubblico di realizzare un pensiero critico sul tema ed esercitare così in maniera consapevole il diritto di voto. Tutti invitati ma possono intervenire direttamente al dibattito solo i giovani tra i 18 e i 35 anni.

 

Commenta con Facebook
Avatar photo

Romagnapost.it

Le notizie più interessanti, curiose e divertenti prese da Internet e pubblicate su Romagnapost.it. A cura dello staff di Tribucoop. 

Dialoga con l'autore di questo post